Posts Tagged ‘stuzzicadenti’

animazione-merla

E’ veramente incredibile come durante i “giorni della merla” il clima cambi; ho sempre pensato fosse un modo di dire ma chissà perché il freddo aumenta, l’umidità si fa più forte e il freddo avanza nonostante magari giusto i giorni precedenti a questi il sole aveva fatto capolino e si stava persino bene. E anche quest’anno è stato così. Ho quindi deciso di andare a rileggere sia la filastrocca e sia la storia di qualche anno fa e da qui ho pensato ad una nuova idea creativa un pò più… manuale oserei dire. Leggi tutto

Tags : , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Questa giornata la voglio dedicare alla passione e alle emozioni quindi vi farò conoscere alcune persone veramente speciali che dedicano il loro tempo a qualcosa che gli fa battere il cuore. Ognuno di noi ha la sua passione e alcune presnti in questa edizione di Kreativ 2014 sono molto particolari come ad esempio la passione di Marco Pini che utilizza dei semplici stuzzicadenti per realizzare delle opere uniche. Leggi tutto

Tags : , , , , , , , , , , ,

Questo progetto che vi regalo oggi fa parte di un concorso dedicato a Pasqua indetto da Hrs Italia; ho ricevuto un divertente invito per partecipare ad un concorso dove io e i miei bambini potremo interagire creando qualcosa di simpatico, divertente e colorato in vista della Pasqua. L’idea di poter lavorare con i miei bimbi mi è subito piaciuto così ho accettato; nel giro di 1 settimana ho ricevuto un kit per i bimbi con il quale avrebbero potuto decorare le loro mini uova di Pasqua mentre per me… ci ho pensato un pò ma alla fine mi è venuta l’idea giusta! Leggi tutto

Tags : , , , , , , , , , , , , , , , ,

Tutto pronto per la festa di domenica; è stato un pò faticoso a causa del piccolo incidente domestico che ho avuto che mi impedisce di utilizzare la mano destra al pieno ma… sono comunque contenta del risultato. Come già detto in precedenza, il tema scelto dai bimbi è stato “Jake e l’isola che non c’è” e devo dire che mi son molto divertita nel realizzare le decorazioni; il mio unico rammarico è il non potermi cimentare con la torta, sarebbe stata una grande prova per me realizzarla ma… ho dovuto tralasciare l’idea e quindi mi son dedicata a tutto il resto. Leggi tutto

Tags : , , , , , , , , , , , , , ,

In questi giorni in cui si può giocare e stare all’aria aperta, ci siamo inventati dei nuovi giochi; dalla nostra super raccolta di tappi di plastica che conserviamo per l’Associazione Onlus AMS, ne abbiamo tenuti da parte alcuni per… giocarci! Ci sono tanti modi per utilizzarli: si può creare un semplice memori, si possono attaccarle le lettere dell’alfabeto e giocare a comporre parole oppure giocare a Forza4. Questa volta però abbiamo creato qualcosa di più coinvolgente, divertente e anche simpatico da vedere: le trottole! Leggi tutto

Tags : , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Stasera c’è la partita dell’Italia ed in molti saranno davanti al televisore per tifare la nostra Nazionale; un classico sarà mangiare la pizza bevendo una bibita mentre in compagnia di amici si sta seduti sul divano tifando e sperando di vincere. Per noi non sarà così, non siamo tifosi scatenati e per di più i bimbi non adorano nemmeno il calcio quindi… per noi sarà indifferente; ho  voluto però coinvolgerli in un simpatico gioco dove cercheremo di ricreare la bandiera dell’Italia perché, pur non tifando, è giusto sapere i colori della nostra bandiera. Leggi tutto

Tags : , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Far mangiare la frutta ai bambini non è sempre cosa facile; a volte bisogna trovare degli utili stratagemmi per invogliarli quanto meno ad assaggiare perché quando gli si propone un nuovo alimento o un nuovo prodotto la loro risposta è sempre “no” mentre invece sarebbe utile l’assaggio come sono soliti fare negli asili. Ci lamentiamo spesso che i bambini all’asilo o a scuola mangiano tutto mentre a casa no, ci siamo mai chiesti il perché? Le insegnanti danno la possibilità di assaggiare poi se il bambino rifiuta non insistono però almeno un primo passo l’hanno fatto mentre noi mamme… quando sentiamo un “no” molliamo subito il colpo proponendogli un’alternativa ed è proprio qui che sbagliamo. Leggi tutto

Tags : , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Da poco tempo sto affrontando l’argomento “denti” più da vicino, da quando a Simone hanno iniziato a dondolare i primi denti; sono sempre stata molto attenta all’igiene facendoglieli lavare ogni sera prima di andare a letto perché la notte è importante che siano puliti ma da quando è caduto il 1° dentino… ho pensato fosse meglio iniziare ad approfondire l’argomento. Siamo così andati da un dentista per bambini in maniera che potesse affrontare al meglio l’argomento igiene per poi proseguire a casa tutte le sue indicazioni; devo dire che di cose da imparare ce ne sono tante, anche per me che sono ormai grande soprattutto… la pulizia dei denti, voi sapere come si fa? Leggi tutto

Tags : , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Più i miei bambini crescono e più mi accorgo delle differenze: bene venga perché così hanno modo di confrontarsi e anch’io non vivo nella monotonia, a distanza di 3 anni, di rivivere le stesse cose; in questo periodo, lo sto scoprendo con i colori: non solo hanno gusti diversi che è più che naturale ma proprio nel modo di utilizzarli, di come associare tra loro uno o più colori ma soprattutto nel rapporto diretto con i colori. Nel lavoretto realizzato oggi li ho osservati da molto vicino e ho scattato un sacco di foto che dimostrano la loro diversità ed è bellissimo vederli all’opera ma soprattutto a lavoro finito: lo stesso oggetto assume forma e colore totalmente opposto. Leggi tutto

Tags : , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Per questo lavoretto devo ringraziare due persone: Deborah e Nené che mi hanno gentilmente offerto i materiali; sono due ragazze che ho conosciuto nel web, in facebook, con le quali ho condiviso degli scambi, dei veri e propri baratti proprio come si faceva un tempo. Grazie a Deborah ho trovato delle bellissime forme di uova in polistirolo che mi hanno subito ispirato un lavoretto pasquale e dopo aver ricevuto il pacco di Nené, mi è venuta la brillante idea di come decorarle. Ho potuto così realizzare un bel mazzetto di uova pasquali con una tecnica molto semplice ma con una resa davvero bella e… originale. Leggi tutto

Tags : , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Il periodo di Natale è il più ricco di idee da realizzare; si può spaziare dalle decorazioni per l’albero a quelle per la tavola, dai bigliettini d’auguri al calendario dell’avvento oppure dalla carta regalo al riciclo di qualsiasi materiale per trasformarlo in qualcosa di unico da regalare. Insomma, di idee ne ho parecchie e quindi, nonostante siamo ancora a metà novembre, è meglio iniziare e per farlo inizieremo con una decorazione a forma di pino, il classico albero utilizzato per Natale. Leggi tutto

Tags : , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Si stanno avvicinando le “mitiche” vacanze estive, mancano infatti 3 giorni alla partenza e anche se sono un pò presa con la preparazione delle valigie… abbiamo trovato un attimo per realizzare un altro gioco da portare con noi. Questa volta ho pensato ad un gioco piccolo, che potesse stare in una scatola di fiammiferi e che quindi ingombrasse davvero poco ma che però… fosse divertente e così… abbiamo realizzato gli shangai! Leggi tutto

Tags : , , , , , , , , , , , ,

Pur essendo a luglio, oggi piove ma devo dire che ci voleva proprio perché in questi giorni il caldo e l’afa hanno toccato dei picchi molto alti; speriamo però che questa pioggia rinfreschi un pò e non che faccia solo finta pasando e lasciando solo quache poca goccia. Mentre stavo guardando fuori dalla finestra e stavo sentendo il rumore della pioggia, mi è venuta un’idea da realizzare: riprodurre il rumore della pioggia creando il bastone della pioggia; Simone è rimasto incuriosito e abbiamo deciso di crearlo così potrà mostrarlo domani ai suoi amichetti durante la festa e potranno giocarci. Leggi tutto

Tags : , , , , , , , , , , , , , , ,

Vi ricordate il disegno che abbiamo fatto qualche giorno fa e che abbiamo colorato utilizzando acquarelli e pane grattuggiato? Bene, oggi abbiamo pensato e realizzato un cornice così… possiamo regalarlo alla nonna Mary per il suo compleanno che sarà domani. Per realizzarlo abbiamo utilizzato alcuni dei tantissimi stecchini di gelato; un mio collega, Luca, me ne dà una media di 6 al giorno, fate un pò voi i conti di quanti posso averne e da tanti che ne abbiamo non so se riusciremo mai a finirli.

Leggi tutto

Tags : , , , , , , , , , , , , , ,

E’ in arrivo l’ESTATE: mancano solo 2 giorni e da calendario l’Estate avrà inizio. Come prepararsi? Cosa possiamo inventarci? Quali giochi possiamo creare per divertirci insieme? Di idee ne ho veramente tante e quindi… pronti, partenza, via!
Come primo gioco ho pensato a delle barchette che poi faremo galleggiare nell’acqua della nostra piscina oppure potremo portarle con noi durante una delle nostre “biciclettate” e farle galleggiare nel fiume seguendole e divertendoci a guardarle navigare. Leggi tutto

Tags : , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Come previsto, è arrivata la pioggia. Peccato perché non ci permette di giocare in giardino però la terra e le piante ne avevano proprio bisogno: non vi dico com’è conciato il fiume Adda che scorre qui vicino… lo si può attraversa da parte a parte, incredibile! La pioggia è di grande aiuto alla natura, non solo per i fiumi, per le piante e i prati ma favorisce anche la crescita di FUNGHI e oggi ne creeremo di vermante belli. L’idea l’ho trovata in un sito straniero e sono rimasta a bocca aperta: non ci avevo mai pensato a come poter creare un fungo con materiale di riciclo e quando ho visto quelli creati da Lindsey e i suoi bambini… bhe ci ho voluto provare anch’io. Ha utilizzato della semplice stagnola e delle metà di uovo, quelli che contengono le sorprese dentro le uova di Pasqua. A seconda della grandezza delle vostre metà uova, la forma del fungo cambia da piccola, a media o grande. Provate perché è divertentissimo e alla fine quando si colorano si possono personalizzare in tanti modi diversi e di sicuro i bambini apprezzeranno, guardate qui i nostri e che ne dite del risultato finale, come stanno in giardino?

Per prima cosa avvolgiamo la metà dell’uovo dentro un pezzo di carta stagnola; chiudiamolo bene all’interno coprendolo interamente, non si dovrà vedere. Utilizziamo altra stagnola fino a formare la cappella del fungo e per facilitare la parte della colorazione e per far stare il fungo in piedi, poniamo all’interno, proprio nel centro, un lungo stuzzicadente. Prendiamo un altro pezzo di carta stagnola e avvolgiamolo tutto intorno allo stuzzicadente per creare il gambo: dovremmo manipolare bene la forma cercando di farlo assomigliare in più possibile ad un fungo. Una volta che la forma è pronta, poniamola in piedi infilzando lo stuzzicadenti da quale parte come ad esempio la pasta da modellare e diamo libero sfogo al colore: con le tempere o coi colori per le dita, andiamo a colorare l’intera forma personalizzando ogni singolo fungo.

Noi ne abbiamo creati diversi perché l’idea mi ha veramente entusiasmato molto e così… abbiamo creato un simpatico angolo nel giardino dove i nostri funghetti sbucano dal terreno e… danno un tono di colore.
Consiglio: lo stuzzicadenti è perfetto per far stare in piedi il fungo anche in giardino: la punta entra perfettamente nel terreno e lo trattiene in piedi così… sembreranno proprio veri!

Tags : , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Ecco qui un altro semplice lavoretto per la festa della mamma dove la cosa che primeggia è il colore; non è solo la festa della mamma, ricordiamoci che siamo anche in Primavera dove tutto sta fiorendo e nascendo ecco perché ho pensato di creare un bel ramo colorato che potesse rappresentare un ramo di fiori; la mamma potrà tenerlo sulla sua scrivania o più semplicemente su una mensola, darà un tocco di colore. L’originalità sta proprio in questo: anziché fare i fiori dello stesso colore, li creeremo di tanti colori diverso; l’effeto ottico la farà da padrona!

Materiale: contenitori di pasticcini, tempere, pennello, stuzzicadente lungo, colla liquida.
Procedimento: partiamo col dire che è molto semplice ma non sarà subito pronto in quanto alcune parti dovranno prima asciugare quindi… preparatevi per tempo! Per prima cosa iniziamo a colorare i contenitori di pasticcini: con le tempere utilizziamo diversi colori tenendo conto che rappresenteranno i nostri fori quindi utilizziamo dei bei colori vivaci. Intanto che asciugano, coloriamo di verde lo stuzzicadenti lungo che invece sarà il nostro ramo; io ho scelto il verde ma se volete che somigli di più ad un ramo, fatelo marrone; lasciamo che asciughi e per far sì che si asciughi uniformemente, non appoggiamo ma lasciamolo in piedi: come? Infilziamolo dentro un sostegno, noi abbiamo utilizzato una gomma. Quando tutto sarà asciugato possiamo assemblare il nostro ramo.

I contenitori dei pasticcini, con le mani, avvolgiamoli un pò su loro stessi in maniera che si “arruffino”; mettiamo un pochino di colla sul ramo, appoggiamoci sopra il nostro fiore premendo un pò forte. Stesso procedimento con tutti gli altri fiori e colori a disposizione; prima di donarlo alla mamma, lasciamo che la colla liquida si asciughi bene e che i fiori aderiscano completamente.

 

Tags : , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Forse non tutti sanno che cosa si festeggia il 2 ottobre; in fondo, non è da molto che si è incominciato a dar peso a questa festa e, come spesso accade, più che altro solo per questioni economiche e non per il vero significato. Sto parlando della “festa dei nonni”. Con una legge del 2005 si è deciso di celebrare l’importanza dei nonni visto che sono parte fondamentale della vita di una famiglia; si è deciso proprio il 2 ottobre perché la Chiesa festeggia gli Angeli Custodi e chi li rappresenta meglio se non i nonni? Secondo me, come per la festa della mamma o del papà, non c’è un giorno preciso per festeggiarla perché in realtà, la vera festa è ogni giorno; come è solito fare però si cerca di fermarlo sul calendario e  così segnamolo: 2 ottobre. Perché spendere soldi, perché alimentare il mercato per una festa che in realtà ha bisogno solo di amore? E allora mettiamoci al lavoro, pensiamoci noi a creare qualcosa con le nostre mani, dove possiamo anche riciclare qualcosa e dove i nonni possano sentire l’amore che ci abbiamo messo.
Ho pensato di creare un bel vaso con dei fiori tutto rigorosamente creato da noi; in fondo, sono proprio le nonne che spesso mi dicono che i nipoti sono i loro “fiori”! Ho pensato di creare i vasi facendo lavorare il DAS a Simone aiutandolo a dare una forma che potesse stare anche in piedi così da poterlo poi mettere su una mensola; inserisco nella parte alta dei vasi proprio come se fossero appoggiati dentro, 2 stuzzicadenti lunghi in maniera da farli solidificareche dentro, ci serviranno come gambi dei nostri fiori; bisogna lasciare asciugare per qualche giorno così che si solidifichi bene. Nel frattempo con calma, mi sono messa a cercare 2 belle foto, dove i bimbi potessero essere ritratti in primo piano visto che l’idea è quella di usare la foto come centro dei fiori; disegno su dei cartoncini colorati la sagoma di 2 fiori diversi: 1 con tanti petali sottili e 1 con petali più larghi. A questo punto ritaglio sia la sagoma dei fiori sia le foto dei bimbi che con la colla vado ad attaccare al centro; una volta che i vasi si saranno del tutto solidificati, faccio divertire Simone con i pennelli… via al colore! Coloriamo interamente i vasi con colori diversi mentre gli stuzzicadenti rigorosamente di verde visto che rappresentano i nostri gambi; lasciamo asciugare la pittura e poi attacchiamo con della colla liquida e con l’aiuto anche dello scotch i fiori: uno più in alto e uno più in basso creando proprio una composizione.

Ovviamente noi abbiamo creato 2 vasi, 1 per ogni coppia di nonno e ho pensato di dar loro anche un gancetto, i classici che si mettono dietro alle cornici dei quadri perché così lascio la possibilità di appoggiare il vaso su una mensola o su un mobile visto che sta in piedi ma anche di appenderlo così da poterlo vedere anche… da lontano.

A voi, lascio le 2 sagome dei fiori che ho utilizzato così vi potranno essere utili.
Sagoma fiore: fiore
Fiore a corolla: fiorecorolla

Tags : , , , , , , , , , ,

Avete visto che caldo? Sinceramente mettermi ai fornelli nonostante sia una mia passione non mi va proprio e quindi per oggi… vi propongo questo fresco piatto in versione simpatica così da accontentare non solo il palato di mio marito ma anche la vista di mio figlio!

Ingredienti: 1 melone, 200 gr prosciutto crudo, foglie di menta e stuzzicadenti lunghi.
Preparazione: per prima cosa puliamo il melone togliendogli la buccia e i semini interni; poi lo tagliamo a quadrati o come meglio volete purché sia poi facile infilzarlo negli stuzzicadenti. A questo punto laviamo e asciughiamo le foglie di menta; non ci rimane che formare gli spiedini: alterniamo il melone con la menta e con il prosciutto e… che belli!

Tags : , , , ,

Sembrerebbe una cavolata invece… sono importantissimi! Non solo perché a volte servono per diversi piatti come ad esempio per i panini farciti ma anche come ornamento… non possono mancare! C’è anche da dire però che non costano poco al supermercato; proprio il mese scorso sono andata per comperarli: una scatola da 100 pezzi costava circa 5 euro, possibile? E’ vero che ho appena affermato che sono importantissimi però… forse meglio farli in casa? Direi di sì non solo perché più economici, non solo perché li possiamo creare come più ci piacciono visto poi che la mia scatola “riciclosa” è sempre piena, ma soprattutto perché i bambini ci possono aiutare, come al solito basta solo FANTASIA!
Non è possibile avere una lista del materiale che serve perché… di sicuro lascerei fuori qualcosa; posso solo suggerirvi e farvi vedere come li ho fatti io anche se poi, in giro per il web come ad esempio da MammaFelice, troverete altre idee. La cosa importante è che siano colorati; come per tutti i lavori che si fanno con i bambini, i colori sono importanti quindi… cercate di trovare cosa da riciclare il più possibile colorate, appariscenti e fluorescenti. Io ne ho realizzati di diverso tipo utilizzando carta stagnola per avere l’argento, carta crespa per poter utilizzare tutti i colori che più ci piacciono, le carte delle uova di pasqua per avere la fluorescenza, la carta velina per avere effetto trasparente, cotone (basta colorarlo con le tepere) per avere un effetto morbido al tatto e… molto altro. Come vedete i materiali possono essere i più diversi dipende anche dalla festa per la quale vi servono; anche il tema è importante perché da lì potrebbe nascere l’idea del decoro ad esempio se vogliamo fare un aperitivo mentre siamo al mare possiamo utilizzare delle conchiglie, per la festa di compleanno possiamo usare dei disegni fatti dal bambino così i suoi amici possono poi portarseli a casa oppure con i nomi così serviranno anche come segnaposto.
La modalità è sempre la stessa: per prima cosa munirsi degli stuzzicadenti della dimensione che vi serve, possono essere lunghi o corti a seconda dell’uso che ne dovete fare. Per apporvi le decorazioni basterà che ritagliate dei rettangoli e a seconda del risultato che volete ottenere (più o meno ricca la decorazione) avvolgeteli intorno allo stuzzicadente  fermandoli con del nastro adesivo; se utilizzate il cotone meglio se per fermarlo usare la colla liquida, attacca di più.
Che dirvi… guardate, commentate e… provate!

Tags : , , , , , , , , ,

  • DA VISITARE

  • PROSSIMAMENTE

  • SPONSOR

  • AFFILIAZIONI

  • INIZIATIVE SPECIALI

  • Io allatto alla luce del sole 4

  • Volantini digitali co2neutral

  • Segnalato da:

  • BBMAG

  • segnalato da pane, amore e creativita

  • Wikio - Top dei blog - Blog creativi
  • PARTECIPO A…