Posts Tagged ‘intestino’

Quando cominciano a comparire in vendita mi danno l’idea che l’estate sia proprio alle porte; quest’anno, come il precedente, ne abbiamo piante alcune piante in giardino. A differenza degli anni scorsi però, quest’anno le abbiamo prese rampicanti: vedere come si arrampicano e come crescono è fantastico e i bambini rimangono a bocca aperta. Ovvio che i bambini ne vanno matti però spesso noi mamme ci domandiamo: troppe non faranno male? Potrebbero portare allergie? Da che età è consigliabile proporle ai bambini? Partiamo col dire che è un alimento completo e ricco di principi nutritivi; addirittura ho scoperto che ha proprietà antivirali, battericide, lassative, regolatrici delle difese naturali, depurative e disintossicanti oltre a portare benefici a livello cardiovascolare, abbassano il colesterolo, favoriscono la perdita di peso e aiutano ad eliminare le tossine intestinali insomma, tanto piccola ma ricca interiormente! Tra le sostanze di cui sono ricche, vitamina C (ne bastano solo 5 per raggiungere la dose giornaliera raccomandata) e acido folico; insomma un toccasana per il benessere sia per i bambini che per gli adulti. Altra particolarità sono i mille modi in cui proporlo in cucina; volete sapere come lo propongo io? Dopo aver constatato che nessuno dei miei 2 bimbi ha avuto problemi di allergia, a Simone piace intingerle nello zucchero mentre il piccolo Lorenzo, golosone, ama mangiarle con la panna.

Tags : , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Chi non ha mai avuto problemi di regolarità intestinale? Penso che sia proprio impossibile trovare qualcuno; noi donne siamo addirittura più soggette a questo problema che si accentua con la gravidanza. Volete un consiglio? Kellogg’s All Bran bastoncini che addirittura ha creato una sezione interamente dedicata alle donne in gravidanza perché si sa che durante questo periodo il corpo cambia in maniera radicale. Troverete tanti consigli utili sia sull’alimentazione che su come trascorrere al meglio i 9 mesi mangiando in maniera equilibrata e praticando attività fisica.

I nutrizionisti invitano ad usarli tutti i giorni partendo proprio dalla colazione. Sapete quanto basta per mantenere un buon apporto di fibre? La confezione, ma anche il sito stesso, aiuta molto il consumatore ha capire con chiarezza la validità del prodotto. Innanzitutto troviamo la descrizione del contenuto del singolo bastoncino: 27% di pura fibra di frumento; i suoi cereali, infatti, hanno origine dalla parte più esterna del chicco; ferro e folacina, elementi importanti per il corpo, ancor di più in un momento così particolare come quello della gravidanza; inoltre la descrizione degli ingredienti utilizzati (confezione da 375 g): crusca di frumento (87%), zucchero, aroma di malto d’orzo, sale, vitamine (PP, B6, B2, B1, folacina, B12), ferro. In più sul sul retro troverete tutte le indicazioni degli ingredienti contenuti, troverete anche una tabella nutrizionale completa e dettagliata e anche i GDA ovvero le quantità giornaliere indicate. Pensate che 40 grammi al giorno corrispondono al 44% della quantità giornaliera indicata; detto sinceramente non mi sono mai messa lì a pesare precisamente i bastoncini prima di mangiarli anche perché sono gustosi e devo dire che uno tira l’altro. Spesso quando si parla di fibre si “storce” il naso forse perché non avete ancora trovato il prodotto giusto; sapete perché le fibre servono? Sono ricche di carboidrati ed insieme ad altre sostanze non sono facilmente assorbibili dall’intestino; con l’assunzione di acqua le fibre si gonfiano e ci danno una sensazione di sazietà. Pur piccole che siano arrivano intere nel grosso intestino e solo qui inizia la loro azione: mischiate con l’acqua e dopo essersi gonfiate, cominciano a fermentare e dare così una regolarità intestinale.
Ma i nutrizionisti non si limitano a consigliarci le fibre, non bastano. Bisogna anche bere molta acqua che è di grande aiuto alle fibre e fare una giusta attività fisica che non vuol dire andare in palestra ogni giorno ma basta una camminata a passo veloce; certo, per le mamme in attesa magari è meglio una passeggiata lunga e distensiva che favorisca la circolazione ma per le neo-mamme invece una camminata a ritmo sostenuto farà sicuramente bene anche alla forma fisica. Se volete sapere con precisione però cosa ne pensano gli esperti, scaricate qui la brochure con le loro opinioni.

Tags : , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Mai buttare gli avanzi, possono sempre tornare utili il giorno dopo! Questa ricetta ne è la prova: arancini di riso ripieni di piselli e formaggio. Purtroppo in questi giorni, in casa sto cucinando quasi esclusivamente riso in bianco per via di disturbi intestinali che ci stiamo passando a vicenda; peccato che ieri sera ho notevolmente sbagliato le dosi mettendo una quantità di riso a cuocere e si sa, il riso raddoppia di volume e così ne è uscita una pentola stracolma. Che farmene? Già il riso bianco non è nulla di gustoso se in più lo riscaldo il giorno dopo… e così mi sono a trasformare il riso avanzato in una gustosa pietanza. Certo, non per noi che siamo un po’ malaticci di stomaco, ma il nonno gradirà di certo!

Ovviamente ingrediente principale è il riso avanzato e per le altre dosi sono andata un po’ ad occhio. Il riso bianco avanzato l’ho condito con un po’ d’olio e con 2 tuorli mescolando bene; con le mani poi ho iniziato a formare le “palline”, gli arancini. Ho messo nel palmo della mano un po’ di riso dentro il quale ci ho messo dei piselli e del formaggio in precedenza tagliato a cubetti per poi coprire con dell’altro riso; sempre con lo stesso procedimento ho formato altre palline fino all’esaurimento del riso. A questo punto, mentre in una pentola antiaderente con i bordi alti si stava scaldando l’olio per la frittura, ho passato le palline nel pane grattugiato così che la pallina potesse meglio compattarsi in vista della frittura. Basterà ora cuocerle nell’olio bollente e poi scolarle su carta da cucina così che l’olio di cottura sia assorbito.
Consiglio: prima di servirli aspettate perché se fuori è caldo, dentro il ripieno sarà ustionante.

Tags : , , , , , , ,

Purtroppo mi è servito e anche per parecchio tempo. Dico purtroppo perché avendolo usato, vuol dire che mio figlio non è stato bene e quindi non sono di certo contenta di questo ma del prodotto sì e molto anche, mi è stato di grande aiuto. Simone, ha avuto una forma acuta di gastroenterite: d’improvviso, gli si è gonfiata la pancia come un pallone solo che non era “molle” come un pallone ma durissima come un sasso. All’ospedale dopo avergli fatto diversi esami ci hanno detto che era gastroenterite così, ci hanno consigliato, oltre ad un farmaco, anche il Puraflor per pulire bene la flora intestinale. L’ha preso per diversi giorni ma per fortuna tutto si è risolto.
Contiene fermenti probiotici vivi e attivi che rafforzano il sistema immunitario e questo ristabilisce da subito la flora intestinale che può essersi alterata per diversi fattori (esempio: trattamenti antibiotici, diarrea o altro).

Istruzioni: 1 bustina al giorno da sciogliere in acqua oppure anche in yogurt, frutta grattuggiata o altro. Proprio perché è un prodotto per bambini vi consiglio di prenderlo al gusto albicocca, sarà ancora più piacevole. La cosa importante è berlo subito dopo averlo preparato.
Scatola: contiene 12 bustine da 36 g e costa circa 11 euro.

Tags : , , ,

Sto trascorrendo un periodo in cui l’antibiotico sta diventando la bevanda principale del mio primo figlio perché purtroppo ha dei grossi problemi con le tonsille; di conseguenza sto cercando di tenergli salvaguardato il pancino e quindi come altra cosa gli sto somministrando dei fermenti lattici che vorrei consigliarvi.

Sono dei fermenti lattici vivi ad altissima concentrazione appositamente selezionati per i bambini, utili per riequilibrare rapidamente la flora batterica e la funzionalità intestinale dopo terapie antibiotiche, diarree, stress o disordini alimentari; è l’unico in commercio con una così alta concentrazione di fermenti lattici: 25 milioni rispetto a tutti gli altri che ne hanno 5-6 milioni. E’ composto da 4 ceppi di cui 3 di origine umana e 1 di origine vegetale.

Confezione formata da 5 flaconcini.

Modalità di somministrazione come tutti gli altri: 1 flaconcino dopo il pasto principale. Bisogna prima avvitare bene il tappo così che all’interno si fori e fuoriesca la polverina che scenderà nel flacone; poi bisogna agitare bene così che la polvere si sciolga e… bere.

Volete sapere un segreto? Vostro figlio sarà sicuramente contento più del solito nel berlo e sapete perché? Perché i flaconcini sono al gusto di fragola

Tags : , , , ,

  • CONSIGLIATO

  • PROSSIMAMENTE

  • SPONSOR

  • AFFILIAZIONI

  • INIZIATIVE SPECIALI

  • Io allatto alla luce del sole 4

  • Volantini digitali co2neutral

  • Segnalato da:

  • BBMAG

  • segnalato da pane, amore e creativita

  • Wikio - Top dei blog - Blog creativi
  • PARTECIPO A…