Posts Tagged ‘casetta’

casalbero1

Quando ho pensato a pianificare questa settimana itinerante ho cercato di mettere insieme un viaggio che potesse unire il divertimento ma anche la visita di luoghi particolari e culturali ma non solo, anche delle belle passegiate all’aria aperta e la visita, perché no, di qualcosa di studiato da poter vedere dal vivo. Ma non solo, ho cercato posti diversi per i nostri soggiorni; ogni giorno un paese o città diversa e di conseguenza anche posti per doemire differenti tra loro. Quello della prima sera penso che sia il più strano, il più particolare, il più divertente e al tempo stesso quello che lascerà sicuramente un segno nei nostri cuori: dormiremo in una casetta sull’albero. Leggi tutto

Tags : , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

casetta-foto3

25 dicembre 2016
Buon Natale a tutti voi, vi auguriamo di trascorrere una splendida giornata in famiglia; speriamo che Babbo Natale abbia portato tutto ciò che i nostri bimbi desideravano e avevano richiesto. Ovviamente grandi abbuffate oggi e per un augurio speciale pr i nonni, ecco qui il nostro biglietto natalizio. Leggi tutto

Tags : , , , , , , , , ,

Prontissimi per partire per questo lungo week-end ospiti all’Altomincio Family Park grazie all’invito fattomi dall’agenzia Ambito 5 secondo voi, potevo forse non accettare? Direi di no e quindi… si parte! Non saremo soli, insieme a noi ci saranno Antonella di La voce delle mamme, Barbara di Genitori Channel, Sabina di Castagnamatta e Le Funky Mamas ovviamente tutte in compagnia della famiglia quindi prevedo un bel week-end in allegria. Per fortuna anche il sole dovrebbe essere dalla nostra parte quindi siete curiosi ma immagino abbiate anche un po’ di sana invidia per quello che ci aspetta? E allora… si va! Leggi tutto

Tags : , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Si sta avvicinando la festa del papà e Simone mi ha detto che all’asilo hanno già regalo il pensierino che hanno realizzato con la pasta di sale: sono troppo curiosa! E noi cosa facciamo? Devo dire che di idee ne ho però vorrei fare qualcosa di simpatico, colorato, coinvolgente insomma che sia davvero personale; ecco perché alla fine ho pensato ad una CASA. La casa è il nostro rifugio, dove viviamo quotidianamente tutte le nostre splendide giornate, dove condividioamo tutti insieme i diversi momenti della giornata; è il luogo che ci accomuna ed è tutto nostro e quindi ho deciso di realizzare la nostra casa. Leggi tutto

Tags : , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Ci era già capitato di realizzare una mangiatoia e persino una casetta per gli uccellini ma per il gusto di vederli vicini per poterli osservare; ora invece anche la telegiornale trasmettono la richiesta di lasciare anche delle semplici briciole di pane sui propri davanzali perché la neve che purtroppo è scesa abbondante ora sta ghiacciando e questi poveri animali non trovano di che cibarsi. Acqua ce n’è in abbonzanza visto che la neve non manca e basta anche appoggiarci il becco e la sete si attenua ma la fame… quella no; stasera al telegiornale ho visto delle terribili scene e quindi ho pensato bene di farmi aiutare dai bimbi sia per renderli partecipe e mostrargli cosa mangiano e come poter realizzare un semplice pasto per loro e sia per spiegargli come possiamo renderci utili per dei piccoli e indifesi animali. Leggi tutto

Tags : , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Ho preparato una nuova scheda-gioco per far trascorrere del tempo allenando la mente ma non solo, insegnerete anche al bambino il ciclo della natura: di cosa si nutre una lumaca, quando vediamo una lumaca, come si muove e molto altro. Partendo da una vostra spiegazione, il bambino apprenderà quindi delle nuove nozioni su questo particolare animale e alla fine lo potrete far divertire con un semplice gioco: indovi la strada giusta. Leggi tutto

Tags : , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Dopo la casetta per gli uccellini, ecco qui una colorata, comodissima e non ingombrante mangiatoia dove i piccoli passerotti potranno venire a rifornirsi. Colorata perché tutto ciò che cerchiamo di creare e che ci inventiamo ha come obbiettivo principale il colore. Comoda perché di certo gli uccellini non devono mica mangiare in volo: come noi ci sediamo a tavola, è giusto che anche loro siano comodi e quindi abbiamo pensato anche ad uno stelo dove loro si potessero appoggiare. Non ingombrante perché, come già specificato anche quando abbiamo costruito la casetta, non vorrei che venissero uccelli troppo grossi ma mi farebbe piacere venissero dei semplicii passerotti così da poterci sedere e vederli mentre si avvicinano a noi. Ecco qui il nostro progetto.
Abbiamo utilizzato una semplice bottiglia di plastica da 1/2 litro proprio per non crearla troppo grande; con un taglierino o anche un coltello incido una parte, servirà per inserire il mangime e sarà per gli uccellini il punto d’accesso al cibo quindi dovrà essere abbastanza grande. Siccome tagliando con il taglierino o il coltello l’incisione non risulterà certo liscia e quindi si potrebbero ferire gli uccellini, abbiamo utilizzato un pezzo di cannuccia per arrotondare il taglio: abbiamo tagliato a metà la cannuccia e l’abbiamo inserita nella parte in basso così siamo sicuri che non si potranno far male. Nella parte davanti, quella verso il tappo, infilo uno stuzzicadenti facendolo passare da parte a parte: sarà l’appoggio per gli uccellini che si potranno posare e agilmente potranno poi beccare il mangime.

Tocco finale il colore: con della carta velina ricopro la parte davanti, verso il tappo, e il fondo: noi abbiamo utilizzato un colore per il davanti e uno per il fondo ma voi potete fare come preferite: una volta che attacca la carta velina, abbiamo disegnato dei particolare con pennarello così… sarà colorata e allegra.

Tags : , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Finalmente ce l’abbiamo fatta, siamo riusciti a costruire la nostra “casetta” per gli uccellini! Dopo aver visto il nido creato da una famiglia di merli all’interno di una siepe, l’idea proposta di crearne una noi per ospitare degli uccellini è piaciuta molto sia al grande che al piccolo e quando l’hanno vista terminata… erano proprio soddisfatti e ora attendono alla finestra che il primo uccellino ci venga a far visita.

Per realizzarla ho fatto una lunga ricerca ma poi… c’ho che mi serviva era a portata di mano: per Pasqua ci avevano regalato una scatola a forma di casetta che conteneva gli ovetti ma solo ieri sera mentre stavo preparando una buonissima torta con il cioccolato avavanzato me ne sono resa conto e così… mi sono subito messa all’opera. Ho aperto la scatola e ho tracciato la forma su un foglio di carta così da ottenere la sagoma e se volete potete scaricarla (casetta); ho riportato la sagoma su un cartoncino un pochino spesso, che potesse essere in grado di tenere un minimo peso. Con tranquillità e molta pazienza, ho inciso il cartoncino ritagliando l’intera sagoma e prima di creare la casetta vera e propria, l’abbiamo interamente rivestita di carta velina e ho fatto divertire i bambini facendo scegliere a loro il colore e facendogli spargere colla ovunque, fondamentalmente… è per loro questo progetto!

Una volta terminata questa fase è quindi tutto pronto per l’assemblaggio: con la colla sono andata a chiudere formando le varie pareti della casetta fino a chiudere con il tetto; ultima cosa da fare è un foro nella parte frontale che possa permettere agli uccellini un facile incresso. Il buco non lo farò grandissimo perché non voglio che vengano uccelli di grossa taglia (piccioni, tortore o merli) ma dei semplici e piccoli passerotti; ora i particolari: ci siamo messi a decorarla e per l’occasione ho utilizzato un pennarello color argento creando una decorazione lungo tutto il perimetro della scatola e tutto intorno al buco d’ingresso. A questo punto basterà metterci dentro un pò di paglia per dare uno spunto agli uccellini per crearsi il nido e, chi lo sa, magari potranno anche trovarsi così bene da covare le uova, sarebbe un’emozione.

Nei prossimi giorni voglio dedicarmi alla creazione di una mangiatoia; ho trovato un’idea carina nel web per realizzare una mangiatoia molto particolare dove gli uccelli possono andare a cibarsi e devo dire che messa vicino alla nostra casetta… sarebbe davvero perfetta quindi tornate a trovarci fra qualche giorno.

Tags : , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

L’asilo di Simone ha organizzato in collaborazione con l’associazione A.R.E.A. di Lodi, un laboratorio ambientale davvero interessante: Nidi. Come costruire una dimora; attraverso racconti ed immagini verrà spiegato ai bambini il sapiente lavoro degli uccelli mentre si preparano il nido. Simone è rimasto entusiasto, mi ha raccontato per fino e per segno la mattinata trascorsa ed era felicissimo di aver conosciuto un nuovo tipo di uccello: la cinciallegra. Tornando a casa mi ha detto che anche noi dovevamo costruire un nido e così mi ha spiegato come il signore che ha tenuto il laboratorio l’ha costruito utilizzando tanti e tanti legnetti; con tutta la nostra buona volontà non potremo MAI farlo uguale, la natura è UNICA nel suo genere!
Sapete la strana coincidenza qual è? Oggi sono venuti i giardinieri per tagliare le siepi e dopo avermi chiesto la misura desiderata, si sono messi al lavoro. Ad un certo punto, mi hanno chiamata dicendomi: “Signora, può venire un momento?” Mi chiamavano perché all’interno di una pianta ormai diventata un alto e folto cespuglio, una merla aveva creato il suo bel nido; la cosa strepitosa era che all’interno c’erano le uova e figuriamoci se gli facevo potare l’albero… Appena Simone è tornato dall’asilo, abbiamo controllato che la merla non ci fosse, abbiamo preso una sedia e ci siamo arrampicati per vedere dentro; sapete qual è stata la sorpresa? Al mattino c’erano le uova mentre ora… erano nati 4 uccellini ed era rimasto 1 uovo ancora chiuso. Che meraviglia… la natura è davvero strepitosa. Con più attenzione ho fatto caso al nido, una vera e propria opera d’architettura: fortemente attaccato ai magri rami del cespuglio, ben incastrato, robusto e accogliente e creato con tanti pezzetti di legno, paglia ed erba secca. Devo dire che un nido così da vicino non mi era mai capitato. Pensandoci mi è venuta una brillante idea che ho subito proposto a Simone: perché non costruire una mangiatoia dove gli uccellini possono venire a trovare il cibo necessario? Inutile dire che è piaciuta molto la mia proposta e così… corro a preparare il progetto per la nostra casetta, lo troverete nei prossimi giorni, quando avremo terminato di prepararlo.

Tags : , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Questo post lo vorrei dedicare a chi possiede una dote unica: saper lavorare con le mani senza nemmeno aver mai fatto una scuola insomma, per chi ha un vero talento, la zia UCCIA! Ci sono state regalate dalla zia queste fantastiche decorazioni interamente fatte a mano con la pasta di sale e i bambini sono rimasti… colpiti! I disegni sono i più diversi: casette, animali di diverso tipo (maiali o papere), albero di Natale, pupazzo di neve e molti altri; ogniuno creato con le sue mani, in totale libertà e fantasia sia di forma che di colore. Ormai conosco bene la bravura della zia che ha sempre nuove idee e questa devo dire che è piaciuta molto ai bambini che subito si sono prodigati nell’arricchiere l’albero di quest’anno.
Per prima cosa ha manipolato la pasta di sale mettendo insieme i semplici ingredienti ovvero acqua e sale fino nelle giuste proporzioni, quelle che io sbaglio sempre! Poi dopo aver manipolato e rimanipolato bene l’impasto finché non ha ottenuto una buona consistenza, ha iniziato a lavorare i singoli elementi: prima pensando alla decorazione da creare poi manipolando un pezzo di pasta di sale dandogli vita, dandogli una forma. In ogni creazione ha fatto un piccolo forellino in altro con l’aiuto di uno stuzicadenti così da poterci far passare un nastrino per poi essere appese. Che ne dite? Io dico che è semplicemnte unica, vedrete che mini presepe ci ha preparato sempre con la pasta di sale…

Tags : , , , , , , , , , ,

Ebbene sì, anche in casa è possibile farlo, come? Grazie a Lisciani giochi che ha creato questo giocattolo davvero creativo e divertente: la casetta gigante di Mickey; è facilissimo da montare, sicuro al 100% perché è formato da pezzi di robusto cartone. La cosa divertente è che i bambini ci possono entrare, sedersi all’interno o addirittura affacciarsi alla finestra; cosa più divertente è che si può interamente colorare e quindi i bambini non solo si divertiranno insieme a voi a montarla ma poi si perderanno nel colorarla, personalizzandola proprio come piace a loro. L’età consigliata va dai 3 ai 6 anni ovviamente hanno però bisogno del vostro aiuto… divertitevi con loro!

Dimensioni: 100x100x10 centimetri.
Prezzo: 19,90 euro

Tags : , , , , , , ,

  • CONSIGLIATO

  • PROSSIMAMENTE

  • SPONSOR

  • AFFILIAZIONI

  • INIZIATIVE SPECIALI

  • Io allatto alla luce del sole 4

  • Volantini digitali co2neutral

  • Segnalato da:

  • BBMAG

  • segnalato da pane, amore e creativita

  • Wikio - Top dei blog - Blog creativi
  • PARTECIPO A…