Quasi non mi sento più una donna di casa e un pò mi dispiace; da quando le Mammeacrobate in collaborazione con Electrolux mi hanno scelta per testare il nuovissimo modello di Lavasciuga, mi sento messa da parte da mio figlio: possibile che si diverta così tanto nel gestire in totale libertà il lavaggio dei panni? Quasi non ci potevo credere e vi posso garantire che non è certo stata mia l’idea, anzi.

Da quando ci è stata consegnata, non vede l’ora che arrivino le 19 per chiedermi: “mamma, potresti venire a caricarmi i panni che devo far partire il lavaggio e l’asciugatura?”. Ogni volta lo guardo un pò sconsolata perché sarebbe COMPITO MIO ed invece…
La prima volta che l’abbiamo provata, si è seduto vicino a me ed è rimasto colpito dal grande led o, per meglio dire, dal pannello di controllo da dove si scelgono le varie opzioni di lavaggio, di centrifuga, di quantità di sporco e di asciugatura; sembra quasi un piccolo computer: si illumina anche al buio ed è facilissimo da usare tant’è che gli è bastata una sola volta per capire a cosa si riferissero i tanti disegni. Il led è infatti dotato di simboli molto comprensibili: una maglietta che indica lo sporco del bucato e che schiacciando il + o il – indica la durata del lavaggio; un ferro da stiro che indica che il tipo di asciugatura renderà i capi pronti allo stiro oppure l’armadio per indicare invece che i capi dopo l’asciugatura possono essere messi direttamente via senza stirarli; c’è poi invece il vortice che si riferisce ai giri della centrifuga: da 600 fino a 1600 (fantastico!); l’orologio che invece indicata la durata del programma che può anche essere cambiato manualmente oppure la scelta di utilizzare solo la lavatrice oppure anche l’asciugatrice o, meglio ancora, prima il lavaggio e poi l’asciugatura; ma il pulsante più importante è il lucchetto ovvero il blocco bambini e devo dire che con il piccolo Lorenzo in giro, curioso com’è di vedere il grande oblò girare… inserendolo sto proprio tranquilla!
Così, dopo avermi visto la prima volta e avermi fatto il terzo grado per comprendere e imparare i vari tasti, ora il “lavandaio” di casa è Simone; a me spetta solo caricarla o meglio, mettergli nella cesta i panni con i colori giusti, per il resto, ci pensa lui: incredibile! Lui si diverte nel rimpire il grande cesto che può contenere fino a 8 chili per lavare e 6 per asciugare per poi versare il detersivo liquido e… azionare il tasto di partenza. L’unica cosa che lo frega è lo spegnimento: è così silenziosa che se non tengo sotto controllo l’orologio e vedo il tempo trascorso, nessuno si accorge che è finita e che è forse il caso di spegnerla; addirittura ho provato a fare un lavaggio la sera mentre loro dormivano e… niente!
Se volete sapere qualche dettaglio in più su questo oggetto tecnologico all’avanguardia, potete consultare l’articolo scritto e pubblicato da Mammeacrobate ma… già da qui si capisce che si tratta di un buon prodotto, non solo per la garanzia Electrolux, ma proprio per i risultati ottenuti anzi, la miglior cosa vi posso garantire che è la messa al bando dello stendino: ormai l’ho portato in cantina, è uno strumento che non ci serve più, basta guardare qui sotto il risultato ottenuto!

Tags : , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,
Categories : Prodotti consigliati

3 Commenti








  • IO CI SARO’

  • SPONSOR

  • AFFILIAZIONI

  • INIZIATIVE SPECIALI

  • Io allatto alla luce del sole 4

  • Volantini digitali co2neutral

  • Segnalato da:

  • BBMAG

  • segnalato da pane, amore e creativita

  • Wikio - Top dei blog - Blog creativi
  • PARTECIPO A…