Posts Tagged ‘innaffiare’

fabfood7

Chi l’ha detto che solo i grandi padiglioni hanno successo o nascondono qualcosa di meraviglioso? Non è la dimensione che conta ma la sostanza e di sicuro la mostra interattiva di Fab Food è una garanzia! Sono già stata ad Expo diverse volte e solo poche cose mi hanno lasciato a “bocca aperta” e mi hanno insegnato lasciandomi portare a casa una bella esperienza; sabato grazie ad un invito di Confindustria ho avuto la possibilità di visitare la mostra interattiva Fab Food con altre mamme blogger e relativi bambini e devo dire che è stato un successone. Leggi tutto

Tags : , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Certo che le idee non finiscono mai… vedere come i bambini si divertono provando cose nuove è fantastico e oggi ne ho avuto la controprova. Siamo in attesa di partire per un lungo week-end al mare e vista la bella giornata ci siano messi fuori a giocare; i bambini pensavano di scivolare, rincorrersi o nascondersi invece ho proposto loro un’alternativa. Grazie a Crayola abbiamo scoperto un nuovo gioco: divertente, colorato, innovativo e anche utile per “decorare” il vialetto del nostro giardino; si tratta di un gioco da poter fare all’aperto e meglio se su un marciapiede piuttosto che sulla strada perché cosa c’è di più bello che abbellire e colorare una strada? Leggi tutto

Tags : , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Siamo in primavera ma solo se guardiamo il calendario perché se invece guardiamo il cielo, le temperature che ci sono e come ci vestiamo, non si direbbe proprio; altro che primavera, sembra piuttosto che siano in autunno: felpa ancora indosso e ombrelli sempre aperti, che primavera è? Speriamo che presto si possa tornare a godere di un pò di sole anche perché ormai di pioggia ne è scesa abbastanza, i campi sono più che bagnati e le coltivazioni, come ad esempio i pomodori e le fragole del nostro giardino, hanno bisogno di tanto bel sole per poter maturare; tutta la pioggia che scende però non è da perdere, sarebbe interessante poterla raccogliere e riciclare per i periodi in cui il sole farà capolino e le nostre piante hanno invece bisogno di bere quindi… pronti per un riciclo creativo? Leggi tutto

Tags : , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Oggi ci siamo dedicati al giardinaggio. Il week-end scorso abbiamo girato diverse floricolture per cercare di scegliere un tipo di siepe che ci potesse piacere e al tempo stesso potesse star bene nel nostro giardino e risolvere il vuoto lasciato dalla precedente siepe. L’abbiamo dovuta togliere perché in Primavera cominciava a fiorire e con l’arrivo dei fiori, arrivavano anche le api; in pochi giorni ci trovavamo circondati da tante api e avendo 2 bambini che corrono in giardino non volevamo correre rischi di punture e così le abbiamo tolte. Peccato perché erano molto belle: foglioline piccole, erano già cresciute molto e coprivano bene il passaggio; è stata però una saggia decisione. Torniamo alla floricoltura: ci sono tanti tipi di siepe ma quasi tutte fanno fiori. La scelta poteva ricadere o sull’alloro che per altro abbiamo già in alcuni angoli del giardino ed è molto utile anche per cucinare oppure sul lauro; la fregatura dell’alloro è che le piantine erano molto piccole quindi ora che crescevano sarebbero passati diversi anni e quindi… vada per il lauro. Devo dire che non mi dispiace affatto: foglie grandi, di facile rasatura e le piantine sono già belle grandine e larghe; al momento ne abbiamo prese una decina mettendole ad una distanza di circa 1 metro tra di loro e coprono abbastanza. Il lavoro è stato abbastanza duro: prima abbiamo dovuto creare dei buchi profondi con la pala per poi spostare tutta la terra e dar spazio alle grandi radici del lauro di poter entrare. E’ bastato poi ricoprire il tutto con del terriccio comprimendo bene soprattutto vicino alle radici; ora basterà innaffiare ogni sera e aspettare che crescano e si diradino sempre più fino ad unirsi tra loro creando così una bella siepe folta.

Tags : , , , , , , , , , , , , , , , ,

Con l’arrivo della Primavera e del sole che sempre più splende, è bello stare all’aria aperta e dare il VIA ai lavori di giardinaggio: togliere l’erbacce, piantare le nuove piante aromatiche, spuntare le siepi per dar vita alle nuove gemme, iniziare ad innaffiare, insomma, di lavori ce ne sono! Noi cerchiamo sempre di coinvolgere anche i nostri bambini perché riteniamo che la NATURA debba essere parte fondamentale della loro crescita; ci interessa molto che si avvinicino alla natura ed imparino ad amarla. Non tutti però hanno un giardino a disposizione e quindi non hanno molte possibilità ma… voglio segnalarvi questo evento al Naviglio a Vapore che vi potrà tornare utile anche se non avete grossi spazi a disposizione.

Sabato 2 aprile è stato organizzato un laboratorio a tema “l’orto in balcone” dove i bambini avranno la possibilità di annussare e toccare la terra e impareranno a coltivare piccoli ortaggi vedendoli poi crescere se, con cura, si prenderanno cura di loro bagnandoli tutti i giorni così potranno poi coglierne i frutti e gustarli. Tutto questo in un vaso quindi anche chi non ha un giardino potrà poi rifare a casa propria la stessa esperienza e vedere come la natura, da un piccolo seme, si evolve. Se il tempo lo consentirà il laboratorio sarà fatto in giardino: un laboratorio sarà alle 11 mentre l’altro alle 15,30, durerà circa 90 minuti e il costo è di 25 euro; per chi volesse partecipare bisogna che si prenoti telefonando al numero 0289190265, scrivendo una mail all’indirizzo info@ilnaviglioavapore.it oppure direttamente sul sito.

Tags : , , , , , , , , , , , , , , , ,

Dopo essere stati in cascina, aver munto le mucche e aver fatto il formaggio, Simone si sente un vero “casaro” e così volevo ampliare le sue conoscenze; per questo ho voluto inaugurare una nuova sezione delle nostre idee creative, il “giardinaggio”. Esiste forse un agricoltore che non si occupi della terra? Direi proprio di no e siccome a tutti i bambini piace giocare con la terra… giochiamoci in maniera cotruttiva, vedendo come la terra ci può regalare dei frutti se noi la trattiamo in un certo modo. E’ un modo in più per avvicinare i bambini al contatto con la natura e così voglio proporvi degli esperimenti, dei giochi e dei lavori creativi così che i bambini possano imparare… giocando! Il nostro primo esperimento saranno le lenticchie: vedere come da un seme di lenticchia possano nascere delle piantine; è un esperimento che avevo fatto alle elementari ma è talmente semplice che lo si può proporre ai bambini dell’asilo e quindi andiamo a prendere tutto l’occorrente!

Materiale: piatto di plastica, lenticchie secche, cotone idrofilo.
Procedimento: è semplicissimo, vi basterà porre sul fondo del piatto il cotone; fate in modo che il piatto sia interamente coperto da uno strato di cotone e spruzzare un pochino di acqua, quel tanto che basta per inumidire il cotone; prendere alcune lenticchie e disporle sul cotone spargendole un po’ in tutto su tutto il piatto. Quest’operazione è molto divertente quindi lasciate che sia il bambino a farlo, si divertirà moltissimo a riempire ogni spazio libero.

  Altra fase divertente: l’innaffiamento! Fornite al piccolo “agricoltore” un piccolo spruzzino con un po’ d’acqua per innaffiare la sua coltivazione: non troppa, o rischierete un allagamento! Ogni giorno, scegliete un momento particolare della giornata come ad esempio noi che abbiamo scelto il mattino prima di andare all’asilo, ricordategli di innaffiare le lenticchie; ho scelto lo spruzzino perché Simone riesce a gestirlo in totale tranquillità da solo e così è totalmente indipendente nello svolgere quest’operazione. Vedrete che entro pochi giorni, con gioia e sorpresa del bambino, spunteranno le prime piantine e anche noi, fra qualche giorno, vi mostreremo la crescita della nostra coltivazione. Buon lavoro!

Tags : , , , , , , ,

  • CONSIGLIATO

  • SPONSOR

  • AFFILIAZIONI

  • INIZIATIVE SPECIALI

  • Io allatto alla luce del sole 4

  • Volantini digitali co2neutral

  • Segnalato da:

  • BBMAG

  • segnalato da pane, amore e creativita

  • Wikio - Top dei blog - Blog creativi
  • PARTECIPO A…