Posts Tagged ‘benessere’

Sono stata invitata da Emozione3 ad un evento organizzato in occasione della festa della mamma; un evento in cui far sentire protagonista la mamma e dove si possa sentire coccolata e, per qualche ora, prendersi cura di se. Devo dire che l’idea mi è piaciuta e così… mi sono voluta dedicare un pò di tempo per me! La location scelta, L’Accademia del Bell’Essere a Milano è stata decisamente un’ottima scelta e anche il programma mi ha da subito entusiasmata quindi: GRAZIE EMOZIONE3. Leggi tutto

Tags : , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Ieri io e mio marito ci siamo dedicati una domenica da soli per festeggiare i nostri compleanni e per l’occasione abbiamo approfittato di un cofanetto Smartbox che ci è stato regalato da cari amici di mio marito (regalo graditissimo) e lo abbiamo sfruttato andando in una bellissima Spa, Bellavita, in provincia di Alessandria. Il viaggio non è certo stato un granché vista la quantità di neve che abbiamo trovato per strada ma poi… che spettacolo, ci siamo goduti il relax e la tranquillità all’interno della struttura mentre fuori… nevicava! Leggi tutto

Tags : , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Ho trascorso un venerdì mattina MOLTO intenso, sono stata a La Luna Nuova, centro per la preparazione al parto ma che segue le mamme anche dopo il parto con esperte al loro servizio per diverse attività. Io sono andata perché invitata alla presentazione dei pannolini lavabili organizzata da Mamma Angelina in collaborazione con La Luna Nuova; da poco hanno deciso di organizzare degli incontri per le mamme per illustrargli questo prodotto che segue in pieno le idee e la mentalità del centro stesso che si basa appunto su principi naturali prima della nascita e ma anche dopo. Ho avuto così la possibilità di consocere diverse mamme chi al primo figlio e chi invece al secondo o al terzo e vedere la loro curiosità nei confronti di questo prodotto; la presentazione è iniziata con un discorso generico riferito ai pannolini lavabili per poi entrare nei particolari quando le mamme hanno iniziato a porre domande e quesiti. La cosa più giusta mi è sembrata quella di riportarvi le loro domande e le relative risposte così da poter aiutare anche voi che magari state pensando e valutando la possibilità di utilizzare i pannolini lavabili ma avete ancora qualche dubbio.

– Perché usare i pannolini lavabili piuttosto che gli usa e getta?
I motivi principali sono 3: sicuramente un fattore economico visto che in media con gli usa e getta la spesa per un bambino è di circa 5000 pannolini (dalla nascita al vasino) ovvero 1500 euro mentre con i lavabili la spesa non va oltre gli 800 euro (a seconda dei modelli scelti) ed inoltre possono essere riutilizzati per più bambini. Altra cosa è il fattore benessere: di sicuro il bambino con i pannolini lavabili rimane a contatto con fibre naturali che fanno respirare la pelle del bambino così che non si incorra in arrossamenti o irritazioni della pelle. In ultimo c’è un fattore di tutela ambientale basti pensare che gli usa e getta non sono biodegradabili e ci impiegano centinaia di anni prima di essere smaltiti mentre invece i lavabili sono biodegradabili al 100%.
– Come si lavano questi pannolini?
Tranquillamente in lavatrice senza l’utilizzo di candeggina o ammorbidente, basta il semplice lavaggio che effettuate ai capi d’abbigliamento del bambino. Per chi avesse l’asciugatrice è possibile anche asciugarli senza rovinarli.
– Visti alcuni modelli, vengono usati anche in estate?
Certamente, i pannolini lavabili sono fatti in materiale traspirante, quindi la pelle del bambino respira di più rispetto a quando indossa gli Usa & Getta. Meglio preferire le fibre naturali d’estate, come il cotone.
– Come vengono venduti? Esistono delle confezioni?
Non esistono dei pacchi ma vengono venduti singolarmente in questo modo si possno acquistare i diversi modelli per capire meglio le esigenze del bambino.
– Che modelli esistono?
Ci sono diversi modelli fra i quali scegliere. Tuttoinuno il modello più facile, basta solo indossarlo; è dotato di un sistema di chiusura a velcro o con bottoni e contiene già gli inserti assorbenti; sono venduti sia nelle diverse taglie (quindi segue più da vicino la crescita) sia in taglia unica. C’è poi il Pocket venduto in taglia unica regolabile; è formato da un rivestimento impermeabile ed una tasca dove vanno inseriti le parti assorbenti. Esistono poi i Prefold da utilizzare come mutandina copri-pannolino; con questo modello si cambia solo la parte interna mentre la mutandina può essere riutilizzata per più cambi ovviamente se non si è sporcata o bagnata. La mutandina è molto veloce da asciugare e quindi servono più cambi interni rispetto al numero di mutandine; di questo modello esiste anche un kit che contiene 18 pannolini lavabili, 1 gancetto, 1 confezione di teli biodegradabili, 2 inserti in microfibra e 3 mutandine impermeabili. 

 

– Che accessori servono in aggiunta?
A seconda del modello che viene scelto ci sono diversi accessori che si comperano a parte: gli inserti assorbenti che vengono messi all’interno delle mutandine e assorbono; questi si lavano tranquillamente in lavatrice. Ci sono poi i telini cattura “cacca” che servono come maggior protezione e permettono una miglior raccolta e una maggior pulizia. Potete anche acquistare la wet bag ovvero una sacca impermeabile dove inserire le varie parti da lavare in caso non vogliate lavarli subito, oppure durante i viaggi.
– Gli asili nido li usano?
Diciamo che nelle piccole realtà, più in periferia, i nidi si sono mossi e li stanno usando forse anche per la richiesta più assidua dei genitori mentre nelle città più grandi, ad esempio le metropoli, non si è ancora entrati nell’ottica ma di sicuro tutto sta nella richiesta da parte dei genitori.

Insomma, spero di esservi stata utile e abbastanza esaustiva riportandovi le domande che sono state poste ma se avete ancora qualche dubbio… non esitate a chiedere, una risposta è sempre pronta! Se poi volete vedere i pannolini lavabili dal vivo potete fare un salto nel negozio di Mamma Angelina a Milano e vi potrà consigliare sui vostri acquisiti.

Tags : , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Ci siamo voluti dedicare un week-end di tranquillità e rilassatezza: ogni tanto ci vuole per rigenerarsi e cosa c’è di meglio delle terme? Niente. Abbiamo scelto Salsomaggiore, carinissima cittadina che offre diverse possibilità di soggirno; dopo aver cercato sul web abbiamo optato per il Centro termale Baistrocchi che offriva  a soli 57 euro per perona: 1 giorno di pensione completa con menù di piatti tipici e con una cena di gala al sabato sera+ trattamenti termali e del benessere. Il Centro Termale è un’antica struttura che offre diversi tipi di cure termali ma che dà la possibilità di fare un percorso benessere (ingresso a soli 17 euro) con hammam, sauna e piscine. La cosa positiva vista la grande affluenza è che qualsiasi trattamento viene prenotato in orari stabiliti quindi una volta che si entra non si trova tantissima gente, le vasche non sono piene ma ci si può rilassare in maniera completa.

Il nostro soggiorno: appena arrivati ci siamo registrati e siamo andati in camera per cambiarci ovvero per metterci il costume e l’accappatoio per andare a fare la sauna frigidarium che avevamo fissato per le 17,30. Davvero molto bella: una grande stanza di 20 m quadrati a stufa centrale dove abbandonarsi per eliminare tutte le tossine. Il consiglio è stato quello di fare prima la sauna con un tempo massimo di 15 minuti per poi entrare nel frigidarium dove è possibile fare la cascata di ghiaccio, rinfrescarsi con una doccia effetto nebbia al mentolo, rinfrescarsi le gambe con i getti d’acqua oppure provare l’ebrezza del secchio di acqua gelata. La cena di gala è stata MOLTO apprezzata: aperitivo di benvenuto con stuzzicheria assortita, risotto mantecato alla Giuseppe Verdi e fiocchi di pere e formaggio in salsa di gorgonzola, reale di vitello glassato al forno al barolo con patate rustiche alla contadina e torta della casa alla fiamma. Dire che ci siamo leccati i baffi è dir poco e per di più ogni persona aveva un biglietto con un numero perché a metà cena c’è stata un’estrazione a sorpresa: si poteva vincere un week-end per 2 persone che purtroppo non abbiamo vinto. La mattina seguente ci siamo recati alle 10 al centro termale perché avevamo il bagno turco: immersione in una nuovola di calore all’interno di un accogliente calidarium che favorisce l’apertura dei pori e la pulizai della pelle; il consiglio è quello di stare dentro un massimo di 5 minuti per poi uscire e fare una doccia o meglio una nebbia fredda all’essenza di menta per poi passare ad un massaggio rivitalizzante che ha effetto tonificante. Questo va fatto per 3 volte, all’ultima uscita si farà un altro tipo di doccia: ci si rilassa in una pioggia calda al sapore di maracuja per poi rilassarsi sulle comode sdraio gustandosi una tisana. Siamo poi andati alle piscine dove ci siamo fatti coccolare dall’idromassaggio. Unico trattamento in più che ci siamo concessi è stato il lettino nuvola di coppia: sembra di volare, ci si sente sospesi e fluttuanti proprio come su una nuvola; si è coccolati con massaggi leggeri addirittura sotto i piedi ed è fantastico il galleggiamento in acqua illuminata da colori tenui che favoriscono il rilassamento. Pur avendo speso poco, abbiamo avuto un trattamento a 5 stelle!

Tags : , , , , , , ,

  • CONSIGLIATO

  • PROSSIMAMENTE

  • SPONSOR

  • AFFILIAZIONI

  • INIZIATIVE SPECIALI

  • Io allatto alla luce del sole 4

  • Volantini digitali co2neutral

  • Segnalato da:

  • BBMAG

  • segnalato da pane, amore e creativita

  • Wikio - Top dei blog - Blog creativi
  • PARTECIPO A…