Sono stata felice di aderire al progetto cameo Fruttapec sia per la qualità del prodotto, sia perché testare e provare qualcosa per poi dare la mia opinione mi piace tantissimo ma soprattutto perché mi ha dato un valido suggerimento per il regalo di fine anno alle maestre. Quest’anno cercavo qualcosa di diverso dal solito, Simone finisce il suo ciclo dell’asilo e volevo lasciare il segno ma non riuscivo a trovare un’idea significativa e i giorni che mancano ormai son pochi ma poi… mi sono illuminata: cucineremo una squisita marmellata auto prodotta, personalizzata per ogni maestra e con tanto di etichette realizzate interamente da Simone, meglio di così…

Conoscevo già Fruttapec grazie a mia zia che mi ha insegnato questo facile metodo per realizzare in pochissimo tempo una marmellata davvero ottimo e quindi quando mi è stato chiesto se volevo aderire al progetto, non mi sono certo tirata indietro; la scatola che mi è stata recapitata conteneva 2 confezioni di cameo Fruttapec 2:1, 2 fogli da 9 etichette, 1 set di coprivasetti, 1 ricettario Fruttapec e la guida al progetto inoltre da poter regalare e distribuire c’erano 20 buste cameo Fruttapec 2:1 con tanto di sconto da utilizzare sul nuovo acquisto.
Per realizzare la marmellata mi sono fatta aiutare da Simone mentre Lorenzo ci guardava affascinato e con una gran voglia di assaggiare il risultato finale che abbiamo ottenuto in pochissime mosse: la sigla 2:1 indica il dosaggio da utilizzare ovvero 1 kg di frutta e 500 di zucchero per ogni busta in questo modo si potrà realizzare una marmellata non troppo zuccherina. Il ricettario è pieno di ottime idee ma siccome volevo realizzare una marmellata che fosse interamente auto prodotta da noi e per prima cosa bisogna lavare bene la frutta per poi tagliarla a pezzi fini ed inserirla in una pentola alta. Abbiamo poi mescolato la nostra bustina di Fruttapec 2:1 con lo zucchero per poi aggiungere il tutto alla frutta appena tagliata; piano piano abbiamo portato ad ebollizione per terminare con gli ultimi 3 minuti a fuoco alto. Mentre a mescolare ci ha pensato Simone, ora la pentola la tolgo io dal fuoco visto che scotta e dopo aver dato una forte mescolata, verso la marmellata nei vasetti chiudendo subito bene con il tappo; ora i vasetti andranno conservati in luogo fresco dove non arrivi luce diretta mentre, una volta aperto, andrà conservato in frigorifero.

E’ il momento delle etichette perché essendo 3 maestre, abbiamo realizzato 3 gusti di marmellata differenti e quindi… via alla personalizzazione! Mentre Simone si diverte a disegnare la frutta per far capir meglio il gusto di ogni marmellata, io decoro i vasetti utilizzando i colorati coprivasetto (arancione, verde e giallo) decorati a forma di fiore e fissandoli al tappo con un elastico. Basterà poi attaccare le esclusive etichette dedicate al gusto della frutta e con il nome di ogni maestra e… GRAZIE maestre per questi splendidi 3 anni trascorsi insieme!

Tags : , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,
Categories : bambini, da assaggiare, da regalare, famiglia, Idee creative, Prodotti consigliati, Ricette

0 Commenti








  • CONSIGLIATO

  • PROSSIMAMENTE

  • SPONSOR

  • AFFILIAZIONI

  • INIZIATIVE SPECIALI

  • Io allatto alla luce del sole 4

  • Volantini digitali co2neutral

  • Segnalato da:

  • BBMAG

  • segnalato da pane, amore e creativita

  • Wikio - Top dei blog - Blog creativi
  • PARTECIPO A…