Il tempo trascorre in fretta e tra una festa e l’altra ci troviamo già a Natale; nei centri commerciali vendono già pandori e panettoni e si stanno iniziando a montare le prime luminarie. Noi, come per tradizione, dedicheremo la giornata di festa di Sant’Ambrogio per decorare la casa con l’albero e la rappresentazione del presepe; avremo 2 giorni di festa nei quali, con tutta calma, potremo rimanere in pigiama, ciabatte e tirar fuori gli addobbi. State già pensato ai regali? Se devo essere sincera noi sì visto che noi li acquistiamo solo per i bambini che quest’anno avevano le idee molto chiare e quindi… mi sono portata avanti anche perché non mi piace la ressa degli ultimi giorni e se posso dare un consiglio ai ritardatari dell’ultimo momento, fatelo on-line.

 

Oggi però il mio consiglio va alle aziende, a chi ha tanti dipendenti ai quali, nonostante la crisi, vuole comunque fare un dono; è vero che è costoso e spesso inutile ma quest’anno, con l’iniziativa della AMREF (African Medical and Research Foundation) che ha un Babbo Natale d’eccezione ovvero Giobbe Covatta, si può donare qualcosa di utile ovvero un regalo solidale volete qualche esempio? Un grande cesto di prodotti biologici che vengono prodotti sulle terre tolte alla mafia e curate dalle cooperative sociali che fanno parte di Libera Terra; decorazioni per l’albero con i colori natalizi e a forma di Africa; oppure una pallina da poter appendere all’albero. Ma non solo chi riceve sicuramente sarà soddisfatto, anche chi effettua il regalo lo sarà perché avrà la possibilità di partecipare ad un progetto per l’Africa da scegliere tra acqua attraverso interventi idrici, infanzia intervenendo sulle baraccopoli di Nairobi e salute per portare personale sempre più professionale in aiuto alle mamme e ai bambini.

Io non ho una grande azienda e nemmeno collaboratori a cui poter pensare di regalare qualcosa ma se fosse, sicuramente investirei in un progetto solidale perché in molti devono capire che ci sono persone DAVVERO in difficoltà e che hanno bisogno di aiuto e questa opportunità mi sembra proprio un buon punto di partenza. Ricevere un regalo non vuol solo dire essere contenti per essersi tolti un “capriccio”, per aver ricevuto qualcosa di costoso e di unico; ricevere un regalo e saper di aver fatto del bene, saper di aver contribuito a dare una mano a chi ne ha bisogno è molto importante soprattutto se parliamo di noi adulti, che bisogno abbiamo di ricevere un regalo? Non mi dite che credete ancora a Babbo Natale… quella è la favola per i bambini, noi mostriamoci adulti e aiutiamo il prossimo.

Articolo sponsorizzato

Tags : , , , , , , , , , , , , , , , , ,
Categories : eventi, idee regalo, natale, Prodotti consigliati

0 Commenti








  • CONSIGLIATO

  • PROSSIMAMENTE

  • SPONSOR

  • AFFILIAZIONI

  • INIZIATIVE SPECIALI

  • Io allatto alla luce del sole 4

  • Volantini digitali co2neutral

  • Segnalato da:

  • BBMAG

  • segnalato da pane, amore e creativita

  • Wikio - Top dei blog - Blog creativi
  • PARTECIPO A…