Articoli della categoria ‘in farmacia’

tisana1

Vorrei lasciare un consiglio a tutte le neo mamme che sicuramente non sanno ancora bene cosa, come e quale tisana scegliere per il proprio cucciolo; ho avuto la possibilità di provare la nuova bevanda di Mister Baby, una tisana da diluire quindi comodissima anche da portarsi sempre dietro e molto pratica da preparare. Leggi tutto

Tags : , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

nurofendol1

Non so voi ma io quando preparo la valigia per partire, preparo sempre una mini borsa con i medicinali: non si sa mai! La febbre o un piccolo malessere possono capitare ovunque e in qualunque stagione quindi termometro e qualche medicinale generico son sempre utili da portar dietro; se poi come me avete 2 maschi e il pallone e il loro migliore amico… di sicuro serve anche il disinfettante, qualche benda e tanti cerotti. Ma quest’anno si aggiunge un nuovo alleato, da tenere persino in borsa e quindi sempre pronto per qualsiasi occorrenza, si tratta di Nurofen Dol, un vero alleato! Leggi tutto

Tags : , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

bionike2

Quest’anno i bimbi non vedevano proprio l’ora che finisse la scuola perché l’8 giugno corrispondeva anche alla partenza immediata per il Lago di Garda in vacanza coi nonni: fine scuola 16,30, partenza per le prime vacanze 16,35… meglio di così! Ovviamente la preoccupazione maggiore è che il tempo sia clemente e che non sia come sta facendo in questo periodo dove l’alternanza di temporali e di cali di temperatura ha fatto sì che il raffreddore non ci abbandonasse. Nella speranza che il divertimento sia assicurato e che l’estate possa cominciare in anticipo, non poteva certo mancare in valigia la protezione solare e il dopo sole… Leggi tutto

Tags : , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

freestylelibre2

Mi è già capitato di parlare di un argomento serio e molto delicato come quello del diabete anche se solo da un punto di vista esterno; per mia fortuna non ho nessuno che in famiglia ne soffre e che quindi deve stare attento giornalmente ai suoi valori; ho però un’amica che per tutta la gravidanza mi ha fatto vivere con lei questa esperienza di quotidiane “punture” e devo dire che non è certo una cosa piacevole però essenziale per evitare che il piccolo possa poi soffrire di diabete pediatrico. Leggi tutto

Tags : , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

In caso non ho più il tormento di dover provare la febbre a dei bimbi piccoli e quindi di trovarmi in difficoltà per capire se la temperatura rilevata corrisponde al vero; non per questo però posso dormire sonni tranquilli perché se la febbre da controllare è notturna… non lo sveglierò di certo, e voi? Quando un bimbo dorme è giusto che riposi e quindi se sta dormendo ma bisogna controllare se la febbre è salita, che fare? Problema risolto con Fidati, un nuovo termometro prodotto da Joycare. Leggi tutto

Tags : , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Chi di voi non ODIA questo piccolo insetto? Non so voi ma qui è una tragedia… in particolare il piccolo Lorenzo è la loro preda preferita. Possibile avere il corpo pieno di punture tanto da sembrare di aver preso una malattia infettiva? Vogliamo parlare del prurito notturno che gli provoca e che quindi mi fa svegliare in piena notte perché “piazzandosi” nel lettone e come se non bastasse attaccato al mio corpro e quindi quando gli parte il prurito… il mio sonno si interrompe. Non è possibile… Leggi tutto

Tags : , , , , , , , , , , , , ,

Io non saprei proprio quale sia e soprattutto come riconoscerlo nei diversi mesi;da una ricerca di Aogoi e Clearblue pare proprio che le principali domande delle donne sia sul conoscere gli ostacoli al concepimento, che cerchino parecchio tutte le informazioni sull’argomento. Insomma, voi quanto ne sapete? Ve ne interessate per cercare di capire meglio in quale periodo poter essere più o meno fertili oppure vi affidate al caso? Leggi tutto

Tags : , , , , , , , , , , , ,

Mamma lo sai che mi dondola un dente?” è stata la frase che mi ha detto Lorenzo all’uscita dall’asilo; ovviamente ho risposto “ma certo…” senza dar peso alla sua affermazione perché, conoscendolo, so che ha una fervida immaginazione ma… mentre mangiava la merenda mi sono accorta che masticava in maniera strana e ho controllato: possibile che dondoli davvero? Non è ancora finito il calvario della caduta di Simone e già inizia il piccolo; non sono pronta anche perché Simone ha iniziato più tardi, in prima elementare perché Lorenzo proprio adesso? Non è un pò presto??? Leggi tutto

Tags : , , , , , , , , , , , , , , ,

Mi ha sempre incuriosito guardare la pubblicità in televisione del contraccettivo Persona; utilizzare uno strumento elettronico per sapere il periodo fertile e quello con meno probabilità di rimanere incinta. Possibile che la tecnologia arrivi a tanto? Ho sempre pensato che fosse una cosa inutile, che non fosse il caso di utilizzare uno “strumento” (perché di questo si tratta) per stare attenti e calcolare con precisione quando stare tranquilli insomma, possibile avere un calendario da rispettare? Ho avuto la possibilità di provarlo e devo dire che per alcune cose mi son dovuta ricredere. Leggi tutto

Tags : , , , , , , , ,

A chi non è mai capitato di sentire il proprio bimbo che piange e cercare di consolarlo ma, pensando di fargli cosa lieta gli si cambia il pannolino e… mamma mia che arrossamento! A me è capitato molto spesso con Lorenzo, in particolar modo quando gli stavano sbucando i denti e la “pupù” era molto acida e molle; dovevo subito cambiargli il pannolino perché altrimenti si arrossava in maniera spaventosa. Stessa esperienza la sta vivendo Chiara con il piccolo Gabriel: da qualche giorno sta facendo delle scariche di dissenteria molto liquide che gli provocano un sederino color peperone, cosa fare? Ne abbiamo parlato un po’ confrontandoci e le ho suggerito di provare con Baby Foille. Leggi tutto

Tags : , , , , , , , , , , ,

Ci risiamo, nemmeno un mese d’asilo e già compare il cartello con su scritto “Attenzione, tenete controllate le teste dei bambini!” e non capisco perché tanto allarmismo. È vero che non è una cosa piacevole, ma di certo non bisogna vergognarsene: possibile che siamo nel 2013 e ancora non si è capito che i pidocchi si insidiano principalmente sui capelli puliti? Perché vergognarsi a tal punto di non dirlo alle maestre e così infestare le teste di tutti? È anche vero che, per mia fortuna, non mi sono mai trovata in questa situazione con i miei figli, ma da piccola i pidocchi li ho presi e mia mamma non è entrata nel panico: mi ha curato con dei validi prodotti, mi ha tagliato un po’ i capelli per agevolare la pulizia delle uova e… basta! Leggi tutto

Tags : , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Prima di partire per le vacanze, mi è stata consegnata a casa una busta contenente un kit con tutto il necessario per una medicazione avanzata di Pic Solution per presentare la nuova gamma di prodotti Myskin; molto felice l’ho messa in valigia perché… non si sa mai ma per fortuna non ci è servita. Torno dal lavoro ieri, vado a prendere Lorenzo all’asilo e mi trovo una sorpresa, poco gradita per altro: un graffio sul ginocchio ricoperto da un cerotto giocattolo; non mi son molto preoccupata perché conoscendo l’agitazione di Lorenzo è normale che una scivolata possa capitare ma una volta tolto il cerotto… Leggi tutto

Tags : , , , , , , , , , , , , , , ,

Di cosa si tratta? Nuova gamma di prodotti? Nuovo packaging? Oppure qualcos’altro… Appena ho ricevuto l’invito per scoprire la #Rivoluzione Mustela non ho saputo resistere: sia perché di mio sono molto curiosa e sia perché vorrei ADORO le novità se poi si tratta di cose per bambini… bhe c’è sempre da imparare e quindi eccomi pronta a seguire le orme che mi porteranno nel mondo Mustela. Leggi tutto

Tags : , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Mi è stata data la possibilità di testare il nuovo biberon Natural di Avent e non mi sono fatta scappare l’occasione nonostante… non abbia figli da allattare ma care amiche a cui sta per nascere un bimbo ne ho diverse e così ho voluto pensare a una di loro. Ho aspettato l’arrivo del pacco e poi insieme alla mia amica abbiamo aspettato il giorno della sua nascita: ben venuto, c’è già un regalo che ti aspetta, ti piacera? Ho pensato di fargli provare questa novità visto che è perfetto per i neonati vista la sua forma super anatomica tanto da… sembrare una tetta, vediamo se è vero. Leggi tutto

Tags : , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Un pò di tempo fa ho ricevuto l’invito per partecipare ad un incontro presso gli uffici di Boiron e non ho saputo resistere; conoscendoli già di persona per un precedente incontro, avendo avuto la grande occasione di vedere i laboratori di Lione in prima persona ed essendo vicina all’omeopatia ho pensato di cogliere anche questa opportunità. All’incontro sarà presente la dottoressa Elena Bosi specialista in pediatria che utilizza l’omeopatia senza nulla togliere alla medicina tradizionale; avendo voglia di saperne sempre di più su questo argomento non mi sono tirata indietro e…mi sono divertita molto a “giocare” con le altre mamme bloggers. Leggi tutto

Tags : , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

In vista della mia partenza per Lione, alcune di voi mi avevano lasciato delle domande da porre e, ovviamente, non mi sono sottratta e ho approfittato del momento giusto per porre le vostre questioni. Da qui, mi si è aperto un mondo anzi, vorrei lanciare una polemica perché non è possibile che qui in Italia non si possa ancora parlare di omeopatia; penso che ognuno di noi debba potersi sentir libero di curarsi come meglio crede anche perché ci sono molti studi che testimoniano l’efficacia di questa metodologia di cura quindi… perché non parlarne? Perché non poter leggere i foglietti illustrativi? Perché doversi affidare alle parole di qualcun altro? Insomma, riflettiamo! Leggi tutto

Tags : , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

L’inverno per noi mamme è una stagione tanto odiata non solo per il freddo e per il dubbio su come vestire i nostri bambini ma soprattutto per via del nasino chiuso: un vero problema in particolar modo per i più piccoli che non si sanno soffiare il naso da soli e quando gli chiediamo di farlo di certo non sono entusiasti e non ci corrono incontro felici e quindi ci tocca poi utilizzare la soluzione fisiologica che nessuno di loro ama. Ma voi lo sapevate che le soluzioni non sono tutte uguali? Leggi tutto

Tags : , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Dopo aver ricevuto l’invito per partecipare all’incontro con Christian Boiron e avere così la possibilità di avere maggiori informazioni riguardo all’omeopatia, non ho avuto dubbi e ho subito accettato. E’ stata una bella serata trascorsa in compagnia di un team cordiale e disponibile, in un ambiente allegro e ricco di colori grazie alle opere di Gregorio Mancino realizzate su mobili, pareti o muri e straordinaria è stata la sua accoglienza: ha realizzato per ogni partecipante un’opera unica e personalizzata. Durante il buffet, intanto che aspettavamo l’arrivo di Christian Boiron, noi blogger abbiamo avuto la possibilità di conoscerci e iniziare a relazionarci con il personale dell’azienda che si è mostrato da subito molto disponibile.

La serata è iniziata con la presentazione dell’azienda e dei suoi collaboratori per poi lasciare la parola a Christian Boiron che ci ha spiegato la motivazione di questo incontro, unico nel suo genere e rilevante per l’azienda: Boiron ha ritenuto fosse importante far chiarezza sull’omeopatia e sapendo che il web sta prendendo sempre più piede, ha voluto “ascoltare” le domande e i quesiti di noi blogger per ampliare la comunicazione su questo argomento che, molto spesso, viene travisata.

Le domande che sono state poste sono state diverse: esistono casi inequivocabili per i quali è provata l’efficacia? Quanto è conosciuta in Italia? L’omeopatia è utilizzata anche in casi gravi come ad esempio i tumori? La medicina tradizionale va in conflitto con l’omeopatia? Si possono utilizzare insieme? Visto che per i medicinali non si può far pubblicità, come vi fate conoscere? Mi voglio però soffermare su 2 domande che interessano prevalentemente il campo di cui mi occupo con passione: i bambini. E’ stato chiesto se i medicinali omeopatici si possono dare anche ai bambini e come ci si deve comportare in gravidanza. Le spiegazioni sono state date dal dottor Targhetta medico omeopata: partiamo dal fatto che i prodotti omeopatici non hanno effetto tossico in quanto totalmente naturali, inoltre non si riscontrano effetti collaterali, quindi già questo dovrebbe far capire a noi mamme che sono prodotti sani e naturali, ed è proprio di questo che i bambini hanno bisogno. Certo, c’è il pediatra che ci consiglia e ci aiuta nella loro crescita ma alla fine siamo noi mamme che prendiamo le decisioni finali su come comportarci e sapere che ci sono dei prodotti che ottengono lo stesso risultato ma che hanno proprietà naturali… penso sia la scelta giusta. La stessa cosa vale nei confronti della gravidanza anzi, non ci sono aiuti migliori soprattutto in avvicinamento al parto e nel post parto.

Da mamma posso darvi un piccolo esempio provato e testato in vista di un semplice problema come la dentizione: col primo bambino non mi sono nemmeno accorta che i denti stavano nascendo, non ha mai avuto problemi di nessun tipo, né dolori, né salivazione, né dissenteria; col secondo figlio invece a tutt’oggi siamo ancora qui che aspettiamo finiscano di uscire. Con i primi denti aveva 1 settimana intera di dissenteria così forte che non solo aveva il sederino arrossato ma quasi si squamava tanto da dovergli mettere una crema creata appositamente con erbe e cambiargli il pannolino quasi ogni ora; dopo la settimana di dissenteria arrivava la febbre che durava circa 3 giorni ed infine un dolore che lo faceva piangere, agitare e tenere sempre le dita in bocca. Devo dire che ne abbiamo provate diverse: pomate che indolenzivano la gengiva almeno vicino ai pasti e al riposo notturno per alleviargli il dolore, gocce calmanti, massaggi alle gengive, collana di ambra che pare catturi la negatività ma… non abbiamo risolto molto. L’ultimo tentativo è stato con dei flaconcini: devo dire che c’è stato un gran miglioramento: non si sono presentati più né la febbre né la dissenteria e il dolore è diminuito tanto da non piangere più ma avere solo necessità di mettersi qualcosa in bocca. Per noi mamme è importante che il bambino stia bene quindi è giusto provare per trovare la cosa migliore per lui e questo non è l’unico esempio che potrei farvi. Il problema più diffuso nei bambini è la tosse e di sciroppi ce ne sono molti in giro anche fin troppo specifici a seconda del tipo di tosse ma non mi risolvevano il problema; alla fine ho provato un loro prodotto indicato per questo problema e devo dire che con un unico prodotto, in un gusto aromatizzato molto gradevole, la tosse si allevia dopo pochi giorni. Come avrete capito, io utilizzo medicinali omeopatici sia per me che per i miei bambini e fino ad ora mi sono sempre trovata bene; considero l’omeopatia un buon metodo per la soluzione di problemi, non ha niente da togliere o in meno rispetto alla medicina tradizionale; penso sia giusto utilizzarle entrambe al bisogno. Non avendo effetti indesiderati e non essendo tossici penso che i medicinali omeopatici possano essere la risorsa del futuro e spero che, anche grazie al nostro contributo, si possa fare e avere più chiarezza lasciando proseguire chi si occupa di omeopatia con passione e amore, con Christian Boiron, di fare passi da gigante ottenendo così risultati sempre migliori. Ricordiamoci che la natura è parte fondamentale della nostra vita, siamo nati da lei e dobbiamo rispettarla e di sicuro da lei si può ricavare tutto ciò di cui abbiamo bisogno.

Come ultima cosa, voglio mostrarvi una nostra creazione realizzata con i flaconcini; nel nostro sito raccogliamo tante idee e lavoretti soprattutto con materiale di riciclo e di questi flaconcini ne abbiamo utilizzati talmente tanti che siamo riusciti a recuperarli creando… delle simpatiche zattere galleggianti.

Article sponsorisé

Condividi con ebuzzing

Tags : , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Con l’inizio dell’anno scolastico ecco che iniziamo a preoccuparci per i capelli dei nostri figli con shampoo, balsamo, lavaggi continui e spray per cercare di evitare il contagio dei pidocchi ma: quanto ne sappiamo sui pidocchi? E’ giusto fare lavaggi frequenti? Meglio usare dei prodotti per prevenire? Insomma, l’argomento ci tocca da vicino e a volte non ne sappiamo abbastanza: cosa sono i pidocchi? Ecco qui la loro carta d’identità.

I pidocchi sono piccoli insetti grigio-biancastri che vivono mediamente 1-2 mesi; si nutrono di sebo o di sangue umano attraverso piccole punture che possono generare prurito. Le femmine depositano circa 250-300 uova, dette lendini, nell’arco della loro vita e queste si schiudono dopo circa 7-10 giorni. I soggetti più a rischio sono i bambini tra i 3 e gli 11 anni che frequentano delle comunità (asilo, scuola) e il contagio avviene per contatto diretto visto che i pidocchi non volano e non sanno saltare. Il segnale che ci deve far allarmare è un continuo prurito alla testa ed è quindi meglio ispezionare subito la nuca, le tempie e il dietro delle orecchie che sono i punti dove le lendini si annidano. Una volta che abbiamo appurato l’infestazione, per prima cosa dobbiamo applicare un prodotto specifico antipediculosi; questo trattamento andrà ripetuto a distanza di 8-9 giorni così da eliminare le larve nate dalle uova che non siamo riusciti ad uccidere durante il precedente trattamento. A questo punto però è anche importante pulire bene lenzuola e vestiti a 60°, aspirare bene cuscini, poltrone e divani; altra cosa importante è avvisare la scuola frequentata.

Vorrei segnalarvi la linea di prodotti PARANIX che comprende un prodotto per trattare, uno spray per prevenire e uno shampoo per coaudiovare nonché il pettine che vi permette di individuare meglio pidocchi e lendini. Il trattamento dura solo 15 minuti, non irrita la cute ed è in soluzione spray quindi molto comoda da usare; all’interno della confezione trovate anche il pettine e un libretto esplicativo con tutte le istruzioni. La prevenzione invece aiuta a ridurre l’adesione delle lendini e a prevenirne eventuali re-infestazioni; anche questo è in spray e non contiene alcun azione chimica. C’è poi lo shampoo e balsamo che facilita la rimozione delle lendini e dei pidocchi e favorisce l’azione lenitiva della cute ed è un complemento al trattamento. Vi ho voluto segnalare questa marca, nonostante ce ne siano diverse in commercio, perché ha creato una bella campagna informativa con un pieghevole molto specifico (Paranix) e un test che vi lascio qui sotto.

A volte pensiamo di saper tutto sui pidocchi ma poi, c’è qualcosa che ci sfugge; fate questo piccolo test e vi accorgerete davvero di quanto sapete e cosa invece vi sfugge; vi basterà rispondere VERO o FALSO e poi controllare le vostre risposte con quelle corrette.
1) La scarsa igiuene è una delle principali cause legate al”insorgenza dei pidocchi?
2) Il pidocchio, nutrendosi di sangue, può favorire la trasmissione di malattie infettive?
3) E’ molto importante avvisare la scuola frequentata dal bambino non appena ci si accorge che ha contratto i pidocchi
4) La pedicusoli è un problema che riguarda esclusivamente i bambini?
5) E’ fondamentale tagliare i capelli in caso di infestazione da pidocchi?
6) Lavare le lenzuola, i pettini, gli abiti in acqua molto caldaè fondamentale per impedire il ripetersi del contagio?
Risposte esatte
1) FALSO, i pidocchi preferiscono colpire “teste” pulite.
2) FALSO, i pidocchi non sonon portatori di alcun tipo di malattia.
3) VERO, allertare le comunità è il primo passo per fermare il contagio.
4) FALSO, vengono contagiate anche le persone adulte.
5) FALSO, in caso di capelli lunghi è consigliabile l’uso di un prodotto in grado di ammorbidire i capelli facilitando il passaggio del pettine per la rimozione di lendini e pidocchi.
6) VERO, bastano pochi e semplici accorgimenti per evitare fastidiose ricadute.

Tags : , , , , , , , , , , , , , ,

Le vacanze sono ormai vicine e noi mamme staremo stilando delle lunghissime liste per non dimenticar nulla ma alla fine qualcosa di sicuro ce lo dimenticheremo, non siamo dei computer! Cosa è veramente importante non lasciare a casa? Bhe di cose ce ne sarebbe davvero molte da mettere ma per aver un minimo aiuto, il sito di Mamme Acrobate ha pensato di stilare una vera e propria lista anche con l’aiuto di tutte noi e così son subito corsa ha lasciare un mio consiglio perché di cose utili ce ne sono molte ma vista la mia esperienza… secondo me il CICATRENE non può certo mancare! Sono diversi i medicinali base da portare perché di certo non ci si può portar dietro un’intera farmacia però questa pomata la trovo utilissima perché, in vacanza il classico graffio non mancherà di certo e se avete un figlio “piagnone” come il mio grande ometto… bhe o per tutto il tempo terrà il graffio coperto senza nemmeno muovere la zona interessata oppure, con questa “pomata magica” come ormai la chiama lui, passerà tutto in un solo istante. Questa pomata aiuta a cicatrizzare in maniera veloce e a ridurre il senso di dolore grazie alla doppia azione di antibiotici e aminoacidi che contiene aiutando a disinfettare anche in profondità la ferita facilitando così la ricotruzione dei tessuti interessati.

Ne esistono di 2 tipi:
– in crema per graffi o ferite superficiali o scottature
– in polvere per ferite da taglio o più profonde

Prezzo: circa 7 euro

Tags : , , , , , ,

  • DA VISITARE

  • PROSSIMAMENTE

  • SPONSOR

  • AFFILIAZIONI

  • INIZIATIVE SPECIALI

  • Io allatto alla luce del sole 4

  • Volantini digitali co2neutral

  • Segnalato da:

  • BBMAG

  • segnalato da pane, amore e creativita

  • Wikio - Top dei blog - Blog creativi
  • PARTECIPO A…