Posts Tagged ‘ospedale’

lego

Ho avuto il piacere di partecipare all’evento organizzato dalla Lego presso il Palazzo Pirelli a Milano dove, con l’aiuto di facili istruzioni, abbiamo potuto costruire carinissime costruzioni di Natale con lo scopo di aiutare e donare un sorriso ai bambini ricoverati in ospedale. Leggi tutto

Tags : , , , , , , , , , , , , , ,

Ho trascorso un venerdì mattina con un sorriso sul viso che mi ha permesso di affrontare la giornata in maniera diversa, totalmente con un altro spirito. Ho accettato l’invito di Aquafresh di andare all’Ospedale Buzzi di Milano per conoscere da vicino l’associazione Onlus Dottor Sorriso e poter vedere con i miei occhi, come siano veramente in grado di regalare un sorriso ai tanti bambini ricoverati. Da mamma non è certo stato piacerevole vedere tanti bambini, anche molto piccoli, stare male ed essere ricoverati anche da parecchio tempo; ma al tempo stesso mi sono meravigliata di quanto basti poco per portar loro un sorriso… simpatia, allegria, bolle di sapone e tanta buona volontà! Leggi tutto

Tags : , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

La scelta per la conservazione del sangue cordonale del proprio bambino rappresenta un atto d’amore e di speranza nel futuro. Si tratta di una decisione importante che bisogna effettuare in piena consapevolezza e con il giusto grado di informazione. Nel caso quindi che una famiglia non abbia optato per la cosiddetta donazione cordone ombelicale presso strutture pubbliche, ma che abbia scelto di conservare privatamente il sangue cordonale del figlio, risulta necessario capire a chi rivolgersi, e come procedere alla conservazione. Quali sono i passi necessari che i genitori devono intraprendere? Vediamoli uno alla volta. Leggi tutto

Tags : , , , , , , , , , , , , , , ,

Da qualche giorno è on-line un Contest di Natale che ho organizzato insieme ad Elena e Valentina del quale io rappresento la categoria del presepe; non è molto semplice realizzare a mano i diversi personaggi, il paesaggio o i dettagli ma mi ha entusiasmato molto questo argomento perché, a casa, i miei bambini adorano realizzarlo e ogni anno ha sempre una forma diversa e quest’anno, ci impegneremo molto per personalizzarlo al meglio ma… da cosa partiamo? Leggi tutto

Tags : , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Preparate il vostro materiale creativo, siete pronte? Parte oggi una nuova splendida iniziativa a più teste, “CREA UN SOGNO”, il contest creativo e solidale! In collaborazione con Elena di Elegraf, e Valentina di Mami chips & crafts abbiamo pensato a un contest creativo natalizio, e siccome quando tre menti pazze e creative si incontrano non può che uscire fuori qualcosa di buono, abbiamo pensato di proporvi tre temi differenti dall’atmosfera natalizia, per far scatenare la vostra fantasia. Ognuna di noi posterà un tutoria con tema differente. Oggi vi faremo vedere in anteprima i nostri lavori e nei prossimi giorni vi metteremo i tuorial e da qui fino alla scadenza del contest, vi daremo altri spunti e suggerimenti.
Per non scontentare nessuno, abbiamo scelto tre temi, uno molto più religioso dove si parlerà di presepi (il mio), uno tradizionale con alberi e decorazioni varie (di Elena) e uno ludico con elfi folletti e creature del bosco (di Valentina). Leggi tutto

Tags : , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Prima della mia uscita dall’ospedale, ho voluto salutare le amiche conosciute e che sono state così gentili con me; abbiamo passato intere serate a parlare, a conoscerci e a sorridere insieme. Pur essendo stato un soggiorno “forzato” e non certo piacevole per via del fatto che eravamo in ospedale, sono comunque stata contenta di aver conosciuto 3 persone davvero speciali e quindi ho pensato di lasciar loro ancora un ricordo.
Semplicissimo da realizzare anche perché ho saputo solo al mattino che mi avrebbero fatto uscire nel pomeriggio e quindi… non avevo molto tempo. Ho ritagliato 4 forme diverse: un fiore a petali lunghi e uno a petali più larghi, una stella e un tulipano; dentro ad ognuno ho creato una decorazione con pennarelli di diverso colore in tono con il cartoncino per poi al centro scriverci una lettera della parola CIAO. Con la pinzatrice li ho uniti tra loro e mi sono messa a disegnare su un cartoncino verde delle foglie; sul cartoncino rosso ho invece ritagliato la sagoma di un cerchio che ho decorato con il pennarello nero andando così a creare una coccinella che ho incollato dentro le foglie. Con dello scotch ho attaccato le foglie ad una cannuccia verde e in alto, dove la cannuccia si piega, ho attaccato le sagome di diverso tipo e colore. Insomma, un modo diverso per dir loro… CIAO

Tags : , , , , , , , , , , , , , , ,

Questa lunga degenza forzata in ospedale mi ha portato un po’ fuori dal mio mondo, dal web e dal mio tanto amato sito; nonostante tutto non mi son buttata giù, mi sono fatta portare un po’ di materiale e… anche qui mi sono messa a creare! Così sì che il tempo passa più velocemente, si sorride ci si distrae un po’. Ho pensato di creare qualcosa di carino e di utile per un’amica conosciuta durante la degenza e con la quale è stato bello trascorrere un po’ di tempo insieme. Devo dire che è stata molto contenta del regalo e le è tornato molto utile visti i suoi continui mal di testa: è stato confortante vederla sorridere nonostante la sofferenza di essere in ospedale.

Materiale: 1 vecchia maglietta rosa, forbici, pezzi di stoffa di 4 colori diversi, ago e filo, 2 bottoni, 1 pennarello, stracci morbidi o vecchie magliette.

Procedimento: per prima cosa taglio la maglietta sotto le maniche e chiudo uno dei due lati con ago e filo stando attenta di rimanere distante dal bordo. Con gli stracci riempio la maglietta e poi chiudo con ago e filo anche questo lato stando sempre lontana dal bordo; lungo i bordi lasciati liberi faccio tanti taglietti. Con i 4 pezzi di stoffa colorati (io ne ho usati 2 di 2 colori diversi) annodo i 4 angoli del cuscino; ora penso a come decorarlo. Prendo 2 pezzetti di stoffa bianca, li avvolgo un po’ su se stessi e insieme ad un bottone li attacco al cuscino: devono dare l’idea di 2 occhi. Con un pezzo di stoffa arrotolato più volte creo invece la bocca e la vado ad attaccare in maniera un po’ mossa, deve sembrare un sorriso. Visto che è un regalo… ci vuole la firma e quindi ritaglio un triangolo di stoffa azzurrina che vado ad attaccare al cuscino cucendo solo il lato più lungo; gli altri 2 lati li vado a tagliuzzare creando lo stesso effetto fatto sul cuscino grande. Con un pennarello azzurro lascio la firma  così che Rossana si possa ricordare dei giorni trascorsi insieme ridendo e scherzando per far passare al meglio il tempo in ospedale. Ecco fatto, il cuscino è pronto così la sera anziché le gocce per dormire meglio potrà utilizzare questo cuscino soffice sperando di riposare!

Tags : , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Nonostante sia stata 10 giorni in ospedale, ho conosciuto delle persone speciali; persone che mi hanno confortato in momenti di sconforto e che mi hanno fatto sorridere in tantissimi momenti facendomi anche divertire e dimenticare di essere in ospedale. Proprio per questo, prima di uscire e tornare a casa, ho voluto lasciargli un regalo, un pensiero fatto proprio durante questi giorni di degenza nell’attesa tra un esame e l’altro. Per Ivana, in vista dell’arrivo del primo nipotino oppure nipotina, ho pensato ad un simpatico portafotografie con materiale di recupero trovato qui in ospedale; non avendo qui con me tutto l’occorrente ho chiesto la collaborazione di mio marito che mi ha portato qualcosa da casa, e così sono riuscita lo stesso a creare: che gioia!

Materiale: 10 cannucce pieghevoli colorate, 1 cartoncino colorato, 1 cartelletta trasparente (in realtà servirebbe 1 foglio di acetato), colla, forbici.
Procedimento: sovrappongo il cartoncino colorato all’acetato e li ritaglio della stessa misura; a questo punto metto un po’ di colla lungo i 3 lati del cartoncino e ci incollo sopra l’acetato. Anche sopra l’acetato, nelle stesse 3 parti, metto della colla e, una dopo l’altra, ci incollo sopra le cannucce alternando i colori: nei 2 lati corti 4 cannucce e 3 invece nel lato più lungo. Le cannucce nel lato lungo devono essere più corte e quindi le taglio in misura perché devono stare nello spazio tra le cannucce incollate lateralmente che dovranno essere intere con la parte pieghevole girata verso il sotto: sarà la base che permetterà al portafotografie di stare in piedi. Cosa ci metto come foto? In realtà l’ho pensato per la prima fotografia del suo nipotino/a e quindi voglio solo lasciargli un pensiero scritto a mano. Per la foto però basterà infilarla dall’alto e una volta piegate le cannucce… potrà godersi la sua “nuova stella”.

Tags : , , , , , , , , , , , , , , ,

Ecco qui una pratica e discreta maglietta che permette di allattare quando si vuole e dove si vuole (in casa, al ristorante o in qualsiasi luogo pubblico) senza nessun tipo di problema, perché? Semplice, ha delle aperture orizzontali facilmente apribili anche con 1 sola mano, grazie al brevetto Up&Down, che permettono di scoprire solo un seno per volta e senza scoprire la pancia; è stata creata in morbido jersey di cotone con colori totalmente atossici: nero, bianco, rosa cipria e grigio melange. Essendo destinata per delle neo mamme, è stato pensato un design moderno e femminile (perché anche in gravidanza la donna è femminile!) sia in versione a manica lunga sia a manica corta.

Proprio per non far mancare nulla alla “nuova” mamma, è stata creata da poco anche la linea notte per sentirsi comode anche in ospedale come se si fosse a casa propria. Esistono 2 versioni: il pigiama in color bianco latte o grigio chiaro e la camicia da notte in bianco latte, grigio chiaro o avorio.

Trovate altri prodotti dal design innovativo creati da Silvia e Paola sul sito: www.40settimane.it.

Tags : , , , , , , , ,

  • CONSIGLIATO

  • PROSSIMAMENTE

  • SPONSOR

  • AFFILIAZIONI

  • INIZIATIVE SPECIALI

  • Io allatto alla luce del sole 4

  • Volantini digitali co2neutral

  • Segnalato da:

  • BBMAG

  • segnalato da pane, amore e creativita

  • Wikio - Top dei blog - Blog creativi
  • PARTECIPO A…