Posts Tagged ‘Giotto’

pontevecchio

In questi giorni abbiamo girato tanto, è molto semplice camminare a Firenze a piedi perché tutto molto vicino; quindi non poteva mancare una sosta davanti a Palazzo Vecchio, oppure una sosta in riva all’Arno per ammirare da lontano ma anche camminare su Ponte Vecchio. Insomma i classici non sono mancati ma la vista più mozzafiato è stata dal Belvedere e dalla Cupola, queste hanno proprio lasciato il segno nel nostro suore. Leggi tutto

Tags : , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Come promesso, ecco qui un altro capolavoro sempre realizzato con le mani. Ma che divertimento… che gioia… che entusiamo! E io che pensavo che sarebbe stato difficile insegnare all’incorreggibile Lorenzo a stare seduto per più di 10 minuti e imparare a disegnare invece… che soddisfazione! Dopo l’esperimento di ieri che, con molta calma, abbiamo realizzato una colorata farfalla oggi senza nemmeno il mio aiuto se non per indicargli dove lasciare l’impronta, è stato in grado di sporcarsi la mano e imprimere le impronte: un gran successo! Il tema di oggi è stato un bell’albero che ha poi decorato con tanti puntini rossi ovvero… CILIEGIE! La scelta non è stata casuale, al momento è il frutto che preferisc e poi stamattina ne abbiamo visto un albero colmo tanto da… raccoglierne un pò!

Tags : , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Ancora una giornata oggiosa, che fare per intrattenere il piccolo Lorenzo? Semplice, farlo divertire con i colori per le dita. E’ vero che è piccolo però vorrei iniziare ad insegnargli che da dei semplici colori e con dei semplici gesti delle mani, si può creare qualcosa di… meraviglioso e dar vita a dei disegni. Devo dire che con Lorenzo questo cammino sarà un pò difficile perché è un bambino molto vivace, a cui piace principalmente giocare e poco stare attento ad ascoltare; ben diverso è Simone che già da piccolo si vedeva che aveva un temperamento più tranquillo ed era più curioso di imparare. E’ bello però avere 2 bambini totalmente diversi tra di loro, con entrambi mi posso così divertire con esperienze nuove e sempre diverse. Leggi tutto

Tags : , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Un facile lavoretto da far fare ai più piccoli è sen’zltro quello di utilizzare i colori per le dita: vedrete come si sbizzarriranno ma… attenzione a come si muovono perché avrete colore ovunque! Ci sono bambini che non amano sporcarsi e pur divertendosi a colorare, preferisco utilizzare i pennelli; altri invece adorano “pucciare” e immergere le dita e a volte l’intera mano dentro il barattolo del colore: pur di sporcarsi e spargere colore ovunque farebbero qualsiasi cosa. In occasione della festa della donna ho pensato di far divertire un pò il piccolo Lorenzo dandogli la possibilità di… imbrattare con tanti puntini gialli un bel rametto verde così da creare un bigliettino carino, originale e del tutto “inodore” vista la mia allergia alla mimosa, da poter regalare alle tanto amate NONNINE. Sopra un cartoncino giallo ho disegnato un bel rametto verde dando poi la possibilità a Lorenzo di… riempirlo a suo piacimento e devo dire che il risultato non è per niente male anche se la maglietta che indossava… bhe forse meglio metterla in lavatrice!
Dietro potrete scrivere un pensiero, una poesia o semplicemente la data dedicata a questa ricorrenza: 8 marzo, anche solo questa renderà l’idea. Essendo però dedicate alla “nonnine” bhe almeno la firma ci vuole!

Tags : , , , , , , , , , , , , , ,

Il titolo di questo post dice tutto: è la frase che Lorenzo dice tutti i giovedì pomeriggio quando usciamo dalla spazio gioco; luogo in cui i bambini che non vanno al nido si incontrano per circa 3 ore giocando, condividendo laboratori, facendo merenda, cantando e ballando insieme. Insieme a 2 carinissime insegnanti, Giovanna e Antonella, e con l’aiuto di noi mamma che stiamo lì con loro ci divertiamo a vedere i nostri piccoli iniziare a condividere con altri bambini più o meno della stessa età, delle nuove esperienze per avvicinarsi al mondo dell’asilo che da lì a poco… inizierà anche per loro. Oggi sarà l’ultimo giovedì in cui il piccolo Lorenzo andrà allo spazio gioco e così ho pensato di portare un saluto ai suoi compagni con i quali ha condiviso tanti mesi in allegria, crescendo e confrontandosi ecco perché ho pensato ad un simpatico bigliettino porta chupa chupa. E’ stato simpatico crearlo perché proprio Lorenzo, con le sue piccole ditina, ha colorato con i colori per le dita, parte del cartoncino che gli ho messo davanti creando righe, palline e impronte; abbiamo poi lasciato asciugare prima di personalizzare i singoli biglietti. Una volta asciutti, ho ritagliato i cartoncini in forma circolare scrivendo all’interno dello spazio colorato il nome dei bambini presenti allo spazio gioco; con un taglierino ho poi inciso 2 tagli nei due lati opposti nei quali ho fatto passare il bastoncino del chupa chupa che di sicuro farà piacere ricevere. CIAO, TORNO PRESTO sarà la frase che anche stasera dirà ai suoi amichetti e alle sue maestre ma… torneremo solo con l’inizio del nuovo anno per il momento, visto dell’arrivo della bella stagione, giocheremo da noi in giradino andando a prendere Simone all’asilo per poi condividere insieme pomeriggio di gioco.

Tags : , , , , , , , , , , , , , , ,

Ecco qui un piccolo lavoretto da fare anche con bambini piccoli; io l’ho voluto condividere con il mio piccolo Lorenzo che si diverte sempre a “pasticciare” con le dita. Dopo avergli messo davanti un bel foglio bianco e aperto il vasetto del blu (colori per le dita Giotto) ho lasciato che si divertisse un pò e così sono stata a guardarlo.

Ho pensato di realizzare una simpatica medusa così, nel frattempo che lui si divertiva, ho ritagliato con la forbice a zig zag della carta velina azzurra e rosa delle striscioline lunghe circa 8 centimetri e larghe non più di 1 centimetro: saranno i nostri tentacoli! Dopo aver lasciarto sfogare Lorenzo, ho messo il foglio ad asciugare; una volta asciutto, ho attaccato i tentacoli ritagliati prima alternando l’azzurro al rosa così da renderlo più allegro. A questo punto disegnamo gli occhi e un bel sorriso e… corriamo ad appenderlo nella nostra bacheca, è carinissimo!

Tags : , , , , , , , , , , , ,

Cosa fare in una domenica pomeriggio oggiosa, piena di nebbia in cui bisogna stare in casa visto anche il freddo che fa? Bhe, divertiamoci un pò colorando e creando qualcosa di simpatico e divertente e così… usiamo i colori per le dita! A differenza di altre volte questa volta creeremo qualcosa proprio partendo dalla forma della mano e dando libero sfogo alla FANTASIA! Ho voluto creare questa nuova sezione “con mani e piedi” perché soltanto con queste parti del corpo e avendo a disposizione dei colori, si possono creare tantissime idee e i bambini rimarranno sbalorditi, per loro sarà una MAGIA!
Solitamente il nero non è un colore che attrae i bambini perché cupo, scuro mentre loro sono più attratti da colori brillanti e vivaci; oggi però voglio invece lavorare con il NERO: esistono tante cose intorno a noi di questo colore. Simone non è solito utilizzarlo ma oggi… oggi sì, creeremo 2 simpatici animali: un simpatico ragnetto e una pecora.

RAGNO
Realizzarlo sarà semplicissimo. Ricordiamoci che ha 8 zampe mentre la nostra mano ne ha solo 5, come facciamo? Per prima cosa cospargiamo la mano con il nero fino a coprirla interamente per poi imprimere una prima sagoma sopra un foglio bianco: tenete bene le dita aperte, saranno le zampe del nostro ragno! Come fare per le altre 3 zampe che mancano? Bhe cospargiamo di nuovo la mano interamente di nero e andiamo a sovrapporre il palmo al precedente imprimendo altre 5 dita ma in posizioni diverse alle precedenti in questo modo avremo creato 10 zampe ma… per rendere meglio la forma del nostro ragno andremo a ritagliarlo e così facendo terremo solo otto zampe: furbissimi! Per renderlo più reale, andiamo a creare 2 occhi con il bianco nel palmo e… che ne dite?

PECORA
La partenza sarà sempre dalla sagoma della mano e quindi andiamo di nuovo a riempire di color nero la mano e ad imprimere la sagoma; dobbiamo però aspettare che asciughi prima di procedere quindi appoggiamo il foglio sopra un calorifero e aspettiamo. Quando sarà asciutta, riempiamo la parte del palmo con della colla liquida e andiamo ad incollarci dentro del cotone, sarà il suo manto; per definirla meglio, creiamo un piccolo occhio con il bianco nel dito pollice che rappresenterà la testa della pecora.

Tags : , , , , , , , ,

Fervono i preparariti per festeggiare l’ultimo giorno dell’anno. Per i bambini non è facile comprendere bene che sta finendo un anno e che ne inizierà un’altro, a loro interessa sapere che stasera si farà festa e così ho pensato di creare delle decorazioni che possano far capire, almeno a Simone, che dal 2010 si passerà al 2011. Ai bambini la parola “festa” piace sempre molto e così sarà stasera a casa nostra: faremo una cena con giochi, canzoni e tanto divertimento e allora… INIZIAMO e per prima cosa creeremo una decorazione da appendere.

Materiale: rotolo di carta igienica, tempera color rosso, pennello, cordoncini (o fili di lana) colorati.
Procedimento: dire che è semplice è dir poco! Per prima cosa coloriamo interamente di rosso il rotolo di carta igienica: io vi ho proposto le tempere ma noi utilizzeremo i colori per le dita, a Simone piacciono così tanto! Così mentre Simone si diverte a colorare con le dita, io nel frattempo preparo i cordoncini colorati che serviranno per le decorazioni.

Dopo aver aspettato che il rotolo è asciugato, nella parte sopra del rotolo creo 2 buchi dove andrò ad inserire un cordoncino rosso, simbolo del Capodanno, che ci servirà per appenderlo; sotto invece creo diversi buchi distanti circa 1 centimetro tra loro dove all’interno di ognuno faremo passare un cordoncino chiudendolo con un nodo ben visibile e lasciando scendere un pò di cordoncino. Io ho preferito usare dei fili di lana, al mio piccolo Lorenzo piace passare sotto con la manina e sentire la morbidezza!

Tags : , , , , , , , , , , , , ,

Non c’è cosa più bella che vedere il mio piccolo di 16 mesi che colora con le mani… non appena vede la confezione dei colori gli si illuminano gli occhi e quando immerge le dita dentro parte un sorriso che ha prezzo! Certo, devo completamente coprire il pavimento conun lenzuolo e vestirlo con indumenti da eliminare perché non potete immaginare come si concia ma il divertimento è garantito. Proprio per questo, ho deciso di fare con lui un lavoretto davvero divertente: il tacchino libero in un prato in una bellissima giornata di sole, proprio come quella di oggi!

Se fosse stato per lui avrebbe creato, come al solito farfalle, mentre inevce guardate un pò che bel lavoretto per la festa del ringraziamento: abbiamo preso un foglio spesso di carta bianca e per prima cosa si è sbizzarrito con l’azzurro per creare il cielo; siamo poi passati al verde per fare il prato. Con il bianco, immergendo solo la punta delle dita abbiamo fatto le nuvole mentre con il giallo, il sole. Con molta calma gli ho poi riempito il palmo della mano con l’arancione (purtroppo il marrone non l’abbiamo) e… che bella impronta, sarà il nostro tacchino! Una volta asciugata, l’ho decorata io con occhi, becco e zampe, mi sembra MOLTO carino, che ne dite?

Tags : , , , , , , , ,

Ecco qui il secondo protagonista del “Teatrino di Halloween”, vi presento: ZUCCHI, ma chi è? Bhe è una simpatica zucca arancione creata, come sempre, con tanto materiale di riciclo perché a noi CI PIACE!
Ci è bastato utilizzare un rotolo di carta igienica, del cartoncino verde e giallo e della stoffa arancione riciclata da alcuni indumenti dismessi. E’ bello creare questi personaggi perché il lavoro ce lo dividiamo a metà: Simone si diverte a colorare con le mani mentre io disegno e ritaglio i particolari.
Per prima cosa abbiamo colorato l’intero rotolo di arancione e rigorosamente con le mani! Ho poi ritagliato gli occhi e il naso dal cartoncino giallo mentre il colletto e il pistillo della zucca dal cartoncino verde; con del giornale abbiamo creato una pallina e ci è bastato accartocciare su se stessa 1 pagina di quotidiano per poi interamente immergerla nella colla per farsì che il pezzo di stoffa arancione che avevamo in precedenza tagliato si potesse interamente attaccare alla pallina di carta. E’ bastato poi inserire una parte della pallina dentro la cima del rotolo, applicare il colletto verde e decorare con occhi, naso e pistillo la testa della zucca. Che ne dite? L’idea per questo simpatico personaggio l’ho presa dal sito Sheknows anche se non ho seguito le loro istruzioni ma l’ho un pò rimodellata a mio piacimento per essere in linea con l’altro nostro personaggio PIPPI e… per i prossimi che verranno!

Tags : , , , , , , , , , , , , , ,

Qual è l’animale che più ci ricorda la festa di Halloween? Tra i più gettonati, di sicuro il pipistrello e quindi… eccomi qui pronta a far divertire Simone creando una bella statuina che faremo con materiale riciclato (ovviamente!) e divertendoci con i colori! Crearlo è semplicissimo, ci servono poche cose però sarà veramente divertente soprattutto colorarlo… con le mani! A differenza dei precedenti pipistrelli che abbiamo creato, questo non vola, ma ci servirà per comporre… il TEATRINO di Halloween!

Materiale: rotolo di carta igienica, colori a dita di tinta nera, matita, cartoncino colorato (nero, bianco e rosso), forbici, colla, nastro adesivo.
Procedimento: per prima cosa faccio divertire Simone a colorare il rotolo di carta igienica con la tinta nera e… totalmente con le mani! Intanto che asciuga, con una matita disegno le ali e le orecchie del pipistrello sul cartoncino nero per poi ritagliarle; sul cartoncino bianco disegno gli occhi, il naso e i denti: 2 cerchietti rotondi come occhi, 1 un pò più grande per il naso e 2 triangoli appuntiti per i denti per poi colorare le pupille di nero e il naso di rosso con i pennarelli. A questo punto il rotolo nero sarà asciugato e possiamo andare ad incollare e dare forma al nostro pippistrello.

Consiglio: se non siete bravi nel disegnare, vi lascio da scaricare le parti del corpo; occhi, naso, denti, orecchie e ali (partidelcorpo) da creare e da tagliare, stampatele o utilizzatele come modelli.

 

Tags : , , , , , , , , , ,

Ieri siamo andati al battesimo del piccolo Fabio, 10 mesi, siccome non sono molto brava nello scrivere bigliettini di nessun genere perché non trovo mai le parole adatte, ho pensato di utilizzare la creatività e di fare a mano un simpatico chiudipacco che facesse anche da bigliettino di AUGURI per l’entrata di fabio nella comunità cattolica. Lui è molto piccoli quindi è anche inutile spendere troppe parole, le leggerebbero solo mamma e papà e così ho pensato ad un simpatico animaletto da creare con le classiche mollette di legno che tutti i giorni noi mamme utilizziamo per stendere; pensiamo sempre al loro unico utilizzo: tenere i panni ed invece, possiamo trasformarle anche in qualcosa di simpatico, basta colorarle un pò. Ovviamente ho chiesto l’aiuto di Simone per colorare: gli piace così tanto utilizzare i colori per le dita della Giotto!

Il materiale utilizzato non è molto quindi inutile stilare una lista, basta la molletta, il colore verde, un pezzettino di cartoncino e la colla liquida. A questo punto abbiamo colorato la molletta interamente di verde e intanto che aspettavamo che asciugasse, ho ritagliato la schina zig-zagata e 2 denti così da poter decorare i nostro animaletto; anche la parte zigzagata l’abbiamo pitturata di verde e lasciata asciugare. Dopo che tutto si è asciugato, abbiamo steso la colla liquida su una parte della molletta dove abbiamo posizionato la nostra parte zig-zagata, sul davanti abbiamo invece incollato i denti e nella parte sopra, ci abbiamo disegnato gli occhi con il colore nero. Cosa vi sembra? Un simpatico ed innocuo coccodrillo!
Per personalizzarlo, abbiamo decorato la parte sopra con il nome del bimbo: FABIO scitto in grande e in bianco così che risaltasse bene nel tono del verde. Ci è bastato poi posizionarlo sul pacchetto regalo in modo che potesse tener fermo il fiocco così che potesse essere la prima cosa visibile: a me sembra molto carino…

Tags : , , , , , ,

Ecco qui la mia creazione per la sesta tappa della Caccia al tesoro di Mammafelice che ci chiedeva di creare qualsiasi cosa utilizzando dei sassi e siccome al mare ne abbiamo raccolti parecchi di diversa forma e colore, ho avuto subito l’opportunità di utilizzarli e ho deciso di darmi al decoro: ho deciso di creare qualcosa di carino ma semplice per la casa e così ho guardato un pò i sassi che avevo e mi sono fatta ispirare; quello scelto infatti mi ha subito fatto venire in mente una coccinella: forma arrotondata, liscio quindi perfetto per essere colorato e così… sono corsa a prendere i colori a dita della Giotto di mio figlio e ne ho approfittato visto che i bimbi sono in piscina con i nonni. Per prima cosa ho colorato l’intero sasso di rosso per aspettare poi che asciugasse e passare ai particolari: per il davanti ovvero la faccia della coccinella, ho utilizzato il nero che mi è anche servito per i puntini sulla schiena. Per gli occhi ho invece usato il bianco e ancora del rosso per la bocca. Insomma, non mi sembra niente male: messo sulla mensola in soggiorno a me piace molto, che ne dite?

Tags : , , , , , ,

Avevo dei regali da impacchettare ma… non la carta, che fare? Eppure ero convinta di averla, altrimenti l’avrei comperata… ora che faccio??? MAI buttarsi giù di morale, MAI scoraggiarsi, si trova sempre un’idea creativa: basta prendere un foglio bianco, delle tempere e… FANTASIA!
Visto che i regali sono per un’amica, ho pensato a dei fiori come soggetto per creare la carta da regalo e così, ho ritagliato da una vecchia spugna  che avevo nella mia scatola riciclosa (mai buttare niente, può sempre servire!) una forma di petalo e… intingendolo più volte nei diversi colori (giallo per il centro del fiore e poi rosso, verde, azzurro, marrone e viola) per creare il fiore. Sembrano tante bellissime margherite… insomma, semplice ma d’impatto!

Tags : , , , ,

Ma che meraviglia… oggi, mattinata dedicata al colore e così al miniclub hanno pensato di “truccare” i bambini; il tema scelto dai piccoli partecipanti è stato quello degli “animali” e così… via alla fantasia! Il fantastico Flavio ha cercato nell’armadio l’occorrente ovvero i colori a dita (Dita Giotto), ha fatto sedere i bimbi intorno ad un tavolino per pianificare i vari soggetti da creare e poi: tutti in silenzio, bisogna iniziare! Così tra una canzone della baby dance e l’altra ecco che si sono andati creando: un leone, una farfalla, una rana, un ghepardo, una coccinella e il gatto rosso che ovviamente ha scelto Simone chi altro? Devo dire che Flavio è stato molto bravo e voglio provare anch’io questa bellissima esperienza alla festa di compleanno di Simone.

Tags : , , ,

Cosa c’è di più divertente che sporcarsi tutte le mani e nello stesso tempo creare con la propria fantasia? Niente. Bastano questi 6 colori  Dita Giotto (giallo, verde, rosso, bianco, nero e verde) per fare impazzire i bambini di gioia; per di più noi mamma non dobbiamo preoccuparci se si sporcano perché sono totalmente lavabili con acqua e ovviamente sono dermatologicamente testati quindi: potete stare tranquille! Ovviamente è adatto sia ai piccoli che ai più grandi che, volendo, possono utilizzarli con dei pennelli, non solo con le mani, così da creare disegni più complessi o più particolareggiati.

Confezione: 6 barattoli da 100 ml oppure 6 barattoli da 200 ml.
Prezzo: intorno ai 10,50 euro.

Tags : , , , , , , ,

  • CONSIGLIATO

  • SPONSOR

  • AFFILIAZIONI

  • INIZIATIVE SPECIALI

  • Io allatto alla luce del sole 4

  • Volantini digitali co2neutral

  • Segnalato da:

  • BBMAG

  • segnalato da pane, amore e creativita

  • Wikio - Top dei blog - Blog creativi
  • PARTECIPO A…