Posts Tagged ‘giardino’

Questo tempo non si capisce proprio cosa vuol fare: un giorno è brutto, piove e fa freddo, il giorno dopo c’è un sole splendente e fa talmente caldo da mettersi in canottiere ma poi… secondo voi durerà? Io dico di no e quindi meglio approfittarne in tanto che è una bella giornata; mettiamoci poi che non possiamo andare da nessuna parte per via di una tremenda stomatite che ha preso Simone quindi… godiamoci il giardino! Leggi tutto

Tags : , , , , , , , , , , , , ,

I giorni scorsi non erano certo adatti vista la pioggia che è scesa, per testare la mia nuova macchina fotografica; un vero peccato perché avrei voluto fare delle prove, conoscere almeno un pò i suoi tasti e i suoi programmi nonché capire come muovermi e cosa avrei potuto fare invece… la pioggia mi ha rintanato in casa. Un vero peccato visto che martedì partirò per la Sardegna per partecipare al Bitas, Borsa Internazionale del Turismo Attivo in Sardegna, dove, grazie a Trippando.com, farò da reporter e avrò la possibilità di vedere dei bellissimi luoghi e di sicuro la mia nuova macchina mi servirebbe proprio per immortalarli. Di certo non mi sono data per vinta, chi la dura la vince e così ho dedicato la mattinata di oggi ad una funzione in particolare: “panoramica”, divertentissima e di sicuro mi permetterà di avere delle foto fantastiche dei paesaggi che vedrò. Leggi tutto

Tags : , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

… NON E’ UNA CASA QUALSIASI, questo è stato il tema più votato per il mese di febbraio nella staffetta “di blog in blog“. Pensandoci bene è proprio così: la casa che vorrei non è certo un classico appartamento, piccolo o grande, in città o una villetta con giardino in periferia; non mi lamento di quello che ho ma se dovessi lasciare andare la mia fantasia e poter vedere realizzata la mia casa ideale… bhe, so proprio quello che vorrei: una cascina! Leggi tutto

Tags : , , , , , , , , , , , , , , ,

Quanta neve che è venuta questa volta… tutti i tetti sono imbiancati, le strade èulite solo dagli spazzaneve, gli alberi appesantiti dalla quantità di neve che si è depositata ed il nostro giardino è completamente ricoperto di un manto bianco; paesaggio tipicamente invernale nonostante l’inverno non sia ancora effettivamente arrivato, manca ancora 1 settimana! Ovviamente vedendo tutta questa neve intorno a noi, non abbiamo resistito e… ci siamo scatenati nel creare, anche in casa, il nostro paesaggio di neve! Leggi tutto

Tags : , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Gran bella giornata, non che avessi il dubbio ma quando ci vuole, ci vuole! E dire che il tempo ci stava facendo uno scherzetto visto che le previsioni avevano messo pioggia con lampi e fulmini e siccome di nuvole all’orizzonte in effetti si vedevano ho preferito fare i doppi addobbi, sia dentro che fuori, ma poi invece… con l’arrivo del primo invitato, il sole è uscito e ci ha permesso di goderci la festa al massimo! Con questo post voglio ringrazia tutti i partecipanti che hanno reso il mio bimbo davvero felice in una giornata così importante come il raggiungimento dei 6 anni: GRAZIE! Leggi tutto

Tags : , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Spesso mi capita di portare i bambini al parco dopo l’uscita dall’asilo, un modo in più per continuare a giocare insieme e condividere anche al di fuori, la loro amicizia e le loro passioni per il gioco. Solitamente non torniamo nemmeno a casa per la merenda ma mi organizzo con lo zainetto in spalle, bicicletta al seguito e… via che si va! Spesso le altre mamme invece arrivano dopo perché prima tornano a casa per la merenda ma poi, quando ci vedono belli tranquilli e organizzati pensano: “che sciocca, potevo fare anch’io la stessa cosa!” e così si perdono un momento di tranquillità seduti comodamente per terra sgranocchiando qualcosa di sano e nutriente. Leggi tutto

Tags : , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Finalmente sembra che il tempo si sia sistemato e così ho pensato di fare un salto in serra per comperare le nuove piantine che andranno a decorare il nostro bordo in giardino; sono molto soddisfatta della scelta perché sono riuscita a trovare dei bei fiorellini colorati che resistono al sole e che non diventano troppo alti, regola fondamentale per il bordo che devo arricchire quindi… guardate un pò come abbiamo cambiato i colori al nostro giardino. Leggi tutto

Tags : , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Dopo 1 settimana di distaccamento dai lavori creativi perché siamo andati al mare dove ci siamo goduti delle bellissime giornate di sole, eccomi di ritorno più carica di prima; devo dire che queste splendide giornate aiutano ancora di più la mia creatività. Proprio ieri, dopo il rientro dall’asilo ci siamo fermati in giardino per una merenda all’aria aperta e poi ci siamo dedicati un pò al giardino che sta iniziando a rinascere; proprio mentre stavamo potando le siepi abbiamo visto la casetta di alcuni bruchi e da qui mi è venuta un’originale ispirazione. Leggi tutto

Tags : , , , , , , , , , , , , , , , ,

Dopo la gita a Senigallia, ci siamo messi a cercare un buon ristorante e l’abbiamo trovato anzi, non siamo soliti tornare nello stesso ristorante ma il Vicoletto ci ha proprio colpito: giardino interno molto carino con spazio all’aperto e spazio sotto una piccola veranda oltre, ovviamente, ad un grande spazio interno ma… la nostra scelta non poteva che ricadere sul giardino. Leggi tutto

Tags : , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Vi ricordate il post dedicato all’iniziativa “Il girotondo dei semi” indetto da Natixdelinquere? Bene, sono stata contattata Mamma C & F che mi hanno comunicato con chi ero stata accoppiata per fare lo scambio di semi; sono così venuta in contatto con Mammabradipo, una mamma molto simpatica. Prima di inviarle i semi, ho voluto vedere che persona mi trovavo di fronte così dopo aver consulato il suo sito ho deciso che i semi giusti per lei potevano essere dei Girasoli. Leggi tutto

Tags : , , , , , , , , , , , , , , , ,

Da quando ho aperto questo blog vi segnalo idee e laboratori per sensibilizzare voi e i vostri bambini nei confronti della natura; noi in prima persona curiamo il nostro giardino con le nostre piante e anche con piante aromatiche e verdure che tra poco daranno i loro frutti. E’ emozionante vedere che una semplice piantina faccia prima i fiori che poi si trasformano in verdura e frutta che poi noi mangiamo; è anche un modo per avvicinare i bambini ad assaggiare frutti e ortaggi che magari non mangiano ma che vedendoli crescere perché coltivati con le loro mani… da soddisfazione! Leggi tutto

Tags : , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Dopo la casetta per gli uccellini, ecco qui una colorata, comodissima e non ingombrante mangiatoia dove i piccoli passerotti potranno venire a rifornirsi. Colorata perché tutto ciò che cerchiamo di creare e che ci inventiamo ha come obbiettivo principale il colore. Comoda perché di certo gli uccellini non devono mica mangiare in volo: come noi ci sediamo a tavola, è giusto che anche loro siano comodi e quindi abbiamo pensato anche ad uno stelo dove loro si potessero appoggiare. Non ingombrante perché, come già specificato anche quando abbiamo costruito la casetta, non vorrei che venissero uccelli troppo grossi ma mi farebbe piacere venissero dei semplicii passerotti così da poterci sedere e vederli mentre si avvicinano a noi. Ecco qui il nostro progetto.
Abbiamo utilizzato una semplice bottiglia di plastica da 1/2 litro proprio per non crearla troppo grande; con un taglierino o anche un coltello incido una parte, servirà per inserire il mangime e sarà per gli uccellini il punto d’accesso al cibo quindi dovrà essere abbastanza grande. Siccome tagliando con il taglierino o il coltello l’incisione non risulterà certo liscia e quindi si potrebbero ferire gli uccellini, abbiamo utilizzato un pezzo di cannuccia per arrotondare il taglio: abbiamo tagliato a metà la cannuccia e l’abbiamo inserita nella parte in basso così siamo sicuri che non si potranno far male. Nella parte davanti, quella verso il tappo, infilo uno stuzzicadenti facendolo passare da parte a parte: sarà l’appoggio per gli uccellini che si potranno posare e agilmente potranno poi beccare il mangime.

Tocco finale il colore: con della carta velina ricopro la parte davanti, verso il tappo, e il fondo: noi abbiamo utilizzato un colore per il davanti e uno per il fondo ma voi potete fare come preferite: una volta che attacca la carta velina, abbiamo disegnato dei particolare con pennarello così… sarà colorata e allegra.

Tags : , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Come previsto, è arrivata la pioggia. Peccato perché non ci permette di giocare in giardino però la terra e le piante ne avevano proprio bisogno: non vi dico com’è conciato il fiume Adda che scorre qui vicino… lo si può attraversa da parte a parte, incredibile! La pioggia è di grande aiuto alla natura, non solo per i fiumi, per le piante e i prati ma favorisce anche la crescita di FUNGHI e oggi ne creeremo di vermante belli. L’idea l’ho trovata in un sito straniero e sono rimasta a bocca aperta: non ci avevo mai pensato a come poter creare un fungo con materiale di riciclo e quando ho visto quelli creati da Lindsey e i suoi bambini… bhe ci ho voluto provare anch’io. Ha utilizzato della semplice stagnola e delle metà di uovo, quelli che contengono le sorprese dentro le uova di Pasqua. A seconda della grandezza delle vostre metà uova, la forma del fungo cambia da piccola, a media o grande. Provate perché è divertentissimo e alla fine quando si colorano si possono personalizzare in tanti modi diversi e di sicuro i bambini apprezzeranno, guardate qui i nostri e che ne dite del risultato finale, come stanno in giardino?

Per prima cosa avvolgiamo la metà dell’uovo dentro un pezzo di carta stagnola; chiudiamolo bene all’interno coprendolo interamente, non si dovrà vedere. Utilizziamo altra stagnola fino a formare la cappella del fungo e per facilitare la parte della colorazione e per far stare il fungo in piedi, poniamo all’interno, proprio nel centro, un lungo stuzzicadente. Prendiamo un altro pezzo di carta stagnola e avvolgiamolo tutto intorno allo stuzzicadente per creare il gambo: dovremmo manipolare bene la forma cercando di farlo assomigliare in più possibile ad un fungo. Una volta che la forma è pronta, poniamola in piedi infilzando lo stuzzicadenti da quale parte come ad esempio la pasta da modellare e diamo libero sfogo al colore: con le tempere o coi colori per le dita, andiamo a colorare l’intera forma personalizzando ogni singolo fungo.

Noi ne abbiamo creati diversi perché l’idea mi ha veramente entusiasmato molto e così… abbiamo creato un simpatico angolo nel giardino dove i nostri funghetti sbucano dal terreno e… danno un tono di colore.
Consiglio: lo stuzzicadenti è perfetto per far stare in piedi il fungo anche in giardino: la punta entra perfettamente nel terreno e lo trattiene in piedi così… sembreranno proprio veri!

Tags : , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Si festeggia oggi, 22 aprile, la giornata della Terra e per l’occasione, volevamo mostrarvi le meraviglie del giardino. Siamo dai nonni al mare per trascorrere la Pasqua e oggi abbiamo dedicato la mattinata al riconoscimento di piante e fiori: tanti colori e di tonalità diverse, tanti fiori ma anche ortaggi che stanno nascendo. La Primavera ormai si sta facendo sentire e quindi i semi che il nonno ha piantato si stanno schiudendo dando vita ad ortaggi che poi mangeremo: pomodori, fagiolini, melanzane, cetrioli, insalata e anche gustose fragole.

E’ stato bello vedere come i bambini, se pur piccoli, ascoltano con entusiasmo la storia del seme e della sua crescita; per di più abbiamo avuto la fortuna di vedere proprio questo processo visto che un seme di fagiolo si stava proprio schiudendo. E poi hanno anche capito il rispetto per i fiori quindi NON raccoglierli ma solo ammirarli e annusarli perché non sono solo belli da vedere, servono anche ad esempio alle api e alle farfalle come nutrimento. Insomma… AMIAMOLA LA NATURA, ci saprà dare tanti frutti e tante soddisfazioni che nemmeno immaginiamo ed è proprio questo sentimento di amore che voglio trasmettere ai miei bambini.

Tags : , , , , , , , ,

Ma che giornate stupende che ci sono, addirittura sono previsti 20°; la Primavera è proprio iniziata e lo si vede basta guardare i prati che si stanno riempiendo di margherite, i rami degli alberi che si stanno riempiendo di gemme, alcuni alberi di frutto che sono pieni di fiori e gli uccellini che stanno iniziando a creare i nidi per covare le uova. Vedendo questa natura ho pensato di realizzare dei rami di fiori di pesco: non sono solita raccogliere fiori dal loro luogo naturale però mi piace avere fiori e piante in casa e quindi… senza andare a tagliare dei colorati rami di pesco, li faremo noi.

Materiale: diversi rami spogli, fogli di carta rosa, forbice e scotch.
Procedimento: fin troppo semplice da realizzare ma di grande effetto decorativo in casa. La parte divertente sarà cercare dei rami secchi di diverse misure: lunghi e corti l’importante è che siano senza foglie; mentre i bambini si divertono in questa ricerca correndo nei prati io mi metto a creare i fiori di pesco. Da un foglio di carta rosa, ricavo tanti quadrati piccoli e li piego a metà ottenendo così un triangolo e poi ancora a metà creando un tringolo ancora più piccoloproprio come nelle foto qui sotto.

A questo punto con la forbice arrotondo un lato così quando lo andrò ad aprire avrò ottenuto la sagoma di un fiore. Prendendone 2 per volta e sovrapponendoli un pò sfasati tra loro, vado ad attaccarli al ramo con lo scotch trasparente; con lo stesso procedimento cerco di riempire il più possibile il ramo: fiori ci saranno e più sarà bello il risultato finale quando inserirò i rami all’interno di un vaso.

Tags : , , , , , , , , , , , ,

Eccoci per l’ennesimo appuntamento de il Carnevale dell’Alfabeto e questa settimana la lettera per cui realizzare un’idea sarà la K; devo dire che ci ho pensato un pò perché non mi veniva nulla in mente ma poi… era così semplice, KITE=AQUILONE, non so come non ho fatto a pensarci da subito visto che era anche una delle parole scelte come simbolo della Primavera. Devo dire che da questa idea sono nati diversi modelli: a Simone è piaciuto così tanto realizzarlo che ne ha voluti creare anche per regalare ad alcuni amichetti dell’asilo e quindi… pomeriggio trascorso in giardino a personalizzare gli aquilone: che bellezza!
Il materiale per realizzarlo non è molto, la cosa fondamentale è stata la fantasia che Simone ci ha messo nel personalizzarli; per il suo miglior amico ha disegnato un treno, per la sua amichetta delle bellissime Wink, per se stesso ha invece rappresentato un episodio del suo cartone preferito Il Trenino Thomas e per ultimo ne ha realizzato uno a doppio disegno, da entrambi i lati, e personalizzato con il suo nome e quello di suo fratello.

Materile: foglio di carta bianco, pennarelli o matite o pastelli a cera, forbici, pinzatrice, carta velina colorata, cartoncino rigido e uno spago.
Procedimento: per prima cosa ho disegnato sul foglio bianco la sagoma del nostro aquilone così Simone l’ha potuta tagliare e poi… perdersi nel disegnare il soggetto scelto. Abbiamo appoggiato la sagoma sul cartoncino per ritagliarlo della stessa forma e poi l’abbiamo attaccato con tanti punti metallici della pinzatrice.

A questo punto ci mancano i dettagli: sulla punta abbiamo fatto un piccolo foro dove ci abbiamo fatto passare dentro lo spago colorato chiudendolo con un nodo ben stretto. Per la coda invece abbiamo ritagliato 3 strisce di carta velina color oro, verde e gialla che abbiamo attaccato con dei punti metallici; a questo punto basterà correre e il nostro aquilone ci seguirà volteggiando sopra di noi.

Tags : , , , , , , , , , , , , , ,

Con l’arrivo della Primavera e del sole che sempre più splende, è bello stare all’aria aperta e dare il VIA ai lavori di giardinaggio: togliere l’erbacce, piantare le nuove piante aromatiche, spuntare le siepi per dar vita alle nuove gemme, iniziare ad innaffiare, insomma, di lavori ce ne sono! Noi cerchiamo sempre di coinvolgere anche i nostri bambini perché riteniamo che la NATURA debba essere parte fondamentale della loro crescita; ci interessa molto che si avvinicino alla natura ed imparino ad amarla. Non tutti però hanno un giardino a disposizione e quindi non hanno molte possibilità ma… voglio segnalarvi questo evento al Naviglio a Vapore che vi potrà tornare utile anche se non avete grossi spazi a disposizione.

Sabato 2 aprile è stato organizzato un laboratorio a tema “l’orto in balcone” dove i bambini avranno la possibilità di annussare e toccare la terra e impareranno a coltivare piccoli ortaggi vedendoli poi crescere se, con cura, si prenderanno cura di loro bagnandoli tutti i giorni così potranno poi coglierne i frutti e gustarli. Tutto questo in un vaso quindi anche chi non ha un giardino potrà poi rifare a casa propria la stessa esperienza e vedere come la natura, da un piccolo seme, si evolve. Se il tempo lo consentirà il laboratorio sarà fatto in giardino: un laboratorio sarà alle 11 mentre l’altro alle 15,30, durerà circa 90 minuti e il costo è di 25 euro; per chi volesse partecipare bisogna che si prenoti telefonando al numero 0289190265, scrivendo una mail all’indirizzo info@ilnaviglioavapore.it oppure direttamente sul sito.

Tags : , , , , , , , , , , , , , , , ,

Finalmente è Primavera ed è proprio una bellissima giornata, bisogna festeggiare! Visto che la giornata lo permette, faremo il nostro lavoretto in giardino: per prima cosa MERENDA ed intanto pensiamo bene a cosa creare; ho proposto a Simone di fare una lista di cose che ci fanno venire in mente la Primavera così alla fine potremmo scegliere. La lista era abbastanza lunga ma alla fine, come simbolo principale che ci ricorda la Primavera è uscito fuori… la FARFALLA e così ci siamo subito inventati qualcosa di simpatico. Non servirà molto se non… un pò di fantasia!
Dopo esserci seduti comodi, Simone ha scelto il colore di base: arancione. Prendiamo quindi un pezzo di cartoncino di quel colore e disegnamoci sopra la sagoma di una farfalla; ritagliamola e… adesso libero sfogo alla fantasia. La si può decorare semplicemente colorandola con i pennarelli, le matite o qualsiasi altra tecnica; oppure si possono attaccare delle paiette di diverso colore oppure fare dei ritagli di colore di verso su altri cartoncini e incollarli. Insomma, la scelta sta a voi anzi… al vostro bambino; questa è la creazione di Simone.

Cosa ce ne facciamo ora? E qui sta il bello; da una semplice sagoma ora creeremo un addobbo simpatico per la nostra penna (o matita) preferita. Basterà fare 2 piccole incisioni al centro: una in alto e una in basso e far passare la matita all’interno: devo dire che come inizio di primavera, non è niente male!

Tags : , , , , , , ,

Nemmeno nei giorni di festa ci fermiamo! Oggi siamo stati ispirati dal tempo: all’improvviso abbiamo guardato fuori dalla finestra e nevicava e così… ci è subito venuto in mente il pupazzo di neve! speravamo ne scendesse abbastanza da permetterci di farlo nel nostro giardino ma invece a smesso dopo poco e così… mi dispiaceva vedere i bambini tristi per non aver potuto realizzare anche quest’anno il pupazzo in giardino e così ho deciso di inventarne uno facendolo fare a loro, divertendosi un pò! Vi ricordate il Babbo Natale che abbiamo fatto? Bhe, sulla stessa scia, abbiamo realizzato PIPPO.
La realizzazione è davvero facile e veloce ma il divertimento è garantito, non so perché ma il cotone ha sempre un gran successo. Tanto per incominciare ho disegnato la sagoma di un pupazzo di neve aiutandomi con dei bicchieri per creare le rotondità della faccia e della pancia; poi ho aggiunto le mani e un bel cappello. A questo punto mi è bastato costargere l’intero corpo con della colla liquida così che poi Simone si divertisse a ricoprirlo interamente con il cotone; per finirlo abbiamo deciso di colorare il cappello e di aggiungere dei articolari: dei bottoni sulla pancia e definire il viso con occhi, naso e bocca che ho disegnato su delle etichette adesive, metodo più comodo per attaccarle.

Tags : , , , , , , , , , , ,

Dopo averci pensato attentamente io e mio marito abbiamo trovato una soluzione per coprire il bordo sporgente presente nel nostro giardino che potrebbe essere pericoloso qualora uno dei bambini cadesse lì vicino; abbiamo pensato di coprire l’intero bordo con dei vasi lunghi ma poco profondi così da creare poi una bordura con fiori colorati o piante ornamentali anche a seconda della stagione. Ieri mi sono fatta un bel giro all’interno di un vivaio dove ci ho perso quasi 2 ore tra piante, fiori, decorazioni natalizie e un sacco di cose che mi piacerebbe possedere in casa; alla fine mi sono decisa, ho preso un carrello e ho scelto le piantine da acquistare. Vista la stagione e in vista anche delle prossime gelate, ho scelto piante che non soffrissero il freddo e il gelo, che non dovessero essere coperte e che non avessero bisogno di troppe cure visto il periodo invernale. Ho scelto dei colori sul verde e diverse sfumature, grigio e bianco e… che carini! Per ogni vaso ho messo 2 piantine alternando i colori così che passando nel vialetto potessero catturare l’attenzione e penso proprio di aver fatto un buon lavoro, che ne dite?

Tags : , , , , , , , , , , ,

  • PROSSIMAMENTE

  • SPONSOR

  • AFFILIAZIONI

  • INIZIATIVE SPECIALI

  • Io allatto alla luce del sole 4

  • Volantini digitali co2neutral

  • Segnalato da:

  • BBMAG

  • segnalato da pane, amore e creativita

  • Wikio - Top dei blog - Blog creativi
  • PARTECIPO A…