Posts Tagged ‘borgo’

Purtroppo siamo già tornati… peccato, era così bello! Non so nemmeno da dove iniziare perché abbiamo trascorso 3 giorni splendidi fra le montagne, la manifestazione TreniAmo e il mercatino di Natale.
La città di Arco è davvero carina: piccola, intima ma con tante cose da offrire; nella parte vecchia della città, ovvero il borgo medioevale di Stranfora, ospitava la “via dei presepi”. Incantevole girare in queste piccole vie e scoprire, nascosti in piccoli angoli all’interno di finestre, giardini o piccole rientranze, i bellissimi presepi che la gente ha manualmente creato; non vi dico la sera che atmosfera: il buio della sera, le luci accese dei presepi e tanta magia.

La giornata di sabato è stata meravigliosa: un sole splendente, un cielo azzurro senza nemmeno una nuvola e così abbiamo deciso di farci una bella passeggiata fino al castello. Devo dire che la passeggiata è stata bella impegnativa ma Simone non si è per niente stancato, era felice e contento di contare i numerosi gradini, più di 100, che portavano fin sopra dove poi la strada proseguiva tra diverse curve, immersa fra piante di olive per poi arrivare ad un prato verdissimo: ecco il castello! La vista dall’alto lascia a bocca aperta: in lontananza si vede il Lago di Garda e abbiamo avuto anche la fortuna di vedere dei parapendii, che belli! Il castello è molto bello e al suo interno c’è anche un percorso vita da fare, tutto in salita, che fatica! Devo dire che la sera, quando le luci si accendono, guardare il castello dal basso illuminato fa effetto.

 

Ma c’è stata anche la parte divertente: la manifestazione dei trenini dove Simone si è divertito molto. C’erano tantissimi trenini di diverso colore e diverse attività fra le quali la gara di pittura dove i bambini dovevano colorare un bellissimo disegno di un treno per poi, il giorno dopo, sapere chi fosse il vincitore; la cosa che più ha lasciato Simone stupito è stata la gara delle motrici: lungo un viale, 2 motrici per volta si sfidavano in una gara di velocità e devo dire che è stato divertente vedere come, delle motrici così grandi e pesanti, potessero andare veloci. Nel tardo pomeriggio c’è poi stata la merenda sul treno: un intero vagone è stato trasformato in “vagone ristorante” con sopra gustosissime crostate di frutta, torta di noci e fresche bevande.

Ovviamente ho lasciato un posto libero anche per godermi i mercatini. Mentre i bambini erano al parco giochi a divertirsi con il papà fra scivoli, altalene, casetta. Per i bambini c’era anche la possibilità di fare un giro sul pony oppure dare da mangiare alle caprette oppure conoscere da vicino il cammello Alì: che buffo!

Il Mercatino di Natale era composto di 40 casette tutte diverse tra loro; c’erano prodotti tipici come pane trentino, speck o wuster oppure i gustosissimi canederli. Altre casette erano invece dedicate all’artigianato: statuine per presepe fatte interamente a mano, matite colorate che sembrano tronchi di legno che, per altro, abbiamo comprato perché troppo originali. Una casetta era interamente dedicata alla lavanda oppure un’altra ai fiori per decorare la casa insomma… ce n’era per tutti i gusti e fosse stato per me, avrei comprato di tutto!

Tags : , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

  • CONSIGLIATO

  • PROSSIMAMENTE

  • SPONSOR

  • AFFILIAZIONI

  • INIZIATIVE SPECIALI

  • Io allatto alla luce del sole 4

  • Volantini digitali co2neutral

  • Segnalato da:

  • BBMAG

  • segnalato da pane, amore e creativita

  • Wikio - Top dei blog - Blog creativi
  • PARTECIPO A…