Posts Tagged ‘paglia’

Intanto che le uova custodite dal nostro allegro galletto si stanno asciugando, oggi ne realizzeremo delle altre, più grandi, colorate, fatte a mano con fili di lana intrecciati e… incollati tra loro. Non sempre i bambini, soprattutto i maschi, adorano lavorare la lana o i fili ma se gli proponiamo un’attività alternativa che non sia il cucito, i risultati sono ottimi anzi, si divertiranno un mondo ed in più utilizzeranno un tipo di manualità diversa dal solito: più libera, più creativa, senza schemi ma bensì in totale libertà. Leggi tutto

Tags : , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Anche quest’anno il nostro Comune ha organizzato il passaggio del carro trainato dal cavallo Bombita che trasporta un sacco pieno di piccoli regalini da lasciare a tutti i bambini dai 3 ai 10 anni; ad accompagnare il cavallo ci sarà proprio Santa Lucia, vestita con un bellissimo abito azzurro, il viso coperto da un velo e un cesto per raccogliere le carote per il suo cavallo. Devo dire che rispetto allo scorso anno c’è stato un gran miglioramento visto che il carro è iniziato a passare dalle 17 e quindi… siamo riusciti a vederla! Lo scorso anno, forse anche perché più piccoli ma sopratutto perché sono bimbi molto bravi e vanno a letto molto presto, è uscito solo il papà a ritirare il sacchettino dei dolci. Leggi tutto

Tags : , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Finalmente ce l’abbiamo fatta, siamo riusciti a costruire la nostra “casetta” per gli uccellini! Dopo aver visto il nido creato da una famiglia di merli all’interno di una siepe, l’idea proposta di crearne una noi per ospitare degli uccellini è piaciuta molto sia al grande che al piccolo e quando l’hanno vista terminata… erano proprio soddisfatti e ora attendono alla finestra che il primo uccellino ci venga a far visita.

Per realizzarla ho fatto una lunga ricerca ma poi… c’ho che mi serviva era a portata di mano: per Pasqua ci avevano regalato una scatola a forma di casetta che conteneva gli ovetti ma solo ieri sera mentre stavo preparando una buonissima torta con il cioccolato avavanzato me ne sono resa conto e così… mi sono subito messa all’opera. Ho aperto la scatola e ho tracciato la forma su un foglio di carta così da ottenere la sagoma e se volete potete scaricarla (casetta); ho riportato la sagoma su un cartoncino un pochino spesso, che potesse essere in grado di tenere un minimo peso. Con tranquillità e molta pazienza, ho inciso il cartoncino ritagliando l’intera sagoma e prima di creare la casetta vera e propria, l’abbiamo interamente rivestita di carta velina e ho fatto divertire i bambini facendo scegliere a loro il colore e facendogli spargere colla ovunque, fondamentalmente… è per loro questo progetto!

Una volta terminata questa fase è quindi tutto pronto per l’assemblaggio: con la colla sono andata a chiudere formando le varie pareti della casetta fino a chiudere con il tetto; ultima cosa da fare è un foro nella parte frontale che possa permettere agli uccellini un facile incresso. Il buco non lo farò grandissimo perché non voglio che vengano uccelli di grossa taglia (piccioni, tortore o merli) ma dei semplici e piccoli passerotti; ora i particolari: ci siamo messi a decorarla e per l’occasione ho utilizzato un pennarello color argento creando una decorazione lungo tutto il perimetro della scatola e tutto intorno al buco d’ingresso. A questo punto basterà metterci dentro un pò di paglia per dare uno spunto agli uccellini per crearsi il nido e, chi lo sa, magari potranno anche trovarsi così bene da covare le uova, sarebbe un’emozione.

Nei prossimi giorni voglio dedicarmi alla creazione di una mangiatoia; ho trovato un’idea carina nel web per realizzare una mangiatoia molto particolare dove gli uccelli possono andare a cibarsi e devo dire che messa vicino alla nostra casetta… sarebbe davvero perfetta quindi tornate a trovarci fra qualche giorno.

Tags : , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

L’asilo di Simone ha organizzato in collaborazione con l’associazione A.R.E.A. di Lodi, un laboratorio ambientale davvero interessante: Nidi. Come costruire una dimora; attraverso racconti ed immagini verrà spiegato ai bambini il sapiente lavoro degli uccelli mentre si preparano il nido. Simone è rimasto entusiasto, mi ha raccontato per fino e per segno la mattinata trascorsa ed era felicissimo di aver conosciuto un nuovo tipo di uccello: la cinciallegra. Tornando a casa mi ha detto che anche noi dovevamo costruire un nido e così mi ha spiegato come il signore che ha tenuto il laboratorio l’ha costruito utilizzando tanti e tanti legnetti; con tutta la nostra buona volontà non potremo MAI farlo uguale, la natura è UNICA nel suo genere!
Sapete la strana coincidenza qual è? Oggi sono venuti i giardinieri per tagliare le siepi e dopo avermi chiesto la misura desiderata, si sono messi al lavoro. Ad un certo punto, mi hanno chiamata dicendomi: “Signora, può venire un momento?” Mi chiamavano perché all’interno di una pianta ormai diventata un alto e folto cespuglio, una merla aveva creato il suo bel nido; la cosa strepitosa era che all’interno c’erano le uova e figuriamoci se gli facevo potare l’albero… Appena Simone è tornato dall’asilo, abbiamo controllato che la merla non ci fosse, abbiamo preso una sedia e ci siamo arrampicati per vedere dentro; sapete qual è stata la sorpresa? Al mattino c’erano le uova mentre ora… erano nati 4 uccellini ed era rimasto 1 uovo ancora chiuso. Che meraviglia… la natura è davvero strepitosa. Con più attenzione ho fatto caso al nido, una vera e propria opera d’architettura: fortemente attaccato ai magri rami del cespuglio, ben incastrato, robusto e accogliente e creato con tanti pezzetti di legno, paglia ed erba secca. Devo dire che un nido così da vicino non mi era mai capitato. Pensandoci mi è venuta una brillante idea che ho subito proposto a Simone: perché non costruire una mangiatoia dove gli uccellini possono venire a trovare il cibo necessario? Inutile dire che è piaciuta molto la mia proposta e così… corro a preparare il progetto per la nostra casetta, lo troverete nei prossimi giorni, quando avremo terminato di prepararlo.

Tags : , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Tra poco passerà Santa Lucia ha lasciare i suoi doni e noi stiamo preparando per lei del latte caldo con dei biscotti mentre per l’asinello una carota e della paglia; ma non solo, essendo lei la santa della “luce”, abbiamo deciso di mettere anche una candela così che possa vedere meglio la nostra porta. Una semplice candela? No di certo, abbiamo creato dei portacandela coloratissimi e molto semplici da realizzare.

Materiale: vasetto di vetro, carta velina colorata, colla liquida.
Procedimento: per prima cosa scegliamo 2 o più colori di carta velina che più ci piacciono, serviranno per creare la nostra lanterna. Simone ha scelto di farla multicolore mentre per Lorenzo la faremo azzurra e blu; con le mani rompiamo dei piccoli e medi pezzi di carta velina dei colori scelti, ci serviranno per la decorazione. Spandiamo sull’intero vasetto di vetro la colla liquida: o con le mani o con l’aiuto di un pennello. A questo punto basterà appoggiare i diversi pezzi di carta velina fino a ricoprire l’intero vasetto; più alterniamo i colori e più colorato sarà il risultato.

Una volta che sarà interamente ricoperto il vasetto, stendiamo un secondo strato di colla liquida per poi appoggiare il vasetto ad asciugare, magari sopra un calorifero; quando sarà asciugato, posizioniamo all’interno una piccola candela e… il risultato sarà sorprendente, non ci rimane che aspettare che passi Santa Lucia.

Tags : , , , , , , , ,

I preparativi per la preparazione del presepe continuano; stamattina mi sono dedica alla preparazione delle fascine di legna e di paglia. La legna mi servirà per fare una bella catasta posta vicino alla casetta del camino dove dentro c’è la luce accesa del camino; la paglia invece la metteremo vicino a pecore, mucche, cavalli e altri animali. Non è stato impegnativo farle solo… un pò sporchevole per il fatto che il fieno vola via facilmente.

FASCINE DI LEGNA. Nei giorni scorsi, mentre andavo a prendere Simone all’asilo mi ero fermata per strada a raccogliere qualche rametto caduto dagli alberi in vista di questo lavoro; ho rotto i rametti di egual misura così da cxreare tanti piccoli fasci che ho poi chiuso con della rafia color naturale facendo un semplice nodo.

FASCINE DI PAGLIA. Mentre preparavo i mazzetti di paglia da portare all’asilo per la festa di santa Lucia, mi ero tenuta da parte una manciata di paglia sapendo che mi sarebbe servita e così oggi l’ho usata. Anche per queste fascine, ho fatto dei piccoli mucchietti cho ho poi chiuso arrotolando un filo di rafia color naturale intorno al mucchio e facendoci un piccolo nodo. Per rendere il mucchietto un pò più simile ad una fascina, con una forbice ho tagliato i bordi in maniera molto netta così, volendo, potremmo posizionali poi nel presepe anche in piedi.

Tags : , , , , , , , ,

In occasione della festa di Santa Lucia, l’asilo di Simone ha proposto di acquistare i mazzetti di paglia per l’asinello di Santa Lucia con un’offerta così, con il ricavato, si possa poi acquistare un dono per l’asilo. L’iniziativa mi è sembrata molto positiva e quindi mi sono volentieri proposta per preparare i mazzetti di paglia per i bambini. Mi è bastato andare in cascina dove gentilmente mi hanno dato un bel sacchetto pieno di paglia, VERA paglia non quella in commercio che non solo fa spendere soldi e ci specula sopra ma poi… non è vera, è trattata e inoltre volete mettere sentire il profumo di paglia tra le mani e la soddisfazione per me nel preparare i mazzetti? Impagabile. Mi c’è voluto pochissimo tempo per confezionare tanti, tantissimi bei mazzetti di paglia: in una mano ho preso un pò di paglia e l’ho modellata così da ottenere un mazzetto che ho stretto in un nastrino rosso lasciando i cordoncini un pò lunghi per chi lo volesse poi appendere; li ho portarli all’asilo e… vedere il sorriso dei bambini nel portarselo a casa in attesa di attaccarlo fuori dalla porta non ha prezzo!

Tags : , , , , ,

In alcune provincie del nord dell’Italia (Brescia, Bergamo, Cremona, Lodi, Mantova, Piacenza, Parma, Reggio Emilia, Verona e Udine) esiste la tradizione legata ai doni di Santa Lucia, una figura omonima di Babbo Natale o della Befana che si festeggia il 13 dicembre. Anche per lei i bambini scrivono una letterina elencando i regali aggiungendo di essere stati bravi, meritevoli e obbedienti durante tutto l’anno. La particolarità della tradizione sta nella preparazione della sera prima quando i bambini preparano una tazza di latte con dei biscotti per la santa e del fieno per il suo asinello che stanno affrontando un lungo cammino e che quindi hanno bisogno di alimentarsi lasciando poi un dono; la mattina seguente mentre i bambini si stanno per svegliare, il papà corre in sala suonando un campanellino facendo finta che sia il campanello al collo dell’asinello e che quindi Sana Lucia sia appena passata di lì e, infatti, aprendo la porta di casa troveranno la tazza vuota, i biscotti consumati e il fieno sparito e lì vicino troveranno i doni richiesti. 

Noi seguiamo questa tradizione solo in parte giacché io e mio marito siamo nati e vissuti a Milano dove questa tradizione non è presente; è anche vero che i nostri figli sono invece nati qui dove la tradizione è molto sentita e così in occasione di questa festa arriva solo un pensierino e il resto… lo porta il classico e tenero Babbo Natale.

Tags : , , , , , , , , , , , , ,

Non può mancare nella vostra “collezione” l’immancabile storia dei “3 porcellini”. Storia banale e risaputa ma che piace tanto ai bambini che se la farebbero raccontare mille volte al giorno senza… sbagliare nemmeno 1 sola parola.

I 3 fratelli stanno costruendo ognuno la propria casa; i primi due, impazienti di andare a divertirsi costruiscono delle fragili casette una di paglia e l’altro di legno. Il terzo sacrifica il suo tempo liberoe costruisce così una casa di mattoni. Mentre i 3 fratelli si divertono, arriva il Lupo Ezechiele ma… bhe non posso andare avanti altrimenti arrivo fino alla fine e vi tolgo il divertimento quindi… noleggiatelo!

Curiosità: nel 1934 ha vinto l’oscar come miglior cotrometraggio d’animazione.

Tags : , , , , ,

  • CONSIGLIATO

  • PROSSIMAMENTE

  • SPONSOR

  • AFFILIAZIONI

  • INIZIATIVE SPECIALI

  • Io allatto alla luce del sole 4

  • Volantini digitali co2neutral

  • Segnalato da:

  • BBMAG

  • segnalato da pane, amore e creativita

  • Wikio - Top dei blog - Blog creativi
  • PARTECIPO A…