Posts Tagged ‘gravidanza’

plasmon2

A volte guardo i miei bimbi e mi accorgo di quanto stan crescendo velocemente, come passa in fretta il tempo… Sembrava ieri che ero incinta di Simone ed invece fra qualche mese fa la Comunione. E Lorenzo? Già in prima elementare e siamo in attesa di vedere la prima pagella; insomma non sono più poi così tanto bimbi. Leggi tutto

Tags : , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Mi ha sempre incuriosito guardare la pubblicità in televisione del contraccettivo Persona; utilizzare uno strumento elettronico per sapere il periodo fertile e quello con meno probabilità di rimanere incinta. Possibile che la tecnologia arrivi a tanto? Ho sempre pensato che fosse una cosa inutile, che non fosse il caso di utilizzare uno “strumento” (perché di questo si tratta) per stare attenti e calcolare con precisione quando stare tranquilli insomma, possibile avere un calendario da rispettare? Ho avuto la possibilità di provarlo e devo dire che per alcune cose mi son dovuta ricredere. Leggi tutto

Tags : , , , , , , , ,

La settimana scorsa sono entrata nel sito Prenatal per acquistare un regalo da spedire ad un’amica in maniera che, in tempi rapidi, potesse ricevere il mio regalo natalizio visto che non abitiamo vicine . Guardando la grafica, ho notato una nuova iniziativa, Mommypedia, che mi ha molto incuriosito sia per lo strano nome sia per cercare di capire di cosa si trattasse e così, sono andata a curiosare. Leggi tutto

Tags : , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Domenica 22 gennaio alle 21, inizierà un nuovo anno di programmazioni sul canale 342 di BBC Knowlodge, canale tematico del gruppo BBC Worldwide, presente sul digitale terrestre che quest’anno ha voluto seguire il filone dedicato all’uomo e al suo sviluppo; una serie di documentari che ci spiegheranno il percorso che ognuno di noi ha fatto per diventare la persona che è attualmente ed il primo appuntamento sarà dedicato a “I nove mesi che ci hanno creato” attraverso un affascinante documentario. Leggi tutto

Tags : , , , , , , , , , , , , , , ,

Chi meglio di una mamma conosce le esigenze, sa cosa può servire, conosce i pregi e i difetti dei vari prodotti insomma, chi meglio di una mamma potrebbe dare un valido consiglio a chi mamma deve ancora diventarlo? Nessuno. Solo una mamma sa veramente le cose che servono, quali sono utili o quali futili, quali cosa bisogna migliorare o totalmente cambiare e per quali oggetti vale la pena spendere i soldi. Ecco come nasce Breastvest, una rivoluzione nel mondo dell’allattamento. Leggi tutto

Tags : , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Si sta avvicinando la stagione invernale e quindi il cambio degli armadi sia per noi mamme che per i nostri bambini; abbiamo tutto quello che ci serve per la nuova stagione? Spesso molti capi non vanno più bene perché i bambini sono cresciuti oppure alcuni si sono rovinati oppure il nostro corpo ha cambiato un po’ forma e dobbiamo acquistare dei nuovi vestiti; ecco perché conviene prendersi qualche ora libera da dedicare allo shopping ma… dove andare per trovare tutto ciò che ci serve? Prenatal è ciò che fa per noi mamme e per i nostri bambini con la nuova collezione 2011-2012. Leggi tutto

Tags : , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Cosa sono le Strisce Rosa? Le avete mai viste? Purtroppo in giro ce ne sono ancora troppo poche però ho avuto la fortuna di vederne un paio e… all’inizio fanno un pò effetto perché, per chi non sa cosa sono, può pensare ad un errore nel colore invece è giusto. Sono “rosa” perché sono i posti riservati alle donna in dolce attesa e per mamme con neonati al seguito, al di sotto di 1 anno di età: sono i parcheggi delle mamme! Leggi tutto

Tags : , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Ho scoperto un’innata musicalità nel piccolo Lorenzo: ADORA ascoltare musica, ballare e cantare e… suonare! Fin da quando ero incinta, ho sempre ascoltato molta musica, era la mia compagna durante l’intera giornata anche perché non sono un’assidua fan della televisione; una volta che poi i piccoli sono nati, ho sempre cantato loro delle canzoncinee addirittura il papà ne inventava ogni giorno una diversa e sempre più divertente che li faceva addormenatre. Leggi tutto

Tags : , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Chi non ha mai avuto problemi di regolarità intestinale? Penso che sia proprio impossibile trovare qualcuno; noi donne siamo addirittura più soggette a questo problema che si accentua con la gravidanza. Volete un consiglio? Kellogg’s All Bran bastoncini che addirittura ha creato una sezione interamente dedicata alle donne in gravidanza perché si sa che durante questo periodo il corpo cambia in maniera radicale. Troverete tanti consigli utili sia sull’alimentazione che su come trascorrere al meglio i 9 mesi mangiando in maniera equilibrata e praticando attività fisica.

I nutrizionisti invitano ad usarli tutti i giorni partendo proprio dalla colazione. Sapete quanto basta per mantenere un buon apporto di fibre? La confezione, ma anche il sito stesso, aiuta molto il consumatore ha capire con chiarezza la validità del prodotto. Innanzitutto troviamo la descrizione del contenuto del singolo bastoncino: 27% di pura fibra di frumento; i suoi cereali, infatti, hanno origine dalla parte più esterna del chicco; ferro e folacina, elementi importanti per il corpo, ancor di più in un momento così particolare come quello della gravidanza; inoltre la descrizione degli ingredienti utilizzati (confezione da 375 g): crusca di frumento (87%), zucchero, aroma di malto d’orzo, sale, vitamine (PP, B6, B2, B1, folacina, B12), ferro. In più sul sul retro troverete tutte le indicazioni degli ingredienti contenuti, troverete anche una tabella nutrizionale completa e dettagliata e anche i GDA ovvero le quantità giornaliere indicate. Pensate che 40 grammi al giorno corrispondono al 44% della quantità giornaliera indicata; detto sinceramente non mi sono mai messa lì a pesare precisamente i bastoncini prima di mangiarli anche perché sono gustosi e devo dire che uno tira l’altro. Spesso quando si parla di fibre si “storce” il naso forse perché non avete ancora trovato il prodotto giusto; sapete perché le fibre servono? Sono ricche di carboidrati ed insieme ad altre sostanze non sono facilmente assorbibili dall’intestino; con l’assunzione di acqua le fibre si gonfiano e ci danno una sensazione di sazietà. Pur piccole che siano arrivano intere nel grosso intestino e solo qui inizia la loro azione: mischiate con l’acqua e dopo essersi gonfiate, cominciano a fermentare e dare così una regolarità intestinale.
Ma i nutrizionisti non si limitano a consigliarci le fibre, non bastano. Bisogna anche bere molta acqua che è di grande aiuto alle fibre e fare una giusta attività fisica che non vuol dire andare in palestra ogni giorno ma basta una camminata a passo veloce; certo, per le mamme in attesa magari è meglio una passeggiata lunga e distensiva che favorisca la circolazione ma per le neo-mamme invece una camminata a ritmo sostenuto farà sicuramente bene anche alla forma fisica. Se volete sapere con precisione però cosa ne pensano gli esperti, scaricate qui la brochure con le loro opinioni.

Tags : , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Dopo aver ricevuto l’invito per partecipare all’incontro con Christian Boiron e avere così la possibilità di avere maggiori informazioni riguardo all’omeopatia, non ho avuto dubbi e ho subito accettato. E’ stata una bella serata trascorsa in compagnia di un team cordiale e disponibile, in un ambiente allegro e ricco di colori grazie alle opere di Gregorio Mancino realizzate su mobili, pareti o muri e straordinaria è stata la sua accoglienza: ha realizzato per ogni partecipante un’opera unica e personalizzata. Durante il buffet, intanto che aspettavamo l’arrivo di Christian Boiron, noi blogger abbiamo avuto la possibilità di conoscerci e iniziare a relazionarci con il personale dell’azienda che si è mostrato da subito molto disponibile.

La serata è iniziata con la presentazione dell’azienda e dei suoi collaboratori per poi lasciare la parola a Christian Boiron che ci ha spiegato la motivazione di questo incontro, unico nel suo genere e rilevante per l’azienda: Boiron ha ritenuto fosse importante far chiarezza sull’omeopatia e sapendo che il web sta prendendo sempre più piede, ha voluto “ascoltare” le domande e i quesiti di noi blogger per ampliare la comunicazione su questo argomento che, molto spesso, viene travisata.

Le domande che sono state poste sono state diverse: esistono casi inequivocabili per i quali è provata l’efficacia? Quanto è conosciuta in Italia? L’omeopatia è utilizzata anche in casi gravi come ad esempio i tumori? La medicina tradizionale va in conflitto con l’omeopatia? Si possono utilizzare insieme? Visto che per i medicinali non si può far pubblicità, come vi fate conoscere? Mi voglio però soffermare su 2 domande che interessano prevalentemente il campo di cui mi occupo con passione: i bambini. E’ stato chiesto se i medicinali omeopatici si possono dare anche ai bambini e come ci si deve comportare in gravidanza. Le spiegazioni sono state date dal dottor Targhetta medico omeopata: partiamo dal fatto che i prodotti omeopatici non hanno effetto tossico in quanto totalmente naturali, inoltre non si riscontrano effetti collaterali, quindi già questo dovrebbe far capire a noi mamme che sono prodotti sani e naturali, ed è proprio di questo che i bambini hanno bisogno. Certo, c’è il pediatra che ci consiglia e ci aiuta nella loro crescita ma alla fine siamo noi mamme che prendiamo le decisioni finali su come comportarci e sapere che ci sono dei prodotti che ottengono lo stesso risultato ma che hanno proprietà naturali… penso sia la scelta giusta. La stessa cosa vale nei confronti della gravidanza anzi, non ci sono aiuti migliori soprattutto in avvicinamento al parto e nel post parto.

Da mamma posso darvi un piccolo esempio provato e testato in vista di un semplice problema come la dentizione: col primo bambino non mi sono nemmeno accorta che i denti stavano nascendo, non ha mai avuto problemi di nessun tipo, né dolori, né salivazione, né dissenteria; col secondo figlio invece a tutt’oggi siamo ancora qui che aspettiamo finiscano di uscire. Con i primi denti aveva 1 settimana intera di dissenteria così forte che non solo aveva il sederino arrossato ma quasi si squamava tanto da dovergli mettere una crema creata appositamente con erbe e cambiargli il pannolino quasi ogni ora; dopo la settimana di dissenteria arrivava la febbre che durava circa 3 giorni ed infine un dolore che lo faceva piangere, agitare e tenere sempre le dita in bocca. Devo dire che ne abbiamo provate diverse: pomate che indolenzivano la gengiva almeno vicino ai pasti e al riposo notturno per alleviargli il dolore, gocce calmanti, massaggi alle gengive, collana di ambra che pare catturi la negatività ma… non abbiamo risolto molto. L’ultimo tentativo è stato con dei flaconcini: devo dire che c’è stato un gran miglioramento: non si sono presentati più né la febbre né la dissenteria e il dolore è diminuito tanto da non piangere più ma avere solo necessità di mettersi qualcosa in bocca. Per noi mamme è importante che il bambino stia bene quindi è giusto provare per trovare la cosa migliore per lui e questo non è l’unico esempio che potrei farvi. Il problema più diffuso nei bambini è la tosse e di sciroppi ce ne sono molti in giro anche fin troppo specifici a seconda del tipo di tosse ma non mi risolvevano il problema; alla fine ho provato un loro prodotto indicato per questo problema e devo dire che con un unico prodotto, in un gusto aromatizzato molto gradevole, la tosse si allevia dopo pochi giorni. Come avrete capito, io utilizzo medicinali omeopatici sia per me che per i miei bambini e fino ad ora mi sono sempre trovata bene; considero l’omeopatia un buon metodo per la soluzione di problemi, non ha niente da togliere o in meno rispetto alla medicina tradizionale; penso sia giusto utilizzarle entrambe al bisogno. Non avendo effetti indesiderati e non essendo tossici penso che i medicinali omeopatici possano essere la risorsa del futuro e spero che, anche grazie al nostro contributo, si possa fare e avere più chiarezza lasciando proseguire chi si occupa di omeopatia con passione e amore, con Christian Boiron, di fare passi da gigante ottenendo così risultati sempre migliori. Ricordiamoci che la natura è parte fondamentale della nostra vita, siamo nati da lei e dobbiamo rispettarla e di sicuro da lei si può ricavare tutto ciò di cui abbiamo bisogno.

Come ultima cosa, voglio mostrarvi una nostra creazione realizzata con i flaconcini; nel nostro sito raccogliamo tante idee e lavoretti soprattutto con materiale di riciclo e di questi flaconcini ne abbiamo utilizzati talmente tanti che siamo riusciti a recuperarli creando… delle simpatiche zattere galleggianti.

Article sponsorisé

Condividi con ebuzzing

Tags : , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Volevo condividere con tutte voi che state per divetare “mamma” questa bellissima canzoncina che ho imparato mentre facevo il corso di acquaticità; la splendida ragazza che ci seguiva ci ha insegnato questa breve canzoncina da canticchiare al nostro cucciolo ancora dentro di noi che piano piano lo cullavamo nella nostra pancia mentre facevamo lezione in acqua: semplice ma piena di tanto amore.

A è un anatroccolo che non sa volare
B è una banana ancora da sbucciare
C è una chitarra suonata con amore
D è un desiderio che nasce in fondo al cuore

E è un’emozione per un bel regalo
F è una farfalla che vola sopra un fiore
G è un gelato sapore di vaniglia
H non lo so, non so a chi assomiglia

I è un isolotto sperduto in mezzo al mare
L è un libro ancora da sfogliare
M è il momento in cui mi sei vicino
N mi ricorda il naso di un bambino

O è l’orsacchiotto per giocare insieme
P è la pianta che cresce dopo il seme
Q è il quadrifoglio trovato per la via
R è la rosa più bella che ci sia

S è il sogno che ti piace fare
T è il tesoro che ognuno vuol trovare
U è l’ulivo colore dell’argento
V che cos’è, cos’è se non il vento

Ultima fra tante ne rimane una
E di tutte quante è la più importante
Z come zucchero per il bimbo mio
Zucchero è l’Amore che ci voglio io.

Tags : , , , , , , ,

E. Nava – S. Fatus
Franco Cosimo Panini
20,00 euro

E’ un libro per i genitori che conservano la storia del figlio fin dalla gravidanza, e per il bambino stesso che ama farsi raccontare di quando era piccolo, tanto più se con immagini e testo adatti a lui.

Tags : , ,

  • CONSIGLIATO

  • PROSSIMAMENTE

  • SPONSOR

  • AFFILIAZIONI

  • INIZIATIVE SPECIALI

  • Io allatto alla luce del sole 4

  • Volantini digitali co2neutral

  • Segnalato da:

  • BBMAG

  • segnalato da pane, amore e creativita

  • Wikio - Top dei blog - Blog creativi
  • PARTECIPO A…