Posts Tagged ‘colla liquida’

fantasma-cotone1

Chi ha detto che tutti i fantasmi fanno paura? E’ vero, guardando i cartoni animati e alcuni film il personaggio del fantasma nasce per impaurire ma… a casa nostra no, anzi oggi ci siam proprio divertiti a realizzarne tantissimi, tutti con espressioni diverse e pronti per decorare la nostra festa di Halloween. Ovviamente utilizzeremo materiale da riciclo e in particolare il cotone, materiale morbidissimo al tatto quindi questa idea piacerà in modo particolare ai piccoli perché potranno toccare con mano un nuovo materiale ed imparare a maneggiarlo per dargli una nuova forma. Leggi tutto

Tags : , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Vista la nuova veste del soggiorno dopo l’imbiancatura dei giorni scorsi, non potevo certo lasciare alcune cose come prima, non stanno più bene adesso come ad esempio la sistemazione della posta: che faccio? Fosse per me la cestinerei tutta visto che il più delle volte si tratta di cose da pagare però… almeno gli avvisi di scuola e asilo vanno tenuti e quindi ecco perché ho deciso di riorganizzare la posta. Leggi tutto

Tags : , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Da qualche giorno è on-line un Contest di Natale che ho organizzato insieme ad Elena e Valentina del quale io rappresento la categoria del presepe; non è molto semplice realizzare a mano i diversi personaggi, il paesaggio o i dettagli ma mi ha entusiasmato molto questo argomento perché, a casa, i miei bambini adorano realizzarlo e ogni anno ha sempre una forma diversa e quest’anno, ci impegneremo molto per personalizzarlo al meglio ma… da cosa partiamo? Leggi tutto

Tags : , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

A volte può capitare di guardare nella dispensa e accorgersi di avere un pacchetto di pasta aperto, chissà da quanto tempo, e dispiacersi nel vedere che è scaduto e quindi da buttare; a me è capitato con la minestrina, alimento che non utilizziamo spesso se non in inverno e che quindi non riusciamo mai a terminare la confezione nonostante prenda quelle mignon. Come ben sapete mi dispiace buttare ciò che non serve o che, come in questo caso, è scaduto tanto più che da brava Food Coacher cerco sempre di riutilizzare la meglio gli avanzi ma in questo caso cucinarla non posso, che farne quindi? Ovviamente con un pò di fantasia… tutto torna utile! Leggi tutto

Tags : , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Oggi il piccolo Lorenzo ha iniziato l’asilo: che emozione! Nell’attesa di andarlo a riprendere io e Simone ci siamo divertiti con le pannocchie; ne abbiamo raccolte alcune domenica di ritorno dal laghetto in cui abbiamo partecipato alla gara di pesca, ho pensato che ci sarebbero potute servire. L’autunno si sta avvicinando e la pannocchia rappresenta uno dei simboli di questa stagione; innanzitutto “sgranare” una pannocchia è molto utile per insegnare ai più piccoli un pò di motricità ed è un’attività che abbiamo affrontato a casa visto che poi i bambini possono utilizzare i chicchi per tanti divertenti giochi. Leggi tutto

Tags : , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Bella, bellissima giornata trascorsa al Parco della Preistoria contornata da tanti bambini allegri e sorridenti, contenti di realizzare il loro dinosauro; è stato il 1° evento organizzato da me e Antonella in collaborazione con Viviparchi e devo dire che sono molto, molto soddisfatta. Essere contonata da tanti bambini che veniva da me per chiedere consigli su come poter decorare la loro sagoma di brontosauro o tirannosauro oppure mostrarmi fieri il loro lavoro, la loro piccola opera d’arte e renderli felice facendogli una fotografia… non ha veramente prezzo! Leggi tutto

Tags : , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Per questo lavoretto devo ringraziare due persone: Deborah e Nené che mi hanno gentilmente offerto i materiali; sono due ragazze che ho conosciuto nel web, in facebook, con le quali ho condiviso degli scambi, dei veri e propri baratti proprio come si faceva un tempo. Grazie a Deborah ho trovato delle bellissime forme di uova in polistirolo che mi hanno subito ispirato un lavoretto pasquale e dopo aver ricevuto il pacco di Nené, mi è venuta la brillante idea di come decorarle. Ho potuto così realizzare un bel mazzetto di uova pasquali con una tecnica molto semplice ma con una resa davvero bella e… originale. Leggi tutto

Tags : , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Un simpatico, divertente e velocissimo lavoretto per chi ha poco tempo ma vuole comunque realizzare qualcosa per Pasqua; non servirà molto materiale anzi, è fatto apposta non solo per chi ha poco tempo ma soprattutto perché in casa chiunque ha almeno una spugna per i piatti che, ritagliata e incollata, potrà diventare una simpatica gallinella pasquale. Ecco qui, passo dopo passo, come poterla realizzare in tempo record ottenendo però un ottimo effetto e far vedere ai bimbi come, da semplici oggetti quotidiani, si possono creare idee fantasiose. Leggi tutto

Tags : , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

E’ tradizione pensare alla Befana come una vecchia nonnina, vestita con abiti rotti, che vola con la scopa portando dolci ai bambini buoni e carbone a quelli cattivi; pur essendo vecchia e brutta porta cose buone però, strana questa coincidenza. Ho voluto preparare per i bambini un porta caramelle con le sembianze di una vecchia strega verde, con tanti capelli buffi e colorati il tutto con materiale da riciclo ma con dentro… un mare di dolciumi! Leggi tutto

Tags : , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Potevano non realizzare una lanterna per San Martino? Impossibile, ogni qualvolta abbiamo realizzato una lanterna (per Santa Lucia, per San Valentino o anche l’anno scorso per San Martino)  i bambini si incantavano a guardare quella piccola lucina accesa che emetteva una luce colorata che dava conforto e calore. Si sdraiavano e la ammiravano, si perdevano guardando la fiammella muoversi all’interno della lanterna oppure guardavano i mille colori che emetteva. Leggi tutto

Tags : , , , , , , , , , , , , , , , ,

FINALMENTE è iniziato l’asilo e Simone era entusiasto stamattina, speriamo sia relamente così! Nei giorni scorsi, ho voluto approfittare di questo entusiasmo e anziché pensare al conto all’arrovescia, ho pensato di fargli fare un pensierino per la nuova scrivania delle maestre; ho pensato a qualcosa di colorato e utile da appoggiare sopra che possa essere utilizzato dalle maestre: un portapenne con foglietti e graffette. Ovviamente il tutto fatto con materiali di riciclo… ci mancherebbe!

Materiale: stecchini dei ghiaccioli (moltissimi), rotolo di carta igienica, scatolina di carta (della forma che avete), cartoncino un pochino spesso, blocco di fogli (righe, quadretti o bianchi), colori, pennelli, colla liquida e biadesivo.

Preparazione: abbiamo iniziato con la decorazione del rotolo di carta igienica che abbiamo interamente coperto con la colla liquida per poi appoggiarci sopra uno per uno gli stecchini dei ghiaccioli che minuziosamente ci siamo tenuti quest’estate. Intanto che asciugava, siamo passati a ricoprire i lati lunghi della nostra scatola di carta con la colla liquida e anche qui ci abbiamo attaccato gli stecchini; una volta che il tutto è asciugato siamo passati al colore: la scelta non è stata casuale o a piacere, abbiamo deciso di usare i 3 colori delle classi ovvero ROSSO, BLU e GIALLO. Abbiamo così deciso di fare il rotolo rosso mentre la scatolina gialla e così con un pennello ci siamo messi a colorare i singoli stecchini; il cartoncino invece lo abbiamo colorato di giallo e sarà la nostra base di appoggi, dove andremo poi ad incollare i vari pezzi ovvero il portapenne e il porta-graffette. Con la colla liquida abbiamo incollato la base della scatolina e l’abbiamo appoggiata sulla nostra base in senso verticale; il rotolo invece l’abbiamo sistemato accanto alla scatolina e subito sotto abbiamo sistemato il blocco di fogli. A questo punto è fatto: basterà mettere nella scatolina tante belle graffette colorate e nel rotolo un pò di penne e matite: che ne dite?

 

Tags : , , , , , , , , , , , , , , , ,

Quest’anno Simone ha iniziato l’asilo: mondo nuovo, amici da conoscere e tante cose da imparare. Un’attività che l’ha incuriosito molto è stato il laboratorio di musica dove ha imparato le note musicali, la chiave di violino, il senso di forte-piano, dove ha cantato e imparato nuove canzoni e dove hanno anche costruito diversi strumenti musicali e oggi vorrei proporvene uno che, a dire delle maestre, è piaciuto molto e dove i bambini si sono anche divertiti nel costruirlo: le MARACAS! Ne hanno costruiti anche altri come ad esempio le chitarre ed ecco perché prima che iniziasse il corso, a noi genitori è stata proposta una lista di materiali da riciclare: ora capisco a cosa serviva…

Materiale: vasetti di yogurt, bottigliette di plastica, cereali o riso o minestrone secco oppure legumi, carta crespa colorata e colla liquida.
Preparazione: le maracas costruite hanno diverse forme a seconda se è stata utilizzata una bottiglietta oppure un vasetto grande o piccolo di yogurt. All’interno le maestre hanno messo i cereali (o altro) e richiuso il tutto: con il tappo se si tratta delle bottiglie, con l’altra metà del vassetto se si tratta dello yogurt. Per colorarle però il metodo è stato lo stesso ovvero si è ricoperto il recipiente (vasetto o bottiglia) con della colla liquida e poi i bambini ci hanno attaccato sopra tanti, tantissimi pezzi di carta crespa tutta colorata fino a coprire l’intero involucro così da non capire nemmeno di cosa si trattasse. Le maracas sono pronte basterà agitarle e CIA CIA CIA, della segretaria, CIA CIA CIA!

Tags : , , , , , , , ,

  • CONSIGLIATO

  • PROSSIMAMENTE

  • SPONSOR

  • AFFILIAZIONI

  • INIZIATIVE SPECIALI

  • Io allatto alla luce del sole 4

  • Volantini digitali co2neutral

  • Segnalato da:

  • BBMAG

  • segnalato da pane, amore e creativita

  • Wikio - Top dei blog - Blog creativi
  • PARTECIPO A…