Posts Tagged ‘vaniglia’

E’ un pò che non parlo più di giveaway: dopo che è nata la polemica e che ovunque sono stati chiusi anticipatamente, non si è saputo più nulla. Un p’ mi dispiace, soprattutto perché mi sono sempre divertita molto nel leggere i commenti e ho visto inoltre che anche chi partecipava “incrociava le dita” ed era entusiasta di partecipare, quindi … perché non riprovare? E’ così bello condividere con altre persone qualcosa! Ho quindi pensato di collaborare con t.riciclo e indire, a partire da oggi, un simpatico giochino: “Se pensate al  profumo di vaniglia, cosa vi viene in mente?” Leggi tutto

Tags : , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Cosa c’è di più bello che costruire castelli di sabbia in spiaggia? E’ sempre molto diverte e coinvolgente che anche i grandi, come papà e mamma o i nonni, si perdono e si cimentano nel creare; la sabbia abbinata con l’acqua del mare, dà la possibilità di giocare, divertirsi, provare nuove sensazioni, ingegnare la propria fantasia nel creare cose stravaganti oppure nel diventare dei veri perfezionisti con le tecniche più stravaganti. Per i più piccoli è anche un modo per sperimentare, a livello tattile, un materiale diverso come la sabbia che certo non vedono tutti i giorni, che non si la possibilità di utilizzare anche a casa e ogni giorno dell’anno quindi… tutti in spiaggia che si gioca! Leggi tutto

Tags : , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

A volte Simone si diverte a cucinare con me e così abbiamo preparato insieme il dolce per la merenda di oggi: creme caramel! Ricetta semplicissima e velocissima e lui si è divertito un mondo ad aiutarmi.

Ingredienti: 450 ml di latte fresco, 150 ml di panna, 4 uova intere + 1 tuorlo, 1/2 stecca di vaniglia e 120 gr di zucchero. Per il caramello invece servono soltano 4 cucchiai di acqua e 150 gr di zucchero.
Preparazione: per prima cosa abbiamo versato il latte in un pentolino aggiungendoci anche la vaniglia; abbiamo aspettato che lentamente bollisse il latte e poi abbiamo spento e lasciato che si raffreddasse da solo. Appena si è intiepidito, abbiamo aggiunto la panna, lo zucchero e le uova; a questo punto possiamo togliere la stecca di vaniglia che ci è servita solo per dare un buon profumo. Abbiamo poi iniziato a preparare il caramello: si fa sciogliere lo zucchero in un tegame mescolando continuamente finché non si scioglie e diventi dorato e caramellato. I cucchiai di acqua servono se si vuole un caramello più fluido. Una volta che è pronto, lo versiamo dentro gli stampi facendo in modo che si distribuisca su tutta la superficie e lasciamo che si solidifichi. A questo punto, versiamo il composto negli stampi, copriamo con un foglio di alluminio e lo mettiamo in una teglia sul fuoco a bagnomaria facendo in modo che lo stampo sia coperto dall’acqua bollente per almeno 3/4 e lo lasceremo lì per 50 minuti; una volta che la crema si sarà solidificata, possiamo spegnere il fuoco e lasciar raffreddare per poi porlo nel frigoriferi per almeno 4 ore prima di mangiarlo. Ovviamente prima di servirlo c’è stato il momento magico: il capovolgimento! Simone si è divertito un sacco perché gli sembrava di fare i castelli sulla sabbia…

Tags : , , , , ,

  • CONSIGLIATO

  • PROSSIMAMENTE

  • SPONSOR

  • AFFILIAZIONI

  • INIZIATIVE SPECIALI

  • Io allatto alla luce del sole 4

  • Volantini digitali co2neutral

  • Segnalato da:

  • BBMAG

  • segnalato da pane, amore e creativita

  • Wikio - Top dei blog - Blog creativi
  • PARTECIPO A…