Posts Tagged ‘pezzi’

Cosa c’è di più bello di un ricordo da tenere sempre davanti agli occhi? Per me, da mamma, nulla è più gradito che poter guardare la foto dei miei cuccioli dalla mattina alla sera avendola proprio sulla scrivania ma penso che questa sensazione sia la stessa anche per un papà. E cosa c’è di più bello che ricevere un regalo del proprio figlio realizzata con le proprie mani? Assolutamente nulla vale di più ed ecco perché proponendo un simpatico gioco ai bambini, siamo riusciti a creare un piccolo regalo per la festa del papà. Leggi tutto

Tags : , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Questa lunga degenza forzata in ospedale mi ha portato un po’ fuori dal mio mondo, dal web e dal mio tanto amato sito; nonostante tutto non mi son buttata giù, mi sono fatta portare un po’ di materiale e… anche qui mi sono messa a creare! Così sì che il tempo passa più velocemente, si sorride ci si distrae un po’. Ho pensato di creare qualcosa di carino e di utile per un’amica conosciuta durante la degenza e con la quale è stato bello trascorrere un po’ di tempo insieme. Devo dire che è stata molto contenta del regalo e le è tornato molto utile visti i suoi continui mal di testa: è stato confortante vederla sorridere nonostante la sofferenza di essere in ospedale.

Materiale: 1 vecchia maglietta rosa, forbici, pezzi di stoffa di 4 colori diversi, ago e filo, 2 bottoni, 1 pennarello, stracci morbidi o vecchie magliette.

Procedimento: per prima cosa taglio la maglietta sotto le maniche e chiudo uno dei due lati con ago e filo stando attenta di rimanere distante dal bordo. Con gli stracci riempio la maglietta e poi chiudo con ago e filo anche questo lato stando sempre lontana dal bordo; lungo i bordi lasciati liberi faccio tanti taglietti. Con i 4 pezzi di stoffa colorati (io ne ho usati 2 di 2 colori diversi) annodo i 4 angoli del cuscino; ora penso a come decorarlo. Prendo 2 pezzetti di stoffa bianca, li avvolgo un po’ su se stessi e insieme ad un bottone li attacco al cuscino: devono dare l’idea di 2 occhi. Con un pezzo di stoffa arrotolato più volte creo invece la bocca e la vado ad attaccare in maniera un po’ mossa, deve sembrare un sorriso. Visto che è un regalo… ci vuole la firma e quindi ritaglio un triangolo di stoffa azzurrina che vado ad attaccare al cuscino cucendo solo il lato più lungo; gli altri 2 lati li vado a tagliuzzare creando lo stesso effetto fatto sul cuscino grande. Con un pennarello azzurro lascio la firma  così che Rossana si possa ricordare dei giorni trascorsi insieme ridendo e scherzando per far passare al meglio il tempo in ospedale. Ecco fatto, il cuscino è pronto così la sera anziché le gocce per dormire meglio potrà utilizzare questo cuscino soffice sperando di riposare!

Tags : , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Noi mamme sappiamo bene che i nostri bambini attraversano delle fasi ebbene, in questo momento noi siamo nella fase di numeri e forme geometriche: conta qualsiasi cosa gli capiti sott’occhio addirittura ieri in piscina si è perso nel contare le piastrelle del pavimento! Incredibile poi con le forme geometriche… gli cade l’occhio su un oggetto e riesce a scovarci una forma e a volte non la vedo io! Ecco perché mi sono fatta ispirare e ho voluto coinvolgere Simone nel creare lui stesso le forme geometriche che conosce e per farlo ci siamo serviti delle stelle filanti: che divertimento e quanti colori, un modo nuovo per riciclare.
Inutile fare una lista del materiale perché quello che serve è solo un foglio bianco e stelle filanti di tanti colori ma se anche le avete di un solo colore… si divertiranno lo stesso, i bambini non hanno pretese, basta farli divertire! Simone è un bambino molto preciso nonostante i suoi 4 anni e mezzo (guai a dire 5) ed infatti anziché utilizzare le mani per spezzettare le stelle filanti in tanti pezzetti, ha voluto utilizzare le forbici. Una volta che abbiamo tanti pezzetti di stelle filanti… bhe basterà dargli un grande foglio bianco e farsì che possa, da solo o con il vostro aiuto, creare le diverse forme geometriche: quadrato, rombo, triangolo, cerchio…

Tags : , , , , , , , , , , , , , , ,

Non sempre i bambini mangiano la frutta con piacere quindi, se almeno a guardarla fa piacere… magari li solleciteremo un pò. Certo, non è il caso dei miei bambini visto che ADORANO la frutta però proporgli ogni tanto qualcosa di simpatico mi fa sempre piacere e poi cucinare potendomi divertire… bhe non ha prezzo!
Volevo stupire i miei bimbi proponendo una macedonia speciale, servita in maniera speciale e così, mi sono rimboccata le maniche e… via ll’incisione nell’arancio! Preparare la macedonia è stato semplice: mi è bastato lavare e pulire diversi tipi di frutta (banana, kiwi, mela e pera) la cosa più complicata è stato creare… il contenitore! Ho avuto la brillante idea di inventarmi un contenitore particolare: creare un cestino da un’arancio. La cosa fondamentale è avere un coltello ben appuntito e metterci calma e tranquillità soprattutto quando si incide il manico altrimenti si rischia di romperlo e un cesto senza manico non fa lo stesso effetto. Una volta crearo basterà inserire i pezzi di frutta precedentemente tagliati e insaporire con un pochino di zucchero e del limone.

Tags : , , , , , , , , , , , , ,

  • DA VISITARE

  • PROSSIMAMENTE

  • SPONSOR

  • AFFILIAZIONI

  • INIZIATIVE SPECIALI

  • Io allatto alla luce del sole 4

  • Volantini digitali co2neutral

  • Segnalato da:

  • BBMAG

  • segnalato da pane, amore e creativita

  • Wikio - Top dei blog - Blog creativi
  • PARTECIPO A…