Posts Tagged ‘biblioteca’

Ho avuto modo di partecipare ad una “Lettura Animata” in biblioteca che mi ha fatto riflettere: cosa c’è di più bello che scrivere un libro, poterlo raccontare ai bambini di un paese dove, diversi anni prima, l’autrice stessa frequentava la biblioteca? Penso che per Sarah Vergnaghi sia stata davvero una sensazione emozionante e siccome il suo libro lo è altrettanto, ve lo voglio presentare. Leggi tutto

Tags : , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Il Natale si avvicina e con lui arriva la nascita di Gesù, un momento unico e speciale; in famiglia è un giorno speciale, ricco d’amore e di tanta voglia di stare insieme. Il libro di oggi parla proprio della nascita di Gesù, un piccolo libro-gioco che Lorenzo ha scoperto in biblioteca; non vi assicuro che lo trovate perché è un libro un pò datato ma… io l’ho ordinato perché quando ho visto la gioia del piccolo mentre lo sfogliava, ascoltava la storia e ne capiva il significato sono rimasta senza parole. Leggi tutto

Tags : , , , , , , , , , , , , , ,

Oggi siamo stati in biblioteca perché essendo in vacanza non ci siamo portati tantissimi libri e così, tanto per leggere qualcosa di diverso, siamo andati a vedere se trovavamo qualcosa di interessante e… trattandosi di libri, qualcosa lo si trova sempre! Lorenzo è stato totalmente preso da uno strano libro, Guarda com’è il cantiere, un libro di sole 12 pagine ma molto curioso da scoprire pagina dopo pagina. Leggi tutto

Tags : , , , , , , , , , , , , , , , ,

Vi siete mai chiesti con quale criterio i nostri figli scelgono un libro? Da grafica sono sicura che la copertina ha un ruolo decisamente importante: deve essere colorata e accattivante, con belle illustrazioni, un titolo semplice ma al tempo stesso curioso insomma… di sicuro non scelgono leggendo il sommario, l’indice o la breve descrizione sul retro soprattutto se si tratta di bambini che ancora non sanno leggere. Ultimamente devo dire che Lorenzo sta facendo delle ottime scelte a livello di storia: riesce a prendere dei libri con una morale finale il che mi fa molto piacere perché leggere è un piacere ma se si impara qualcosa di importante… è ancora meglio! Leggi tutto

Tags : , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Non ho avuto molto tempo a disposizione ma quando qualcosa mi coinvolge in maniera totale… mi ci butto a capofitto e per di più, chissà come mai, le idee mi arrivano anche più in fretta di quando invece ho molto tempo a disposizione. Di cosa sto parlando? Dell’organizzare l’open day alla scuola elementare per tutte le classi; divertente e molto coinvolgente ma non facile anche perché non conosco bene tutti gli alunni e quindi le loro capacità e per di più avendo a che fare anche con i genitori da gestire… non si sa mai. Non mi sono tirata indietro, ho osato e cercato di programmare qualcosa che potesse essere coinvolgente per i bambini e per i genitori e devo dire che… ha avuto un gran successo! Leggi tutto

Tags : , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Oggi voglio condividere con voi un momento della nostra splendida vacanza; inutile dirvi che ci stiamo divertendo un mondo, ma non sono qui per questo, volevo segnalarvi un’originale idea che sta facendo tappa qui nella spiaggia di Velluto di Senigallia ed è stata organizzata dall’Assessorato alla Cultura del comune di Senigallia in collaborazione con la biblioteca di Comunale Antonelliana. Di cosa si tratta? Della Bibliomabile. Leggi tutto

Tags : , , , , , , , , , , , , , , ,

Per i bambini a volte mettere gli occhiali diventa un problema: si sentono diversi, vengono derisi da compagni sciocchi e quindi perdono un pò della loro forza interiore chiudendosi in se stessi. Dico questo perché abbiamo passato questa esperienza con Simone che all’inizio non accettava di buon gusto il fatto di dover mettere solo per alcuni mesi e solo per attività manuali da vicino, un paio d’occhiali; non è stato facile anche se a sceglierli è stato proprio lui curando i minimi dettagli, il colore e la forma. Per fortuna però è stata questione solo di pochi giorni, solo il fatto di abituarsi e anche grazie alle maestre e al fatto di non essersi trovato a confrontarsi con compagni che lo scherzassero, alla fine è andata bene. Ma non sempre è così!

A tal proposito, vorrei consigliarvi una lettura “Gli occhiali fantastici, ovvero come devi il mondo?” edito da Panini e scritto da Guia Risari e Simone Rea (6,20 euro). Qui viene raccontata la storia di un bambino che vede ilmondo a modo suo: scambia un pappagallo per un marziano, cerca di guardare le trasmissioni televisive in un tostapane insomma vive in un suo mondo; i genitori preoccupati lo portano da un’oculista che gli regala un paio d’occhiali… straordinari con i quali è in grado di trasformare la realtà.
Vi segnalo che sabato 12 febbraio alle 17, presso la Biblioteca Delfini in corso canalgrande 103 a Modena verrà presentato questo libro e ci sarà un incontro con l’autrice Guia Risari che prima leggerà alcuni pezzi tratti dalla storia e poi i bambini (6-8 anni) potranno immedesimarsi nel protagonista del libro e disegnare loro stessi un paio d’occhiali… straordinari con i quali afffrontare la realtà. Per maggiori informazioni potete consultare il sito del comune di Modena.

Tags : , , , , , , , ,

Da poco ho conosciuto l’Associazione Bambini in Cucina che, senza scopo di lucro, promuove il valore affettivo, educativo e di divertimento del cucinare insieme ai bambini. Proprio per questo organizzano laboratori e incontri rivolti ai bambini, ai genitori ma anche agli insegnanti con l’obbliettivo di stimolare un approccio con l’alimentazione fondato sul piacere di fare e con il contatto così da portare i bambini ad incontrarsi in cucina e imparare a nutrirsi meglio.

Per questo week-end, sabato 13 novembre alle ore 15,30 presso la Biblioteca Harar a Milano (via Albenga, 2) hanno organizzato un laboratorio MOLTO creativo: IL PANE DELL’AMICIZIA. Ogni partecipante sarà aiutato e riuscirà così a comporre un soffice impasto che, lavorato lentamente e con amore come tutt’oggi si fa ancora nelle cascine lombarde, darà loro la possibilità di portarlo a casa per infornarlo e dividerlo in famiglia. Il laboratorio è per bambini a partire dai 4 anni e dura circa 90 minuti, l’ingresso è gratuito ma è d’obbligo la prenotazione (0288465810).

Tags : , , , , , , ,

Carinissima idea organizzata dalla Biblioteca del nostro piccolo paese, Boffalora d’Adda, che una volta al mese ha deciso di organizzare delle “Letture Animate” per bambini dai 4 ai 12 anni. Ovviamente i bambini avendo età così diverse sono stati poi divisi in due gruppi: i piccoli dai 4 ai 7 anni e i più grandi dagli 8 ai 12 questo perché la lettura del libro potesse essere mirata e adatta alla loro età. Simone ed io abbiamo partecipato e devo dire che mi sono proprio divertita molto; il libro scelto è stato “L’albero vanitoso” di Nicoletta Costa edita da Emme Edizioni e devo dire che come inizio del progetto è stato molto azzeccato.

Un libro molto semplice, illustrato e con molti colori dove le illustrazioni sono molto semplici e simpatiche quindi di facile comprensione da parte dei bambini. La ragazza che si è occupata della lettura animata è un’insegnata di asilo quindi molto adatta a questo ruolo e devo dire che i bambini l’hanno ascoltata con molto entusiasmo partecipando attivamente alla lettura quando gli venivano poste domande o quando, in un secondo momento, gli è stato chiesto di raccontarla loro la storia perché ha riscontrato tanto successo che l’hanno voluta rileggere una seconda volta, ma, in questo caso, i protagonisti del racconto sono stati proprio loro.
Protagonista è un albero, Giovanni, appena nato che vive in una città e che quando vede spuntare le proprie foglie così verdi, si sente il più bello di tutti tanto da non voler su di se la presenza di nessun animale: farfalle, uccellini, gatti e di chiunque avesse avuto voglia di stargli vicino. Peccato che con il passare delle stagioni le sue foglie cambino colore fino a cadere; non conoscendo il trascorrere del tempo l’albero pensa di essere malato e si rattrista molto fino a mettersi a piangere. Per fortuna che passa di lì la cornacchia Ada che lo rassicura e gli spiega il trascorrere del tempo. Così l’albero si rincuora e promette ad Ada di non comportarsi più così con gli altri e di diventare più generoso; con l’arrivo della primavera, l’albero torna ad avere delle foglie verdi e intorno a se tanti amici animali.
E’ stata poi organizzata un’attività per i bambini… venite a vedere che bel lavoretto hanno creato partendo dalla storia appena raccontata…

Tags : , , , , , , , , , , , ,

  • CONSIGLIATO

  • PROSSIMAMENTE

  • SPONSOR

  • AFFILIAZIONI

  • INIZIATIVE SPECIALI

  • Io allatto alla luce del sole 4

  • Volantini digitali co2neutral

  • Segnalato da:

  • BBMAG

  • segnalato da pane, amore e creativita

  • Wikio - Top dei blog - Blog creativi
  • PARTECIPO A…