Oggi mi sono proprio divertita: ho avuto la possibilità di “intervistare” alcuni bambini sia della scuola materna sia della scuola elementare e devo dire che… ne ho sentite delle belle! Vi starete chiedendo cosa ci sia da intervistare visto che si tratta di bambini ma, se il tema dell’intervista sono i dinosauri… bhe, chi meglio di loro come soggetto della mia intervista? In vista del Pomeriggio Ricicloso che insieme ad Antonella ho organizzato per sabato 19 maggio presso il Parco della Preistoria di Rivolta d’Adda, ho pensato di chiedere ai bambini se avesse qualche curiosità o qualche domanda sull’argomento e… non mi aspettavo tanto entusiasmo!

Ho avuto modo di chiacchierare un pò con i bambini e capire che l’argomento dinosauri, era proprio interessante ma si sono stupiti quando ho annunciato che a rispondere alle loro domande non sarei certo stata io ma bensì Darwin, la mascotte del Parco della Preistoria ma anche un dinosauro paleontologo; sui loro volti è apparso un sorriso grandissimo ma anche lo stupore per la nuova conoscenza: “una mascotte che risponde alle nostre domande? Bellissimo.” E così ecco qui il resoconto da parte della scuola materna.

1. Ma tutti i sassi con un disegno sono dei fossili?
No, non tutti. Si chiamano fossili solo quei sassi il cui “disegno” è ciò che resta di un animale o una pianta (o un altro essere vivente) vissuti tanto tanto tempo fa.
Ci sono tanti tipi di fossili: ossa, denti, uova, nidi, impronte della pelle, orme dei piedi, gusci, conchiglie, tronchi, foglie, fiori, frutti e tanti tanti altri ancora. Perfino la cacca può diventare fossile… Ciò che accomuna questi resti così diversi tra loro è che sono tutti parti più o meno intere di animali o piante, oppure tracce lasciate da loro, risalenti a tanto tanto tempo fa ma conservate, seppur “pietrificate” come sassi, fino a oggi.

2. Dove posso andare a raccogliere fossili?
Nel nostro stato, l’Italia, ci sono tanti posti dove può capitare di trovare dei fossili, dalle conchiglie alle ossa. Non è però permesso raccogliere e tenere i fossili italiani che si ritrovano in natura, perché possono essere molto delicati e importanti per la scienza ed è meglio che siano portati in un museo, dove gli scienziati se ne possono occupare e dove possono essere visti da tutte le persone. Quando se ne trova uno si devono perciò avvisare gli studiosi che lavorano nel museo o all’università. Se nella zona non ci sono musei o università allora bisogna avvertire il Comune o i carabinieri che penseranno a portarli al museo più vicino.
Ma allora come bisogna fare per andare a raccogliere dei fossili come dei veri paleontologi? Per esempio si può andare in quei posti dove vengono organizzate attività di scavo, anche per i bimbi, proprio come al Parco della Preistoria.

3. Ci sono i dinosauri a Boffalora d’Adda?
I dinosauri come il tirannosauro e il triceratopo non sono mai vissuti a Boffalora d’Adda. Dovete però sapere che tanto tanto tempo fa le aree di pianura attorno al Po e ai suoi affluenti erano abitate da animali come il mammut lanoso!
Se però sapere questo non vi basta e volete proprio vedere a tutti costi un dinosauro vivo anche a Boffalora d’Adda, allora vi svelerò un segreto: gli scienziati che studiano i fossili di dinosauro hanno capito che questi animali del passato hanno lasciato dei discendenti sopravvissuti fino a oggi, gli uccelli! Quindi, quando vedete un pollo, un’aquila, un passero, un gufo, un’oca, una rondine, un canarino, un airone, un pavone… e chi più ne ha più ne metta, potete esclamare “ho visto un dinosauro!”.

4. Ma i draghi sono dinosauri?
I dinosauri come il tirannosauro e il triceratopo e tutti quegli altri che vedete ricostruiti al Parco della Preistoria sono animali realmente vissuti, mentre i draghi sono creature della fantasia e dell’immaginazione.
I dinosauri sono animali, come ad esempio il cane, il gatto, l’elefante, il passerotto, la gallina e tutti gli altri animali che ci sono al giorno d’oggi… solo che i dinosauri sono vissuti tanto tanto tempo fa, prima di noi, prima della mamma e del papà, addirittura prima dei nonni! Essendo così vecchi, dei dinosauri ormai si trovano solo le ossa e i denti.
Ma torniamo ai draghi… abbiamo detto che sono creature della fantasia e dell’immaginazione, giusto? Proprio per questo motivo é lecito pensare che forse qualche drago è stato immaginato da persone che, senza saperlo, avevano visto spuntare dalle rocce le ossa e i denti di un dinosauro e non sapevano cosa fossero…

Visto che simpatici? Devo dire che è stato bello vedere la genuinità e la spontaneità delle loro domande ma soprattutto il coinvolgimento nel sentire le risposte; ma non è finito qui perché se i bambini della scuola elementare sono stati fortissimi, con quelli della scuola elementare ne vedrete delle belle!
Non dimenticatevi di scaricare l’invito da presentare alla casa del Parco, in questo modo potrete pagare solo 5 euro l’ingreeo pomeridiano sia per gli adulti che per i bambini che potranno anche partecipare gratuitamente al laboratorio sull’arte del riciclo; per qualsiasi informazione e per scaricare l’invito vistate il sito intanto io… vi aspetto!

 

Tags : , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,
Categories : eventi

0 Commenti








  • CONSIGLIATO

  • PROSSIMAMENTE

  • SPONSOR

  • AFFILIAZIONI

  • INIZIATIVE SPECIALI

  • Io allatto alla luce del sole 4

  • Volantini digitali co2neutral

  • Segnalato da:

  • BBMAG

  • segnalato da pane, amore e creativita

  • Wikio - Top dei blog - Blog creativi
  • PARTECIPO A…